Roma: dove mangiare bene con 10 euro

13 Febbraio 2020

Roma, come tutte le metropoli, è una città di grandi contrasti. Anche qui, se ci si mette alla ricerca, si possono trovare ristorante di ogni genere, da quelli che fanno cucina moderna alle trattorie più classiche, dalle cucine di paesi lontani alle cucine regionali italiane. In questo panorama, però, non è facile raccapezzarsi. Oggi, per aiutarvi, vogliamo provare a fare una lista di luoghi dove mangiare bene a Roma con 10 euro.

  1. Pizza al taglio. Partiamo dalla pizza: a Roma esistono un numero spropositato di pizzerie al taglio. Questo tipo di pizza, che sia preparata in teglia o alla pala, è un vero e proprio must della città. Dalla pizza con mortadella a quella prosciutto e fichi, dalla classica pizza rossa da forno a la patate, gli indirizzi dove mangiarla sono infiniti. Tra i nostri preferiti, però, ci sono Pommidoro (via delle Acacie, 1), Pizzarium (via della Meloria, 43), Alice Pizza (vari punti vendita), Pizza Chef (via Clelia, 63/a), Antico Forno Cotugno (via Ozanam, 29) e Pizzeria Sancho (Fiumicino), tutti indirizzi dove si può mangiare, anche abbondantemente, sotto i 10 €. 
  2. Pasta. Anche mangiare un piatto di pasta con 10 € non è difficile in città, soprattutto se si sa dove andare: amati da turisti e lavoratori che hanno bisogno di un pasto di qualità da mangiare al volo, i pastifici che propongono piatti buoni a poco prezzo sono ormai un must. Tra i consigliati c’è Retropasta (via della Stelletta, 4), il laboratorio dei ragazzi di Retrobottega dove assaggiare principalmente pasta ripiena di qualità; Mariolina Ravioli (via Panisperna, 222), Pastasciutta (piazzale Flaminio, 10) e Cus Cus (via Arezzo, 39), uno dei pochi luoghi dove assaggiare questo primo piatto della tradizione siciliana. 
  3. Panini. Tra burger e panini gourmet, ormai le formule per mangiare un buon panino con 10 € sono moltissime. Anche in questo caso non è facile districarsi tra le mille proposte, quindi ecco qui alcuni dei nostri preferiti: Pork’n’Roll Bottega (via Carlo Caneva, 11/b) per mangiare prodotti veramente di qualità, fatti in casa e etici; Mordi e Vai (via Beniamino Franklin, 12/e) dove assaggiare panini con ripieni classici della tradizione romana; Banco 49 (Trionfale), spinoff di Birretta Wine&Food, dove mangiare alcuni dei loro hamburger più classici; Giano Laboratorio Gastronomico (via Adda, 127); Zia Rosetta (via Urbana, 54) con rosette e mini rosette dai ripieni innovativi; Flower Burger (Prati e Sallustiano) è invece perfetto per chi ama i burger vegani di tutti i colori. In arrivo anche Pescaria, il format di panini di pesce che ha fatto impazzire Polignano a Mare, Milano e Torino. 
  4. Cucina asiatica. Come Milano, anche Roma ha ceduto al fascino della cucina asiatica, quindi non è difficile trovare ristoranti o locali di street food che propongono piatti che arrivano da quella parte del mondo. Tra i più famosi Lamian Bar (via dei Conciatori, 9/a), dove con 10 € si può assaggiare un ottimo piatto di spaghetti cinesi (lamian) e magari anche una porzione dei loro ravioli. Oltre a loro anche JiaMo Lab (via Bergamo, 15) che prepara i jiamo, tipici panini cinesi croccanti con dentro vari tipi di condimenti; Banh (via Cremona, 52/b) dove assaggiare ravioli e bao con influenze italiane.
  5. Cucina greca. Una cucina geograficamente vicinissima a quella italiana, ma che è profondamente influenzata dai suoi vicini mediorientali. Ci sono ancora pochi posti dove mangiare un buon greco a Roma, ma ne abbiamo trovati due in cui si riescono a gustare le specialità della cucina ellenica intorno a 10 €: Elleniko (viale Aventino, 109) ristorantino dove assaggiare pita, souvlaki e moussaka al volo, e Spiros (Testaccio), nuova apertura all’interno del mercato Testaccio, tutta dedicata allo street food greco. 
  6. Trapizzino. Una categoria a parte la fa il Trapizzino, famosissima tasca di pizza esportata da Stefano Callegari in tutto il mondo. Per un pranzo o una cena veloce e a poco prezzo, Trapizzino è veramente il concetto di street food applicato alla cucina di casa: ripieno di polpette, di lingua o di pollo alla picchiapò, il trapizzino costa 4 €, quindi con 10 € potrete mangiare due trapizzini o un trapizzino e un supplì. Se non l’avete mai provato, vi consigliamo di farlo perché è un must per chiunque viva o passi per Roma. Lo trovate in ben 5 punti sparsi per la città.
  7. Fritti. Come si dice a Roma: “Fritta è bona anche ‘na ciavatta!” e quindi la categoria è particolarmente ricca. Si parte da Dar Filettaro a Santa Barbara (largo dei Librari, 88), dove assaggiare il filetto di baccalà preparato con lo stesso metodo da decenni per arrivare ai supplì di Supplizio (Campo de Fiori, Trastevere, Piazza Navona), ai fritti di Pastella (Pigneto e Termini), al pollo fritto di Legs (via delle Rose, 54), dove assaggiare i fritti pensati dai ragazzi di Mazzo in un format che ricorda quello dei fast food americani ma con un occhio attentissimo alla qualità. 
  8. Cucina etnica. L’ultima categoria di locali dove mangiare bene a Roma con 10 € non poteva che essere quella della cucina etnica: dal kebab, ad esempio quello di Fonzie Oriental (via di S. Maria del Pianto, 65) o quello dello storico Alì Babà (via del Carroceto, 96), ai burritos di Maybu (via Candia, 113), dai tacos di Tacos&Beer (via del Boschetto, 130) agli smørrebrød scandinavi di Smor (via Cesare Paoletti, 23), tutti i palati potranno essere soddisfatti.

I Video di Agrodolce: Parmigiana di funghi e patate