Nuove tendenze: i cocktail pronti da bere (in busta, in bottiglia e non solo)

11 Giugno 2020

Oggi i cocktail sono pronti all’uso, anzi sono pronti da bere: in busta o in bottiglia, basta aprire, versare e aggiungere ghiaccio. il trend si è intensificato soprattutto durante il lockdown All’esordio sembravano una moda passeggera, invece in breve tempo sono diventati una delle tendenze più significative per il mondo della mixology. In questi mesi bui di lockdwon, con i bar chiusi, sono stati anche l’ancora di salvezza per chi sentiva il bisogno di cocktail a regola d’arte. Il periodo di quarantena forzata ha spinto molte delle aziende a perfezionare ulteriormente il prodotto ready to drink, ad esempio puntando su packaging riciclabili, e a migliorare servizi di delivery e spedizioni. Oggi Negroni, Old Fashioned&company in busta o in bottiglia, spesso già invecchiati, non hanno molto da invidiare ai drink da bancone.

  1. NIO, acronimo di Needs Ice Only, ha fatto da apripista in Italia ai cocktail in busta già mixati. I fondatori della società Alessandro Palmarin e Luca Quagliano hanno avuto alcuni anni fa la felice intuizione di preparare cocktail pronti all’uso da tenere in casa per bere con gli amici. Insomma, l’alternativa all’amaro a fine pasto o alla grappa per concludere la serata. Con il supporto e l’esperienza di Patrick Pistolesi ecco i drink in bustina, da scegliere in box da 5 o 10 cocktail monogusto o assortiti. Si possono ordinare in tutta Italia attraverso il sito. Sono disponibili anche su alcune delle più diffuse piattaforme: Cosaporto, Tannico e Winelivery, e possono essere consegnati in varie città.
  2. Drink-It. 3 anni fa Emanuele Broccatelli e Valeria Bassetti, volti noti della mixology capitolina, hanno varato la prima linea di cocktail imbottigliati. Oggi è una piacevole realtà da poter acquistare sul sito dell’azienda scegliendo tra la singola bottiglietta o box da 3, 5 o 10 cocktail. Si trovano anche sulla piattaforma delivery Cosaporto. Basta un click per avere a casa Negroni, Gin Martini, l’Amaro Perfetto da un blend di vermouth italiani e amari e Mi.To. Presto in arrivo Daiquiri, Moscow Mule, Aviation e Cosmopolitan.
  3. Keynco. Un team tutto al femminile, con base a Roma, per the Key cocktails. Valeria Sebastiani e Giada Panella sono le anime di Keynco e di un progetto che vede arrivare a casa in pratiche bottigliette i cocktail già invecchiati e senza la minima aggiunta di acqua. La selezione di Keys Prêt a porter sull’e-commerce punta sui grandi classici come Negroni, Old Fashioned, Mi.To. e altrimenti sono portati direttamente a casa da Cosaporto in confezione da 1 a 4 pezzi o da 3 a 12 pezzi.
  4. Mr Bubbles. Emanuele Dusi e Matteo Minghetti, due bartender con esperienze anche nel mondo del catering, e un sogno: portare i loro cocktail ready to drink in feste, eventi e ricorrenze private. Per una serata proprio come al bar. Così è nato l’e-commerce nel 2014. Si va da da Mr Bottle (1 drink) al Party Box con 48 bubbles che arrivano in un paio di giorni in tutta Italia. Tra le proposte spiccano i cocktail ipocalorici come Mr Americano (Vermouth rosso italiano, Bitter rosso italiano e Soda water).
  5. Our Spirits. Cocktail monodose e in eleganti bottigliette di vetro per non rinunciare al piacere di una bevuta di qualità anche se a casa. Basta aggiungere ghiaccio e il gioco è fatto. Tra le proposte in carta: Espresso Martini, Daiquiri, Manhattan, Martini Cocktail, Old Fashioned, Americano, Boulevardier (un Negroni fatto con il whiskey al posto del gin), Aviation, Margarita o Moscow Mule. I cocktail si possono acquistare sul sito di Our Spirits con consegne in tutta Italia.
  6. Meme Cocktails. Dietro Meme Cocktails c’è una giovane bartender, Chiara Cantini, con percorsi professionali molto simili a tanti altri suoi colleghi. Forte di un’esperienza che spazia tra ristorazione, catering e mixology ha creato una linea di cocktail classici realizzati con prodotti stagionali, pronti da bere comodamente a casa. Insolito il packaging: vasetti di vetro con tappo a vite in modo da assicurare una perfetta chiusura e da poter essere riusati. 6 le proposte: dal Negroni del Conte al Madame Ada, da Vento d’estate a Giardino Segreto.
  7. Spirito Cocktails. Cocktail in busta, pronti da bere. L’idea arriva da Brescia, i drink sono preparati artigianalmente a Milano. Si possono acquistare sul sito di Spirito Cocktails. A ogni città italiana storica è associato un altrettanto prestigioso drink: così il Negroni sta a Firenze come l’Old Fashioned sta a Roma città eterna. I cocktail sono spediti in tutta Italia.
  8. Italian Cocktail Club. L’unione fa la forza: così lo street cocktail bar Freni e Frizioni e la distilleria umbra Anonima Distillazioni hanno fatto quadrato per il progetto Italian Cocktail Club. Forti di un prodotto di eccellenza come il Gin 43°12° (le coordinate di Gubbio) hanno dato vita a una serie di cocktail in bottiglia pronti da bere. Spiccano inoltre i kit di degustazione per la vodka e il gin.
  9. Carpano. Carpano ha inventato il vermouth nel lontano 1786. Da allora ha sempre avuto un ruolo da protagonista nel mondo della miscelazione. Per il mercato dei cocktail ready to drink ha puntato su due autentiche leggende: Mi-To e Negroni. Creati con ingredienti Carpano: Botanic Bitter, Punt e Mes, Carpano Vermouth Classico, Gin, e proposti in iconiche bottigliette tascabili da 10 cl. Per un cocktail da manuale anche seduti davanti alla tv, a casa.