Le migliori gelaterie d’Italia per il 2020 secondo Gambero Rosso

22 Gennaio 2020

La quarta edizione della guida Gelaterie d’Italia di Gambero Rosso, presentata durante il Sigep di Rimini, cristallizza un regno del gelato sempre più scientifico, ma allo stesso tempo sempre più buono, sano e sostenibile. Studio, ricerca, sperimentazione e confronto danno vita a un gelato che non dimentica la tradizione, ma che usa tutti gli strumenti che tecnologia e innovazione mettono a disposizione per un prodotto di qualità che esalta il patrimonio agroalimentare italiano. Salgono a 55 i locali premiati con i Tre Coni, il massimo riconoscimento, per questo 2020. La Lombardia è in testa con 11 gelaterie premiate, seguita da Emilia- Romagna con 8.  Piemonte, Veneto e Lazio ne contano 6, mentre la Toscana 5. Liguria, Friuli Venezia Giulia, Campania e Sardegna con 2, Marche, Abruzzo, Puglia, Basilicata e Sicilia con 1.

TRE CONI

Dodici le new entry per quanto riguarda il premio più ambito. In testa c’è ancora la Lombardia. Vediamo quindi le migliori gelaterie regione per regione.

PIEMONTE

Canelin – Acqui Terme (Al)
Marco Serra Gelatiere – Carignano (To)
Alberto Marchetti – Torino
Mara dei Boschi – Torino
Ottimo! Buono non basta – Torino
Soban – Valenza (Al)

LIGURIA

Cremeria Spinola – Chiavari (Ge)
Profumo – Genova

LOMBARDIA

La Pasqualina – Almenno San Bartolomeo (Bg)
Il Dolce Sogno – Busto Arsizio (Va)
Oasi American Bar – Fara Gerra D’Adda (Bg)
Artico – Milano
Ciacco – Milano
Lo Gnomo Gelato – Milano
Paganelli – Milano
Pavé – Gelati & granite – Milano
Chantilly – Moglia (Mn)
L’Albero dei Gelati – Monza
VeroLatte – Vigevano (Pv)

VENETO

Gelateria Naturale Scaldaferro – Dolo (Ve)
Golosi di Natura – Gazzo (Pd)
Chocolat – Mestre (Ve)
Gelateria Marisa – San Giorgio delle Pertiche (Pd)
Dassie – Vero Gelato Artigiano – Treviso
Zeno Gelato e Cioccolato – Verona

FRIULI VENEZIA GIULIA

Scian L’Insolito Gelato – Cordenons (Pn)
Fiordilatte – Udine

EMILIA ROMAGNA

Cremeria Santo Stefano – Bologna
Cremeria Scirocco – Bologna
Stefino – Bologna
Bloom – Modena
Ciacco – Parma
Cremeria Capolinea – Reggio Emilia
Sanelli – Salsommaggiore Terme (Pr)
Il Teatro del Gelato – Sant’Agostino (Fe)

TOSCANA

Carapina – Firenze
Gelateria della Passera – Firenze
Chiccheria – Grosseto
De’ Coltelli – Pisa
Dondoli – San Gimignano (Si)

MARCHE

Paolo Brunelli – Senigallia (An)

LAZIO

Gretel Factory – Formia (Lt)
Greed Avidi di Gelato – Frascati (Rm)
La Gourmandise – Roma
Otaleg! – Roma
Pinguino Gelateria Artigianale – Roma
Torcè – Roma

ABRUZZO

Bar Gelateria Duomo – L’Aquila

CAMPANIA

Di Matteo – Torchiara (Sa)
Cremeria Gabriele – Vico Equense (Na)

PUGLIA

G&Co – Tricase – (Le)

BASILICATA

Emilio – Maratea (Pz)

SICILIA

Cappadonia Gelati – Palermo

SARDEGNA

I Fenu Gelateria e Pasticceria – Cagliari
Dolci Sfizi – Macomer (Nu)

PREMI SPECIALI

Anche quest’anno previsti i premi speciali. Il riconoscimento per il Miglior Gelato al Cioccolato è andato a Lo Gnomo Gelato di Milano, fresco di entrata in classifica. “I deliziosi cioccolati – si legge sul sito di Gambero Rosso – tra cui un latte Ecuador, due fondenti Venezuela 85% e Repubblica Dominicana 68% e il bianco Opalys, sono frutto di grande cura nella selezione della materia prima e di altrettanta padronanza nella loro lavorazione e nel bilanciamento delle ricette”.

Gelatiere Emergente è invece Marina Francesconi, della gelateria Gelatina di Genova. Secondo la giuria il suo approccio illuminato “ha saputo coniugare le sue grandi passioni (oltre al “sottozero” ci sono infatti l’arte e il design) in un luogo in cui si può anche leggere e partecipare a mostre ed eventi. Ma i veri protagonisti restano i suoi gelati, frutto di uno sguardo attento alle materie prime e di ricette che sanno rispettarle e valorizzarle”.

Miglior Gelato Gastronomico è invece quello di Antonio Mezzalira, di Golosi di Natura, Gazzo (PD). “Competente, appassionato e incessante sperimentatore, nella sua gelateria ha da tempo sbaragliato i labili confini tra dolce e salato, con proposte che giocano con ortaggi, frutta, formaggi e spezie per gusti gastronomici davvero intriganti e di grandissima piacevolezza”.

Il premio sostenibilità, infine, va alla gelateria Maison Corsini di Torino. Qui l’impegno per la sostenibilità si traduce “non solo nell’attenzione in termini di gestione delle energie e degli sprechi (mantecazione manuale), ma anche nel sostegno a popolazioni in difficoltà”. Per ogni chilo di gelato acquistato, infatti, la gelateria dona il 10% dell’incasso a un’associazione impegnata nella realizzazione di pozzi in Niger.