E voi partecipate al Veganuary, il gennaio vegano?

10 Gennaio 2020

Non è raro che l’avvicendarsi di un nuovo anno porti con sé una lunga lista di buoni propositi, spesso legati anche ad alcuni cambiamenti in tema di alimentazione. Ed è per questo che, da qualche tempo a questa parte, seguire un regime vegano per 30 giorni almeno in tutto il mondo gennaio è diventato Veganuary, il mese vegano, grazie a una campagna che sfida le persone ad abbracciare questo regime alimentare per almeno 30 giorni. L’iniziativa è stata lanciata nel 2014 in Gran Bretagna e, nel tempo, vi hanno aderito oltre 500mila persone, in oltre 190 Stati in tutto il mondo. Global ambassador di quest’anno è Joaquin Phoenix – che si dice abbia pressato per un menu vegan anche durante gli ultimi Golden Globes – insieme ad altri colleghi come Alicia Silverstone, Ellen Page, Evanna Lynch.

Contando su testimonial come Rosita Celentano, Daniela Poggi e lo chef stellato Pietro Leemann, da quest’anno è possibile aderire a questo movimento anche in Italia: registrandosi sull’omonimo sito, per tutto il mese si riceve una mail al giorno con le informazioni fondamentali per passare a una dieta vegetale, oltre a suggerimenti per ricette e menu settimanali e informazioni sull’impatto che ciò che si mangia ha su salute, animali e ambiente.

L’obiettivo della campagna è di contare sempre più iscritti e, perché no, convincere chi riuscirà a portare avanti questo regime a farlo suo molto più a lungo di un singolo mese. Ricordando, però, che il passaggio non è così semplice e va seguito con le debite accortezze. È comprovato, infatti, che se non correttamente eseguita una dieta vegana comporta una serie di carenze nutrizionali importanti, prima su tutte quella di vitamina B12, presente negli alimenti di origine animale. Cambiare drasticamente approccio con il fai-da-te, passando da una dieta onnivora a una strettamente vegetale, è quindi di norma sconsigliato: servono molte informazioni e molta pianificazione. E in questo, forse, è necessario l’aiuto di un professionista.

I Video di Agrodolce: Parmigiana di cavolfiore