7 ricette last minute per Capodanno

30 Dicembre 2019

Potremmo definirle maratone culinarie, quelle che ci attendono durante le festività natalizie: tempo, fatica e dedizione nell’organizzare menu, gestire gusti e preferenze di ciascun ospite o nell’andare più volte al supermercato per acquistare l’ultimo ingrediente che manca sempre all’appello. un menu last minute e soprattutto stress free E così da qualche giorno prima della Vigilia fino all’atteso Capodanno ci si ritrova sommersi in to do list più o meno spuntate. Se fino a ora non siete riusciti a sottrarvi da questo ritmo vorticoso, potete rimediare l’ultimo dell’anno. Liberatevi dall’ansia da prestazione e pensate ad un menu veloce e pratico che potrete realizzare sul momento senza necessariamente andare a fare la spesa. Il trucco è quello di utilizzare gli avanzi della cena della Vigilia e del pranzo di Natale: date fondo alla vostra dispensa e ai numerosissimi regalini culinari che sicuramente avrete ricevuto da qualche amico o parente. È l’occasione perfetta per confermare tutta la vostra abilità ai fornelli senza però cimentarvi in piatti lungi e laboriosi. Ecco allora 7 ricette last minute con cui costruire il vostro di menu di Capodanno e festeggiare alla grande la fine del 2018.

  1. Crostini di polenta. Sfruttate gli avanzi di polenta dei giorni passati e trasformateli in uno sfizioso antipasto con cui inaugurare il vostro cenone di Capodanno. Per prima cosa affettatela e tagliatela in piccoli quadratini dello spessore di circa 3 cm. Spalmate sulla superficie gli ingredienti che avete a disposizione, come per esempio della ricotta fresca o altro formaggio spalmabile e completate con delle noci tritate. Proseguite con versioni differenti a base di gamberetti leggermente sbollentati, purea di zucca, o ancora, utilizzando della passata di pomodoro e del parmigiano (o pecorino) grattugiato.
  2. Spaghetti con ragù di cotechino. Alzi la mano chi non arriva all’ultimo dell’anno senza avere in casa una bella confezione di cotechino. Invece che prepararlo seguendo la classica ricetta con le lenticchie, utilizzatelo come condimento per realizzare un originale e saporito primo piatto. In una padella rosolate lo scalogno tritato con dell’olio extravergine d’oliva e aggiungete il cotechino sbriciolato. Cuocete a fuoco medio per circa 10 minuti e sfumate con del vino rosso fino a completa evaporazione. Aggiungete un pizzico di zucchero, la passata di pomodoro ed aggiustate di sale e di pepe. Proseguite la cottura fino a che il liquido non si sarà rappreso e la carne non sarà bella colorita e morbida. Fate bollire in abbondante acqua salata gli spaghetti (o i bucatini) e scolateli tenendo da parte due mestoli di acqua di cottura. Versate gli spaghetti nella padella con il condimento e saltate il tutto per qualche minuto. Completate con una generosa spolverizzata di parmigiano grattugiato.
  3. Polpette di riso. Un primo dall’aspetto che richiama quello di un secondo piatto, queste polpette di riso sono un’idea furba e veloce se avete in casa del riso già cotto che non sapete come riutilizzare. Per prima cosa mettetelo in una terrina e amalgamatelo insieme all’erba cipollina, alle uova sbattute e al parmigiano grattugiato fino a ottenere un composto sodo e omogeneo. Prelevate piccole porzioni di impasto e create delle palline al centro delle quali metterete un pezzettino di mozzarella. Passatele nel pangrattato e sistematele su una teglia coperta con carta da forno. Aggiustate di sale ed infornatele in forno già caldo a 180 °C per 20 minuti.
  4. Cotolette di arrosto. Un modo intelligente per far mangiare la carne anche ai più piccoli è trasformare l’arrosto avanzato in ghiotte cotolette da servire magari con delle patatine fritte o al forno. Tritate gli avanzi di arrosto e amalgamate la carne insieme alla mollica di pane bagnata nel latte, le uova e del prezzemolo tritato. Aggiustate di sale e di pepe e impastate dando la forma classica delle cotolette. Passatele nel pangrattato e cuocetele in padella con una noce di burro girandole da ciascun lato per pochi minuti.
  5. Polpette di lesso. Per rendere appetibili e sfiziosi anche gli avanzi meno riutilizzabili – come appunti quelli del lesso – il trucco è quello di giocare con forme e consistenze diverse. Create queste deliziose polpette facendo rosolare una dadolata di verdure miste in una padella insieme agli odori fino a che non si saranno ammorbidite. Unitele al lesso e aggiungete delle fette di pancarrè ammorbidite nel latte, del parmigiano grattugiato e dell’amaretto sbriciolato. Formate delle polpette e friggetele in abbondante olio di semi. A parte, create il sughetto per il condimento facendo restringere del vino rosso insieme alla scorza del limone e a una noce di burro. Servite le polpette insieme alla salsina a base di vino e completate con del prezzemolo tritato.
  6. Sformato dolce di mele e panettone. Se di panettone ne avete abbastanza, ma vi dispiace disfarvene, ecco la ricetta che fa per voi. Si tratta di uno sformato dalla consistenza morbidissima e dal sapore eccezionale a base di mele e panettone. Per realizzarlo dovrete sistemare le fette di panettone su una pirofila e bagnarle leggermente con del rum. A parte, frullate le uova con lo zucchero fino ad ottenere un impasto chiaro e spumoso e aromatizzate con la scorza del limone. Sbucciate le mele, tagliatele a fettine e distribuitele sopra il panettone, completate con il composto di uova e zucchero e infornate in forno già caldo a 170 °C per 20 minuti. Servite completando con dello zucchero a velo.
  7. Mousse al pandoro. Se vi sono rimasti pezzetti di pandoro dall’aspetto poco allettante che non sapete come riutilizzare, la soluzione è questa mousse facile e veloce. Potete preparare una classica crema pasticcera oppure – se avete poco tempo a disposizione – ricorrere al comodissimo mascarpone che andrete ad amalgamare insieme allo zucchero e agli aromi che più preferite (limone o arancia). Se amate il cioccolato potete aggiungere del cacao amaro o delle gocce fondenti. Coprite il fondo di coppe da dessert con i pezzetti di pandoro, versate la crema e proseguite alternando gli strati fino ad esaurimento degli ingredienti.

I Video di Agrodolce: Grissini