Annullato il Vinitaly 2020: appuntamento al 2021

25 Marzo 2020

Dopo un tentativo di posticipo a giugno, per non veder completamente sfumare l’edizione 2020, Vinitaly ha deciso di annullare tutto. l'appuntamento è rimandato al 2021 E di rimandare l’appuntamento direttamente al 2021. Il cda di Veronafiere, insieme alla direzione generale, ha infatti deciso di riorganizzare le attività per affrontare da una parte l’attuale emergenza, dall’altra per progettare in vista di una futura ripresa. “Il perdurare dell’emergenza Coronavirus – ha spiegato Maurizio Danese, presidente di Veronafiere – con il susseguirsi dei decreti urgenti del Governo e la più recente propagazione dello stesso a livello europeo e non solo, hanno reso improcrastinabili alcune decisioni”. L’idea, ora, è quella di concentrarsi sul futuro, incrementando gli sforzi in tal senso anche nel tempo che rimane di questo 2020.

Il post emergenza per noi si chiama rinascita – ha commentato Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere – in accordo con le organizzazioni di filiera, Vinitaly, Sol&Agrifood ed Enolitech si spostano quindi al prossimo anno. Per questo oltre a lavorare con investimenti straordinari sui nostri eventi internazionali Vinitaly Chengdu, Vinitaly China Road Show, Wine South America (23-25 settembre 2020), Vinitaly Russia (26 e 28 ottobre 2020), Vinitaly Hong Kong (5-7 novembre 2020), Wine To Asia (9-11 novembre 2020) e le iniziative della Vinitaly International Academy, ci mettiamo a disposizione del settore e del sistema della promozione per considerare la realizzazione di un evento innovativo il prossimo autunno a servizio delle aziende”.