Brizza, l’incrocio tra bretzel e pizza diventato un caso

8 Giugno 2020

Da bravi italiani credo non ci abitueremo mai alle mille varianti della pizza. Ananas, kiwi, persino banana, sopra ci hanno messo veramente di tutto. Ed è ancora peggio quando – più dei topping, per quanto orribili possano essere – vanno a toccarci l’impasto. Questa è una di quelle volte lì. Succede ad Aschaffenburg, nella cosiddetta Nizza bavarese per il suo clima mite, dove nella locanda Wurstbendel è appena arrivata la Brizza, una specie di pizza che ha per base la pasta dei bretzel e al posto della salsa di pomodoro la panna acida.

L’idea è dei fratelli Sascha e Jennifer Zeller, che a causa della chiusura del locale causa coronavirus hanno avuto molto (forse troppo) tempo per lavorare in cucina. È così che hanno pensato alla Brizza e l’hanno già declinata in 4 varietà. C’è la Münchner , con panna acida, senape dolce, obadza (crema di formaggi), salsiccia bianca e cipolle. C’è poi la Bayer, con panna acida, cipolle, pancetta ed emmenthal. Quindi la Fränkisch , con l’immancabile panna acida, crauti e salsicce di Norimberga. E infine la Asparagi, con – indovinate? – panna acida, asparagi, prosciutto cotto e salsa olandese.

Agli amanti della celebre pastella di liscivia questo piatto sarà già sembrato una manna dal cielo, al punto che alcuni di loro hanno già chiesto ai legittimi proprietari se abbiano intenzione di brevettarlo. Agli italiani, invece e per fortuna, ha fatto storcere ancora una volta e abbondantemente il naso. Una breve ricerca sui social rivela che si sono già accalcati i primi commenti inorriditi. “Pizza con l’ananas scansate” e “richiudete le frontiere” sono i più gentili. Persino la prova dell’assaggio non sembra essere stata superata.

Sembra, però, che in fondo la Brizza abbia un vantaggio innegabile: anche laddove i fan della pizza lasciano il bordo sul piatto – ed è questo un sacrilegio che andrebbe scongiurato per sempre – lei riuscirà a salvarsi. Perché è proprio qui, nel cornicione salato, che si trova il suo vero cuore di ricetta bavarese.