I ristoranti stellati che fanno delivery in attesa del 1 giugno

7 Maggio 2020

L’emergenza sanitaria di questi mesi ha cambiato totalmente le nostre vite e il lavoro di tanti. Soprattutto è aumentata sempre più  la voglia di ritorno a qualcosa di simile alla normalità, come una cena nel proprio ristorante preferito. in attesa di riaprire il primo giugno, anche gli stellati si adeguano al delivery Speravamo che con l’inizio della tanto attesa fase 2 il 4 maggio il nostro desiderio potesse essere in qualche modo soddisfatto. Lo speravano anche i ristoratori, fermi da marzo. Purtroppo non è stato così e la riapertura dei locali è al momento rimandata al primo giugno. Alcuni ristoratori, sia in Italia che all’estero, si sono organizzati o si stanno organizzando in questi giorni con il servizio di consegna a domicilio. Tra questi, anche i ristoranti segnalati con le stelle della guida Michelin, che portano a casa nostra piatti speciali per solleticarci il palato in questo buio periodo. Scopriamo allora alcuni tra gli stellati che fanno delivery in Italia.

  1. Del Cambio (Torino): un menu delivery con i grandi classici della tradizione piemontese e italiana. Ricca è poi l’offerta della pasticceria, dei prodotti da forno e dei vini. Potete anche ordinare un aperitivo con cocktail, mandorle salate e arachidi al wasabi.
  2. Marc Lanteri Al Castello (Grinzane Cavour): menu settimanali e un menu alla carta, che comprende anche il famoso foie gras di anatra al torcione dello chef. I piatti vengono consegnati gratuitamente ad Alba e dintorni con le indicazioni da seguire per rigenerare le pietanze a casa e servirle al meglio.
  3. Da Vittorio (Brusaporto): tre menu diversi ogni settimana a base di carne, pesce o vegetariano a cui è possibile abbinare un vino consigliato dal sommelier del ristorante della famiglia Cerea. Il servizio si chiama Da Vittorio At Home e comprende una serie di consigli per servire al meglio le portate.
  4. Viva Viviana Varese (Milano): nel capoluogo lombardo arriva il pacco da su a su, piccoli menu di tre portate a base di carne o pesce oppure il pacco famiglia VIVA la lentezza o quello dedicato alle conserve. Ci sono poi proposte extra come due ricette a base di polpo e le dolcezze, dal tris di marmellate alla torta di rose. All’interno del pacco si trovano tutte le informazioni su come servire le ricette.
  5. Daniel Canzian (Milano): “Riprendiamoci il gusto“. È il motto del delivery di Daniel Canzian che propone ogni settimana tre menu diversi, un’offerta dedicata all’aperitivo e proposte speciali per giornate uniche, come la festa della mamma. Il servizio è attivo dal lunedì al sabato per un minimo di due persone. La consegna costa 10 euro ma è gratuita per ordini da quattro persone in su.
  6. It Milano (Milano): dal primo maggio questa stella Michelin si avvale del supporto di piattaforme come Deliveroo, UberEats, MyMenu e Glovo per arrivare direttamente da voi con le sue proposte gourmet.
  7. Ristorante Trussardi alla Scala (Milano): il Trussardi Delivery a pranzo e a cena vi permette di scegliere tra tre stili. Il menu Tru vi porta tra menu di pesce, vegetariano o milanese, mentre il pizza Tru vi ingolosisce con quattro diverse pizze. Infine l’Easy Tru raccoglie semplici proposte a base di hamburger, di verdure, di crudo o di Caesar Salad. La consegna è gratuita a Milano sopra i 40 euro. Con 20 euro è possibile ricevere i piatti anche in provincia.
  8. Miramonti l’Altro (Concesio): lo chef Philippe Léveillé ha deciso di puntare sulla dolcezza con il suo Sweet Delivery disponibile da giovedì a domenica. Tra le ricette tra cui scegliere non può mancare il gelato di crema Miramonti con possibile aggiunta di fragole caramellate. Il costo della consegna è di 5 euro ed è necessario un ordine minimo di 30.
  9. La Peca (Lonigo): una carta diversa ogni settimana da consultare e in caso ordinare per un weekend gourmet, assaggiando magari ravioli di melanzane alla brace o mousse di liquirizia con gelatina al limone. Sono disponibili anche sette wine box tematiche. L’ordine minimo è di 100 euro con consegna gratuita entro i 15 km.
  10. Antica Osteria Cera (Campagna Lupia): diverse proposte ispirate alla cucina veneta e dell’Adriatico disponibili da venerdì alla domenica a pranzo. E, in questa regione, non può mancare l’aperitivo a domicilio con sfiziose ricette tra cui scegliere, dal baccalà mantecato ai cracker di curcuma con melanzane, burrata, pomodoro e merluzzo al basilico.
  11. Il Ridotto (Venezia): grazie al delivery è possibile un menu sartoriale ovvero creato su misura in base al numero di portate scelto, ai gusti e alla disponibilità delle primizie. Le consegne sono previste sul territorio di Venezia e Mestre. In occasioni speciali, come il primo maggio, potete trovare delle proposte pensate appositamente per l’occasione.
  12. Damini Macelleria & Affini (Arzignano): ogni settimana potete consultare un menu diverso dello chef Giorgio Damini e riceverlo a casa, entro 15 km da Arzignano, da lunedì a sabato. Sono inoltre disponibili piatti alla carta della tradizione italiana e internazionale, come il nasi goreng indonesiano.
  13. Aqua Crua (Barbarano Vicentino): lo chef Giuliano Baldessari ha creato in questo periodo menu anche giocosi e ironici per occasioni speciali, come il menu mammifero per la festa della mamma. Il tutto vi arriverà a casa (per un minimo di due persone) con consegna gratuita.
  14. Locanda Margon (Trento): nel weekend lo chef Edoardo Fumagalli arriva nelle case di Trento, Rovereto e Pergine. È disponibile ogni settimana un menu degustazione e una selezione di piatti alla carta. L’ordine comprende le ricette e un video con i consigli per l’impiattamento. La consegna è gratuita per ordini superiori a 80 euro.
  15. L’Argine a Vencò (Dolegna del Collio): Antonia a casa. Si chiama così il servizio creato dalla chef Klugmann che ogni weekend stuzzica le province di Gorizia, Trieste e Udine con le sue specialità. Queste devono essere scaldate, condite o cucinate a casa, come nel caso dei piatti iconici. Ne è un esempio il riso burro e salvia di cui vi arriveranno gli ingredienti e la ricetta. La consegna è gratis per ordini superiori a 40 euro.
  16. DaGorini (Bagno di Romagna): le possibilità del gusto anche in tempi di emergenza continuano in Romagna. Da venerdì a domenica DaGorini arriva a casa con due possibili percorsi di degustazione, uno di carne e uno di pesce, diversi ogni settimana, con possibilità di aggiungere qualche specialità come i ravioli ripieni di scalogno. I piatti sono solo da ultimare seguendo le indicazioni dello chef. A seconda dei giorni o dei momenti della giornata le consegne sono disponibili anche a Ravenna, Forlì, Cesena, Faenza, Bagnacavallo, Russi, Lugo.
  17. San Domenico (Imola): ogni fine settimana un menu alla carta con proposte diverse da comporre a piacere (ma è necessario un minimo d’ordine di 55 euro). Per la cottura dell’uovo in raviolo San Domenico è disponibile un tutorial sulla pagina Facebook del ristorante. La consegna è gratuita sia a pranzo che a cena.
  18. La Buca (Cesenatico): altra stella, altro mare. Da venerdì a domenica in Romagna è disponibile un diverso percorso di degustazione di mare ogni settimana con modalità simili al ristorante Magnolia: menu a 40 euro per un minimo di due persone. Si possono aggiungere anche quattro extra, tra cui i bon bon al tiramisù. Venerdì e sabato è possibile pure la consegna a Bologna al costo di 4 euro a persona. E su Spotify è stata creata una playlist dal titolo La Buca #acasatua per ricreare l’atmosfera del porto canale di Cesenatico.
  19. Guido (Rimini): lo chef Gianpaolo Raschi ha creato un piccolo menu alla carta per questo periodo, senza dimenticare un territorio molto colpito. Il 10% dei ricavati sarà infatti devoluto all’ospedale di Rimini. Le consegne sono fatte sia a Rimini che a Riccione tutti i giorni eccetto la domenica.
  20. Andreina (Loreto): un ristorante famoso per le sue griglie roventi non poteva non prevedere in questo periodo un kit barbecue all’interno del servizio delivery. Cucina come Errico con griglia, sventola, carbonella di sei legni, spiedini, polpetta, bombetta, hot dog e patate alla brace. Completano l’offerta due menu degustazione. La consegna è disponibile da venerdì alla domenica ed è gratuita entro 15 km.
  21. Ristorante Da Caino Relais & Chateaux (Montemerano): dal 1° maggio i piatti della chef Valeria Piccini sono disponibili a domicilio per cena (da giovedì a martedì) e per i pranzi di sabato e domenica. La carta prevede alcune semplici proposte della tradizione come la trippa di Nonna Angela o le fragnacce con verdure di stagione.
  22. La Pineta (Marina di Bibbona): rivivere i piatti storici, come il cacciucco della Pineta, del ristorante stellato direttamente a casa. In più è stato pensato un menu degustazione per un minimo di due persone diverso ogni weekend in attesa della fatidica riapertura.
  23. Giglio (Lucca): attraverso la propria gastronomia Gigliola potete mettere in tavola preparazioni classiche, come il riso allo zafferano al salto, ma anche interessanti rivisitazioni, dal vitello tonnato e bottarga al curry verde di seppie. Il menu propone anche salumi, formaggi, prodotti da forno e conserve. Le specialità vengono consegnate da venerdì a domenica con un ordine minimo di 30 euro.
  24. Il Convivio (Roma): si parla di un progetto a lungo termine sulla pagina Facebook del ristorante. In attesa di saperne di più vi segnaliamo che è stata creata una ricca carta di pietanze, alcune delle quali da rigenerare in forno. Con l’ordine vi saranno comunque consegnate tutte le indicazioni necessarie. Nel weekend sono disponibili menu o piatti speciali e si può richiedere l’aiuto del sommelier per l’abbinamento con i vini della cantina de Il Convivio. Per ordini fino a 80 euro la consegna costa 8 euro entro 4 km dal centro città.
  25. Per Me Giulio Terrinoni (Roma): si possono scegliere diversi assaggi, chiamati tappi, dal Roll di mazzancolla alla patata ripiena alla vignarola. Sono previsti dei pacchetti da tre, cinque o dieci tappi che saranno consegnati al costo di 5 euro (o gratuitamente per ordini superiori a 70 euro).
  26. Pipero (Roma): il servizio Piperhome ha due possibilità. Da una parte un percorso degustazione, di cui si possono ordinare anche piatti singoli, dall’altra un kit speciale, perché è dedicato alla famosa carbonara di Pipero da preparare a casa con ingredienti selezionati per due persone. La consegna è gratuita tutti i giorni a pranzo e cena ma è richiesto un ordine minimo di 40 euro.
  27. Pascucci Al Porticciolo (Fiumicino): in alcune zone d’Italia non si può ancora andare al mare ma a Roma e dintorni si può ricevere il panino da spiaggia, un classico del ristorante stellato di Fiumicino. Nel menu delivery trovate anche tre proposte di primi piatti.
  28. Sud (Quarto): in provincia di Napoli, come a Lucca, il take away del ristorante Sud, Angelina, è stato rafforzato per offrire la consegna a domicilio gratuita a Napoli, Caserta e provincia. La carta prevede tre box (aperitivo, tradizione, mare), il menu dei fritti e quello delle frittate di pasta, una serie di sughi pronti e i dolci.
  29. Qafiz (Santa Cristina d’Aspromonte): la tendenza del delivery gourmet tocca pure la Calabria con questo giovane ristorante stellato che, oltre a un percoso degustazione settimanale, offre interessanti fuori carta. Cosa hanno di speciale? Sono collaborazioni con altri chef, come Diego Rossi o i Bros’ Isabella e Floriano. La consegna è gratuita con un minimo d’ordine di 65 euro (Piana di Gioia Tauro) o di 80 (Reggio Calabria e Lamezia Terme).
  30. I Pupi (Bagheria): per adattarsi alle nuove esigenze, lo chef Tony Lo Coco, ha pensato a nuovi modi di preparare e presentare i piatti. Ha così messo insieme la tradizione siciliana con quella giapponese e ha creato sushi di spaghetti di tonno, di risotto, di maialino del Nebrodi. Ed è disponibile anche la speciale box con 35, 70 o 100 sushi dello chef. Alcune pietanze devono esser rigenerate ma avrete con l’ordine tutti i suggerimenti necessari per vivere al meglio questa esperienza.

I Video di Agrodolce: Spaghettini dei Campi acqua di limone, gamberi e parmigiano