Nasi Goreng: come cucinare il riso fritto indonesiano

1 Marzo 2020

È il piatto che le donne preparano quando in casa ci sono ospiti importanti. Stiamo parlando del nasi goreng, il piatto tradizionale dell’Indonesia. Che ha mille varianti diverse a seconda della regione e dell’isola in cui si prepara. E che nasce dalla storia più antica e contadina, fatta di ricette semplici e prodotti locali. Letteralmente, in indonesiano, nasi goreng vuol dire riso fritto. Il cereale, infatti, è prima lessato o cotto a vapore e poi saltato nel wok insieme ad altri ingredienti. Dentro ci sono carne di pollo o manzo, verdure, gamberi e uova e salse, che insieme creano un gustosissimo piatto unico.

L’origine del nasi goreng non è ancora chiara. Spesso è descritto come la versione indonesiana del riso fritto cinese. Ma non è stato ancora accertato quando gli indonesiani fecero propria questa ricetta, riproponendola secondo i loro gusti. Secondo alcuni, l’adozione potrebbe risalire al periodo tra il X e il XV secolo, quando il commercio tra Indonesia e Cina era al suo apice.

Saporito ed equilibrato, il nasi goreng è un piatto che è solitamente cucinato al mattino per essere consumato a temperatura ambiente come colazione, pranzo o cena. È anche un po’ piccante, grazie all’uso del sambal, una salsa a base di peperoncino, succo di lime, zucchero. Curiosi di prepararlo a casa? Ecco come potete cucinare il nasi goreng.

  1. Iniziate preparando il riso. Pesatene circa 70 grammi a persona e bollitelo o cuocetelo a vapore. Una volta pronto, allargatelo su un vassoio a intiepidire. Se riuscite, è ancora meglio prepararlo il giorno prima.
  2. Versate quindi un cucchiaio di olio di arachidi in una padella antiaderente. Aggiungete 2 uova sbattute e cuocetele come una frittatina. Una volta pronte mettetele da parte a freddare.  Tritate insieme peperoncino, aglio, cipollotti e mescolateli insieme al sambal (lo trovate nei negozi specializzati), a seconda del grado di piccantezza che preferite.
  3. Quindi scaldate ancora 2 cucchiai di olio di arachidi nel wok e iniziate a rosolare. Prima la salsa insieme a gamberi e al pollo (o manzo) tagliato a striscioline. Poi aggiungete le verdure, come il peperone fresco tagliato a dadini o i fagiolini, ancora cipollotti tagliati a fettine e lasciate rosolare per una decina di minuti. Infine la frittata, anche questa tagliata a strisce sottili. Mescolate ancora per alcuni minuti. 
  4. Chiudete quindi con il riso, che salterete con la salsa di soia kecap, aromatizzata e zuccherata, e saltate per altri 2-3 minuti. Una volta molto croccante spegnete e servite a temperatura ambiente.

I Video di Agrodolce: Peperoni arrostiti