Cracco aprirà una scuola di cucina a Milano

20 Gennaio 2020

Carlo Cracco avrà anche lasciato la conduzione di MasterChef Italia, non sarà riuscito a riconquistare la seconda stella Michelin, ma una cosa è certa: in questi anni è un vulcano di idee e di attività. Così, dopo l’apertura di Cracco in galleria nel 2018 e la partecipazione al talent The Final Table su Netflix, il maestro di origine vicentina torna in scena con un nuovo progetto. Con la sua associazione Maestro Martino, nata per promuovere la filiera agroalimentare della Lombardia grazie alla cucina d’autore, infatti, ha presentato un progetto per la realizzazione di una scuola di cucina all’interno di alcuni degli spazi di un edificio comunale sottoutilizzato a Milano.

L’immobile in questione è Palazzo De Magistris in piazzale Antonio Cantore 10, vicino alla Darsena, in zona Porta Genova. L’edificio era stato protagonista di un bando per l’utilizzo a fini educativi e formativi un anno fa ma non erano arrivate proposte. Diversa è la situazione oggi con il progetto dell’associazione fondata e presieduta dallo chef che, in una parte del palazzo (1.369 mq), vorrebbe appunto creare un punto di formazione professionale indirizzato ai giovani cuochi. Il bando è stato quindi rilanciato per verificare che non ci siano manifestazioni di interesse o proposte migliori da parte di altri soggetti. Se nessun altro si dovesse fare avanti, nascerà così la scuola di cucina di Cracco a Milano.

L’affitto dello spazio costerà 200mila euro all’anno e, chi se ne occuperà, dovrà prendersi carico dei lavori di ristrutturazione di questa porzione di Palazzo De Magistris che dovrebbero ammontare a circa 2 milioni di euro secondo quanto stimato dal Comune. Un costo importante che, però, potrà essere scalato dal canone di locazione per i primi quattro anni. Riuscirà lo chef Carlo Cracco nell’impresa?

I Video di Agrodolce: Patate al forno