How to: come preparare la detox water

14 Gennaio 2020

Pancia gonfia, senso di pesantezza, qualche chilo di troppo o semplice ritenzione idrica? Mangiare cibi salutari e depurativi per ritornare al proprio equilibrio rappresenta senz’altro una delle strategie da adottare, ma potrebbe non bastare.una bevanda da sorseggiare tutto il giorno se l'acqua naturale annoia  L’acqua che, già solo di per sé, svolge un ruolo fondamentale per il nostro organismo, può assumere un ruolo ancora più decisivo per la nostra salute grazie alle proprietà della frutta e della verdura in essa infuse. È questo il principio a cui si ispira la detox water (o acqua depurativa) che, da trend salutistico a stelle e strisce, è arrivata da qualche anno anche in Italia spopolando tra i fissati del fitness e non solo. Si tratta di una bevanda fresca e aromatizzata da sorseggiare durante il giorno – meglio se a stomaco vuoto – preparata con verdura e frutta lasciate in infusione per tutta la notte. Tra i numerosi benefici, c’è ovviamente quello di stimolare il metabolismo, favorire la diuresi e la digestione eliminando le tossine in eccesso. Preparare la propria detox water è facilissimo: vediamo passo dopo passo come realizzarla.

  1. Gli ingredienti. Per sfruttare al massimo le proprietà della detox water occorre scegliere ingredienti biologici, non trattati e possibilmente di stagione, che possiedano funzioni depurative e stimolanti. Da questo punto di vista, la versione più efficace è senz’altro quella a base di limone, cetriolo, zenzero e menta. Un mix portentoso che vi consentirà di eliminare i chili di troppo senza rinunciare al gusto di una bevanda fresca e dissetante. Se da un lato il limone contiene la pepsina – che aiuta a bruciare i grassi e ad attivare il metabolismo – dall’altro, il cetriolo e lo zenzero contribuiscono ad eliminare i liquidi in eccesso, mentre la menta rappresenta un ottimo rimedio contro i gas intestinali.
  2. Dosi e procedimento. Per la dose giornaliera attestatevi su queste quantità: 1 limone piccolo o 1/2 grande, 1/2 cetriolo, una manciata di foglie di menta fresca, 1/2 cm. di radice di zenzero e 1 litro d’acqua naturale. La prima cosa a cui dovrete prestare attenzione sarà la disposizione degli ingredienti all’interno del recipiente: posizionate sul fondo le fette di limone, proseguite con quelle di cetriolo e completate con le foglie di menta e lo spicchio di zenzero. A questo punto, riempite con l’acqua fredda in modo da coprire tutti gli ingredienti.
  3. Infusione. Per aumentare gli effetti benefici dell’infusione potete pestare leggermente gli ingredienti in modo che rilascino i loro succhi all’interno dell’acqua. Considerate che il tempo ottimale di infusione è di circa 12 ore, quindi, potete preparare la vostra water detox la sera prima, lasciarla in infusione in frigorifero tutta la notte e utilizzarla il giorno seguente.
  4. Contenitore. Quanto alla scelta del recipiente, prediligete caraffe o brocche di vetro che mantengano perfettamente la temperatura e preservino le sostanze che si sprigioneranno durante l’infusione. Altro accorgimento è quello di utilizzatore contenitore con tappi, meglio se con chiusura ermetica: in alternativa, potete ovviare con della pellicola trasparente.
  5. Varianti. Le water detox possono essere preparate in moltissimi modi, a seconda dei vostri gusti e degli ingredienti a disposizione. Scegliete abbinamenti di frutta e verdura che si bilancino nel gusto e nelle proprietà benefiche, realizzando ad esempio mix di agrumi, kiwi, carote e sedano. O ancora, utilizzando solo i frutti rossi – mirtilli, lamponi e ribes – con la loro funzione antiossidante. Altrimenti, unite le proprietà drenanti delle mele e delle carote con quelle digestive dello zenzero.

I Video di Agrodolce: Come sfilettare il rombo