Un menu da fare tutto al microonde

6 Aprile 2020

Se c’è un elettrodomestico che mi porto dietro fin dall’università e che mi segue continuamente nel peregrinare degli ultimi dieci anni questo è il forno a microonde. se non avete un forno classico, non disperate Combinato, cioè con il grill. Ideale per scongelare velocemente pranzi e cene, superbo nello scaldare il caffellatte al mattino, è la panacea di tutti i mali quando di accendere i fornelli proprio non c’è la minima intenzione. E se in questa doverosa attesa casalinga vi ritrovate a passare la quarantena in un mini appartamento non dotato di un comune forno, ma di uno scintillante quanto misterioso fornetto a microonde, se non siete tra quelli che stanno impiastricciando le cucine, perché poi tocca anche pulirle e non avete la lavastoviglie, questo è l’articolo che fa per voi. Oggi prepariamo insieme un intero pasto per 2 persone, dal primo al dolce, in meno di un’ora. Tutto nel microonde.

L’importanza dei contenitori

Prima di iniziare una premessa è doverosa: per usare il microonde dovete possedere i contenitori giusti. Se sono idonei vi trovate stampigliato sotto l’apposito simbolo (un rettangolo con tre lineette curve) e di solito sono di vetro, pyrex, terracotta, plastica, silicone, ceramica, carta. Tutti i metalli, così come il cristallo, non si possono utilizzare, perché riflettono le microonde che vanno a danneggiare la loro fonte di emissione, il magnetron. Il che può portare alla rottura del forno.

Tempi di cottura

C’è anche un’altra annotazione da fare: i tempi di cottura non saranno mai uguali, perché tutti i forni sono differenti. Per loro natura, le microonde reagiscono con alcuni componenti come acqua e grassi, che agitano in cottura e gli alimenti con più acqua cuoceranno più velocemente dei cibi solidi. Inoltre, al contrario di ciò che accade in un forno normale, qui il calore si propaga dall’interno all’esterno e non viceversa. Dunque procedete per tentativi.

  1. Lasagna al microonde (circa 15 minuti). L’unica accortezza che vi si richiede per una lasagna con tutti i crismi è quella di aver preparato per tempo un buon ragù e un’ottima besciamella. Questa volta sì, sui fornelli. Seguendo, però, i dettami di questo articolo, andranno bene anche i prodotti già pronti. Prendete un contenitore alto – io uso una teglia tonda in pyrex alta 8 cm e con diametro 20 – e cominciate a comporre gli strati. Per la pasta sceglietene una già pronta dal banco frigo, di quelle fresche che non prevedono cottura. Besciamella, pasta, sugo, besciamella, formaggio grattugiato, pasta. E continuate fino a comporre almeno 5 strati. Chiudete sull’ultima sfoglia di pasta con besciamella e formaggio, aggiungete un pochino di latte sui bordi e siete pronti a infornare: 15 minuti a 350 w con funzione grill e sono pronte. Ovviamente per la farcitura potete sbizzarrirvi.
  2. Pollo vino bianco e origano (circa 15 minuti). Questa è una ricetta che mia nonna, e poi mia mamma, hanno tramandato a me e che rifaccio spesso per sentirle vicine in questo momento. È tanto semplice quanto soddisfacente. Per prepararla utilizzo la stessa pirofila di vetro delle lasagne – dunque altezza 8 cm, diametro 20 – perché ho bisogno di aggiungere liquidi. Tutto insieme, nel contenitore, adagiamo 3 sovracosce di pollo senza pelle (vanno bene anche i fusi), 1 spicchio d’aglio intero sbucciato, 100 ml di vino bianco, 100 ml d’acqua, una spolverizzata di origano secco, a gusto sale e pepe. Per evitare schizzi, è necessario coprire il contenitore con l’apposito coperchio da microonde, o in alternativa con l’apposita pellicola, da bucherellare leggermente. Quindi via, in forno solo microonde a 600 w per circa 12-15 minuti.
  3. Sformato di zucchine (circa 20 minuti). Per questo sformato uso una pirofila, tonda e sempre in pyrex, ma più bassa e più larga: 3,5x 28 cm di diametro. Questo mi consente di poggiarla sull’alzatina (la griglia in dotazione con il forno) e avvicinarla così maggiormente al grill, per una crosticina molto più dorata e croccante. Per lo sformato vi servono 3 zucchine, fiordilatte, formaggio grattugiato, sale, pepe. Se cercate un effetto esteticamente più gradevole tagliate le zucchine a rondelle di circa mezzo centimetro, disponendole a raggiera. In alternativa tagliatele per la lunghezza, ottenendo così delle strisce, da comporre come una lasagna. Formate gli strati, con al centro il fiordilatte strappato, spolverando l’ultimo con il formaggio grattugiato. Infilate in forno, per i primi 10 minuti a 850 w soltanto microonde, poi per i restanti 10 aggiungendo anche con il grill. Controllate, ogni tanto, che non si dori troppo, perché come abbiamo già detto i forni non sono tutti uguali.
  4. Brownies (circa 4 minuti). Ed eccoci arrivati al dolce. Per preparare i brownies con queste dosi vi servirà un contenitore possibilmente quadrato o rettangolare 20×20 e alto almeno 5 cm, di vetro o silicone che sia. Sempre con il microonde sciogliete 40 g di cioccolato fondente con 50 g di burro. Quindi aggiungete 5 cucchiai di zucchero per raffreddare il composto, poi 1 uovo e a seguire 60 g di farina 00, 30 g di cacao amaro, mezzo cucchiaino di lievito per dolci (se non lo avete usate il bicarbonato), 1 pizzico di sale. Mischiate tutto e versate nello stampo, quindi infornate alla massima potenza per 4 minuti circa. Per mantenere alta l’umidità potete affiancare alla teglia una tazza con dell’acqua. Quindi sfornate, lasciate freddare e poi sformate.

I Video di Agrodolce: Barchette di patate