Vigilia di Natale: 10 ricette da preparare in meno di 20 minuti

23 Dicembre 2019

La Vigilia di Natale chiama piatti di pesce che, più o meno ricercati che siano, sono di frequente considerati uno spauracchio di brutte figure e fallimenti. Sarà che durante la settimana il pesce fresco si alterna spesso a scelte comode e già pronte come il salmone affumicato o il tonno in scatola, fatto sta che un menu tutto a base di pesce può creare una certa ansia da prestazione. Ma chi l’ha detto che le vostre portate debbano essere tutte a prova di chef stellato, e soprattutto prevedere il pesce in ogni ricetta? Con un po’ di creatività e molto senso pratico si possono realizzare piatti facili e veloci che, forse, saranno anche più gustosi della solita orata al sale o della classica lasagna di mare. Ecco allora 10 ricette – da preparare in meno di 20 minuti – che vi faranno dire col sorriso sulle labbra: “Quest’anno la Vigilia di Natale si fa a casa nostra!

  1. Insalata di pere e verdure. Un’insalata diversa dal solito, preparata con pere, pomodorini, fagioli, valeriana, cipolle, e insaporita con olio, aceto, limone e semi di sesamo. Capirete che si tratta di un piatto estremamente trasversale: potrete servirlo come antipasto o insieme ai secondi per alleggerire il menu.
  2. Involtini di sogliola con zucchine e speck. Un piatto veloce ma dall’effetto scenografico: le fettine di sogliola – potete utilizzare quella fresca o surgelata – vengono farcite con zucchine e un mix di erbe aromatiche. E per completare, ciascun involtino viene avvolto da una fettina di speck. Il gusto è assicurato e potrete servirli all’antipasto o direttamente come secondo piatto.
  3. Frittata di pasta vegan. Per soddisfare le esigenze alimentari di tutti gli ospiti senza rinunciare al gusto serve un pizzico di creatività. Questa frittata di pasta è la scelta ideale per accontentare il palato anche di chi vegano non è. La pastella preparata con farina di ceci e curcuma non avrà niente da invidiare a quella classica a base di uova: risulterà molto più leggera e durante la cottura creerà un’attraente crosticina dorata.
  4. Pasta con sgombro e pomodorini. Anche se vi potrà sembrare una ricetta semplice da tutti i giorni, dovrete ricredervi. Il segreto di questo primo piatto sta nel condimento che si potrà rendere più raffinato e adatto ad un’occasione speciale con pochi accorgimenti. Per esempio, potrete mantecare il sugo con una bustina di zafferano, sostituire lo sgombro con del tonno fresco, o ancora aggiungere delle olive taggiasche per conferire maggior sapore.
  5. Zuppa di miso. Chi l’ha detto che alla Vigilia si debbano cucinare solo ricette nostrane? Questa zuppa di miso stupirà piacevolmente i vostri ospiti rendendo il vostro menu originale e pratico allo stesso tempo. L’unica accortezza sarà quella di reperire gli ingredienti necessari in un negozio specializzato in prodotti orientali: vi serviranno le alghe kombu, il mirin, il tofu e il katsuobushi (fiocchi finissimi di pesce fermentato).
  6. Minestra stracciatella. Uno dei comfort food più apprezzati con cui inaugurare i primi piatti del menu: la minestra stracciatella è una ricetta tipica della cucina romana che a differenza di altre zuppe o minestre, si caratterizza per l’estrema semplicità e velocità di realizzazione. Basterà portare a bollore il brodo – di carne o vegetale – versarci le uova con il parmigiano grattugiato e sbattere il tutto con una frusta. La vostra coccola è pronta per essere servita.
  7. Rotolini di pasta sfoglia con formaggio. Preparatene in quantità perché sarà difficile non cedere alla tentazione di mangiarne più di una manciata. Questi rotolini sono talmente semplici e veloci da realizzare che potrete anche cucinarli durante la serata: basterà spalmare sulla superficie della sfoglia un uovo sbattuto, del parmigiano grattugiato e formare tanti rotolini che cuocerete in forno per una decina di minuti.
  8. Carciofi in crosta. La ricchezza di sapore rende questi carciofi perfetti per essere serviti non solo come contorno, ma anche come secondo piatto. Il trito a base di formaggio, mentuccia e mollica di pane, insaporito con olio EVO, sale e pepe li rende spegne il gusto amarognolo dei carciofi, esaltandone la dolcezza.
  9. Mousse di cannellini al cioccolato piccante. Un abbinamento che potrebbe apparire ostico, se non fosse che la cucina giapponese ne ha fatto una componente essenziale della sua pasticceria. La scelta dei fagioli – in questo caso si utilizzano i cannellini per il loro gusto più dolce – si sposa perfettamente con le note amarognole del cioccolato esaltate dalle punte piccanti del peperoncino.
  10. Panino con cioccolato bianco al pistacchio. Godetevi l’apertura dei primi regali di Natale tra un boccone e l’altro di questo appetitoso panino dolce. Se non avete più voglia di rimanere seduti a tavola, gustatevi morso dopo morso il vostro dessert comodamente seduti sul divano. L’abbinamento del cioccolato bianco con le mandorle, il caffè e le more vi lascerà senza parole.

I Video di Agrodolce: Coda alla vaccinara