Mangiato da noi: il kit di Selpizz

9 Giugno 2020

Siete puristi della pizza bollente, ogni metodo di fruizione a casa – take away, delivery – non vi soddisfa pienamente e di riscaldare nel forno non se ne parla? Siete come la mia mamma, una creatura sorprendente la cui peculiarità sta nel palato ignifugo. selpizz consegna kit per preparare la pizza a casa in poco tempo La soluzione a voi più congeniale potrebbe essere di preparare la pizza a casa, ma potreste non avere il tempo, la voglia, il talento necessari. Che fare? Io ho provato Selpizz, un servizio che consegna a Milano, Roma e nella provincia di Monza Brianza, i kit per preparare la pizza a casa. Le Selpizz Bag promettono una pizza pronta in 15 minuti, a scelta tra margherita (con mozzarella Fior d’Agerola) e bufala, rispettivamente 16 e 20 euro per 2 pizze. Per chi vuole cimentarsi dall’inizio alla fine, c’è la Selpizz Bag Pro con farina, lievito madre e condimenti: per questa vi serviranno almeno 24 ore. La consegna avviene in giornata se si ordina entro le 19.30.

VISTA

La mia Selpizz Bag promette di farmi preparare in breve tempo due pizze con mozzarella di bufala. E la bufala c’è: 500 g di tonda e lattea bellezza DOP. Io che adoro la pizza con tanta mozzarella avrò di che condire. Nella borsa trovo anche due basi con impasto a lunga lievitazione (36/48 ore, dicono), una bottiglia di vetro con 400 g di passata di pomodoro e basilico fresco in abbondanza.

Le istruzioni sono piuttosto semplici. Fondamentale è ricordarsi di condire la passata di pomodoro: aggiungo olio extravergine di oliva, origano, sale e una puntina di sale all’aglio. Il forno va acceso un po’ prima e tenuto circa a 200 °C se ventilato, 220-250 °C se statico.

Il primo passaggio in forno va fatto fare alla base cosparsa solo di salsa di pomodoro: i 4 minuti indicati sembrano sufficienti.

Aggiungo quindi la mozzarella – per una delle due pizze a fette, per l’altra sfilacciata a mano – e inforno per altri 7 minuti. Il risultato è pronto per Instagram, direi. Aggiungo solo un giro d’olio e qualche foglia di basilico e ci siamo. La pizza è piuttosto alta, più pronunciata verso il cornicione ma tutto sommato equilibrata.

OLFATTO

Sì, la casa profuma di pizza. Uno degli odori più invitanti, confortanti e da acquolina in bocca immediata che esistano sulla terra. Non è il profumo della pizza da asporto – quella che in estate si sente per le strade, complice chi cammina fino a casa con i cartoni tra le braccia – ma sa di casa, di rustico al punto giusto.

GUSTO

La cosa che mi colpisce su tutto il resto è la qualità degli ingredienti. Mozzarella e pomodoro comunicano a gran voce, hanno un bel sapore definito, appagante. La base è croccantina all’esterno, ma molto soffice all’interno; la lievitazione è corretta, cosa che sarà testimoniata dalla digestione facile. Probabilmente non vi serviranno tutti e 500 i grammi di mozzarella di bufala, ma io ho voluto strafare: sappiate che è buona anche da sola (e non mettetela in frigorifero tutto il giorno). La pizza è sostanziosa, saporita, ricorda quella fatta in casa ma con una marcia in più.

CONCLUSIONI

Rifarei l’esperienza Selpizz? Probabilmente sì. In un periodo particolare come questo – il post-lockdown durante il quale non tutti si sentono ancora a proprio agio al ristorante – Selpizz può essere un’alternativa valida alla pizza a domicilio. Io ho scelto di provarla in purezza, ma nulla vieta di personalizzare la propria pizza con qualsiasi ingrediente a disposizione. Non aspettatevi una pizza bassa e scrocchiarella o una in stile napoletano: è una pizza buona, che ricalca lo stile delle tonde fatte in casa, da ultimare con ingredienti di qualità.

I Video di Agrodolce: Burro chiarificato