Campari aiuta la Lombardia e produce gel igienizzanti

21 Aprile 2020

Campari: un nome noto a tutti. Ma non tutti sanno che la storia di questa azienda è cominciata nel 1860, quando Gaspare Campari ha aperto a Milano una distilleria e successivamente il Caffè Camparino, campari è da sempre legata a filo doppio a milano e alla lombardia nella Galleria Vittorio Emanuele II. Da allora è stato un crescendo continuo; il Gruppo, con i suoi marchi, si è imposto a livello mondiale. Ma il legame con il capoluogo lombardo non si è mai allentato, anzi è diventato sempre più solido. Ed è proprio per questo che Campari Group, nel decidere di unirsi alle realtà imprenditoriali scese in campo per dare un concreto aiuto nella lotta al Coronavirus, ha scelto come destinataria una struttura chiave non solo di Milano e del relativo hinterland, ma di tutta la regione Lombardia: l’Azienda socio sanitaria territoriale Fatebenefratelli Sacco.

Per gratitudine ma anche senso del dovere

Sul sito ufficiale di Campari Group è apparso un lungo messaggio, che inizia con queste parole: “Milano, motore economico e sociale, con una grande storia e da sempre interprete delle avanguardie culturali e delle migliori energie del nostro Paese, sei oggi colpita da un’emergenza che sta mettendo a dura prova tutta l’Italia e il mondo intero. Ma non ti arrendi”. la donazione di 1 milione di euro è stata destinata all'ospedale sacco di milano Poi l’accento è posto sull’esercito di medici, infermieri e operatori sanitari che in tutto il Paese sta lottando senza fermarsi, mettendo in campo grandi dosi di professionalità e dedizione “per curare le profonde ferite che l’emergenza del Coronavirus sta infliggendo all’Italia intera”. La storica azienda milanese, spinta da gratitudine ma anche da un senso del dovere, non resta a guardare e anzi ha deciso di donare 1 milione di euro al Fatebenefratelli Sacco, “centro di eccellenza nazionale nello studio e nella cura delle malattie infettive ad alta diffusibilità e pericolosità e punto di riferimento per la gestione dei pazienti più critici affetti da Covid-19”. Più precisamente, la somma è stata destinata in parte al finanziamento di una UO di Terapia Intensiva generale e in parte all’acquisto di un impianto dotato di pressioni negative per 10 box di rianimazione.

Il sodalizio con Intercos per la produzione di gel igienizzante

Più di recente Campari Group ha annunciato un sodalizio con Intercos Group, azienda italiana specializzata nello sviluppo di prodotti per la cosmetica, finalizzato alla realizzazione di gel igienizzanti a base alcolica – 15mila bottiglie – da consegnare agli operatori sanitari degli ospedali lombardi. Campari Group praticamente ha donato l’alcol puro, originariamente destinato alle proprie produzioni, e gli esperti del Gruppo Intercos l’hanno trasformato e imbottigliato. Le due aziende stanno provvedendo anche alla consegna del gel nelle strutture dove c’è bisogno più urgente.

I Video di Agrodolce: Coda alla vaccinara