Coronavirus: come rendere sicura la cucina

6 Maggio 2020

Il Coronavirus ha messo in discussione tutti i nostri parametri igienici. C’è chi ha iniziato a disinfettare il proprio cellulare due volte al giorno (andava fatto anche prima, eh). anche la nostra cucina va resa sicura e pulita C’è chi ha iniziato a selezionare i servizi di delivery in base alle protezioni indossate dai rider. C’è chi si chiede come disinfettare la spesa nel modo giusto, una volta a casa. C’è chi si interroga sui prodotti più adatti da usare per rendere davvero pulito il proprio piano di lavoro in cucina. Sì, anche i nostri fornelli – e non solo quelli dei ristoranti che fanno asporto – hanno bisogno di sanificazione. Cosa possiamo fare? Ve lo spieghiamo noi. 

Le regole da seguire

Ogni azione svolta in cucina – dal conservare le provviste al preparare da mangiare – è un potenziale aiuto alla trasmissione del Covid-19. Ma le principali organizzazioni sanitarie nazionali e mondiali hanno affermato che non ci sono prove della trasmissione del virus attraverso il cibo. Tuttavia è necessario evitare di portare la malattia dal supermercato agli ambienti domestici, contagiando conviventi e familiari. Per evitarlo, basta seguire le buone pratiche diffuse da Foodsafety.gov.

  1. Primo, pulire. Non ci stancheremo mai di ripetere che bisogna lavarsi le mani, ma anche igienizzare gli utensili e le superfici della cucina. Fatelo spesso: è per la vostra sicurezza. Appena tornati dal supermercato, togliete i guanti e lavatevi le mani. A questo punto, lavale ogni volta che termini un’operazione: dal sistemare gli articoli acquistati al preparare la cena.
  2. Il secondo passo è separare. Metti le buste della spesa sul pavimento. L’ideale sarebbe non far entrare le buste in casa. Puoi svuotarle sul pianerottolo, portando dentro solo i prodotti acquistati. Getta poi le buste. Smista gli alimenti in base alle tue abitudini, ma attenzione: ci sono cibi che è meglio tenere distanti tra loro. Ad esempio, meglio tenere da parte la carne cruda di bovino e di pollo dal pesce, oppure le uova da altri prodotti alimentari. Tra l’altro, se acquistate a temperatura ambiente, queste ultime dovreste tenerle fuori dal frigo. Al termine dell’operazione, inutile dirlo, devi lavarti le mani.
  3. Questo vale sempre, anche dopo la pandemia: pulisci le superfici della cucina alla fine della giornata. Piani di lavoro, lavandino e piano cottura vanno igienizzati ogni giorno. Utilizza taglieri puliti e lava i piatti in lavastoviglie se puoi. Pulisci il tavolo prima e dopo ogni pasto.
  4. Frutta e verdura vanno lavate accuratamente. Nei supermercati possono esser state toccate da chiunque. Usa l’acqua corrente e asciugali con della carta assorbente. Non usare spugne o retine: potrebbero aggiungere altri batteri al prodotto. Usa del bicarbonato o del sale per sanificare naturalmente questi alimenti.
  5. Un altro elemento da non trascurare è la cottura. La temperatura a cui sono preparati i cibi è importante. È dimostrato che il calore uccide il virus.
  6. Ricordati di congelare o conservare in frigo entro 2 ore dall’acquisto di un prodotto è importantissimo per mantenere la salubrità del prodotto.
  7. Ma la cosa più importante è un’altra. Tutti gli abitanti della casa devono seguire le stesse procedure. Lavarsi le mani al termine di ogni operazione è fondamentale, specie se si è toccati prodotti provenienti dall’esterno. Ma ricordiamo anche che mantenere il distanziamento sociale e non toccarci la faccia restano gesti importantissimi. Non perdiamoci dietro la sanificazione selvaggia: osservare queste tre regole resta l’operazione principale da compiere.