Tutti i piatti che puoi fare con una scatoletta di tonno

23 Giugno 2020

Quando si ha poco tempo spesso si sceglie di preparare qualcosa di veloce e in questo aiuta molto avere una fornita dispensa, in cui conservare scatolette di cibi subito pronti all’uso. Tra queste una che non manca è sicuramente quella di tonno: sottolio o al naturale, il tonno in scatola è ricco di proteine, povero di grassi ed equilibrato nelle calorie e di solito ha un ottimo rapporto qualità/prezzo. Inoltre, grazie le tecniche di conservazione usate per inscatolarlo, mantiene caratteristiche nutrizionali simili a quelle del tonno fresco. Quante ricette si possono preparare con una scatoletta di tonno? Tantissime. Ve ne illustriamo alcune.

  1. Uova ripiene. È un antipasto che si prepara in pochissimo tempo. Basta lessare le uova (una per ogni commensale), sbucciarle e tagliarle longitudinalmente a metà. Quindi privarle del tuorlo sodo, mettendolo in una ciotola e aggiungendo il tonno sottolio sgocciolato con un po’ di maionese, quindi amalgamando il tutto. Con la crema ottenuta bisogna quindi farcire le metà di albume, guarnendo a piacere con capperi, acciughe o una spruzzata di curry. Per un effetto più scenografico si può utilizzare una sac-à-poche con la punta a stella.
  2. Mousse di tonno e ricotta. Classico della cucina italiana, si può spalmare sulle tartine o servire con il pinzimonio. O, ancora, per farcire panini e crostini. Diversa dalla salsa tonnata (che vedremo in seguito) è arricchita di ricotta vaccina ed è naturalmente sapida grazie al trito di capperi. Si prepara velocemente: bisogna dissalare i capperi sotto l’acqua corrente, quindi versarli nel bicchiere del mixer e aggiungere il tonno sgocciolato. Frullare fino a ottenere una consistenza omogenea, trasferire in una ciotola e unire la ricotta setacciata. A gusto si può pepare.
  3. Salsa tonnata. A differenza della ricetta precedente la salsa tonnata è a base di maionese. Molto impiegata nella cucina per condire insalate, verdure e soprattutto il vitello tonnato, per prepararla servono i tuorli delle uova, da mixare insieme ai capperi, le acciughe, il tonno sgocciolato,  la maionese e 1 o 2 cucchiai di olio. Basta frullare per pochi secondi e, se il risultato fosse troppo denso, diluirlo ancora con dell’olio. Quindi versare nella salsiera e completare con qualche filetto di tonno, capperi ed eventualmente erba cipollina.
  4. Polpettone di tonno. Ottimo da servire con tanti commensali, per una cena o per un buffet, il polpettone di tonno si prepara utilizzando quest’ultimo insieme alle patate, all’uovo, al formaggio grattugiato, alla scorza di limone (se piace), aglio, prezzemolo, pangrattato e latte q.b. per ammorbidire. Quindi sale e pepe. Per la cottura si può optare per il forno, cuocendolo prima al cartoccio, poi facendo dorare l’esterno o facendolo bollire in pentola ben  incartato nella stagnola. È ideale da preparare anche il giorno prima: il riposo nel frigo ne esalta il sapore e contribuisce ad assestare l’impasto. Lo stesso impasto può essere utilizzato per farne delle polpette o dei burger, optando per il metodo di cottura preferito: al forno, in padella, fritto, da servire come portata principale o finger food per l’aperitivo.
  5. Pasta con il tonno. La ricetta più famosa degli studenti fuori sede sarebbe la vera pasta alla bolognese, secondo una ricerca diffusa un paio di anni fa che ne ha depositato la versione ufficiale alla Camera di Commercio della città emiliana. Per la preparazione del sugo servono 180 grammi di tonno sottolio di qualità, una cipolla rosata (possibilmente di Medicina), 700 grammi di pomodori freschi o 400 di pelati, sale e olio. Il procedimento è identico a quello che tutti conosciamo, reduci dalle nostre esperienze universitarie: la cipolla viene tagliata finemente, si fa soffriggere, si aggiungono i pomodori e si lascia cuocere a fuoco basso per mezz’ora. Quindi, a 10 minuti dalla fine della cottura, vi si sbriciola il tonno. Variante molto accreditata vuole che il tonno soffrigga nell’olio con la cipolla imbiondita e sfumi con il vino prima di aggiungere i pomodori. O, ancora, la preparazione in bianco, cui aggiungere alla fine la muddica atturrata.
  6. Insalata di cereali. Piatto perfetto per picnic, pausa pranzo e schiscetta in generale, prevede di lessare il cereale scelto, come l’orzo e di farlo raffreddare in una ciotola capiente con un filo d’olio. A parte, quindi, si mescola il tonno con olive, sedano a pezzetti, pomodori secchi e mais. Quindi qualche foglia di basilico e si mischia tutto insieme.  Se non piace l’orzo si può anche scegliere un qualsiasi altro tipo di cereale come base, come il farro. O, in alternativa, sostituire con un prodotto senza glutine come il grano saraceno o la quinoa.
  7. Pasta fredda zucchine e tonno. Classica ricetta estiva, per questa ricetta è bene scegliere una pasta corta in grado di aggrapparsi bene al condimento: zucchine con trito di olive, succo di limone, salvia e tonno al naturale. Per il trito, potete frullare le olive con un filo d’olio oppure potete procurarvi un paté di olive già pronto.
  8. Zucchine tonde ripiene. Anche questo è un piatto molto pratico da preparare in precedenza. Le zucchine tonde ripiene sono ottime sia appena pronte, sia riposate a mangiate a temperatura ambiente il giorno dopo. Per usare una scatoletta di tonno da circa 100 g (sgocciolato) servono 2 zucchine tonde, cui rimuovere e mettere da parte la calotta superiore, da usare come piccolo coperchio. Quindi, con un cucchiaio, bisogna scavarne quanto più possibile l’interno, mettendo da parte la polpa ottenuta, ma cercando di eliminare la parte con i semi (troppo ricca d’acqua). Le zucchine svuotate vanno quindi sbollentate leggermente, qualche minuto, procedura che si può agevolmente riprodurre anche con il microonde e lasciate asciugare a testa in giù, cercando di non romperle. Per la farcia, invece, bisogna mettere in una ciotola tutti gli ingredienti e amalgamare: tonno, uovo, formaggio grattugiato, un po’ di pane raffermo o grattato, scorza di limone (a piacere), sale, pepe, latte se necessario per ammorbidire, spezie a piacere. Con il composto ottenuto, quindi, riempire le zucchine, appoggiare sopra il tappino e metterle in forno in una pirofila foderata per una ventina di minuti circa, al microonde per una decina alla massima potenza, in padella con un fondo di brodo o di sugo.
  9. Insalata fagioli, cipolla e tonno. Per concludere, questa è forse la ricetta più veloce in assoluto per un pranzo soddisfacente, veloce e poco calorico. Insieme alla scatoletta di tonno, infatti, è richiesto di aprirne un’altra di fagioli – a scelta rossi, borlotti, cannellini – da mixare con della cipolla affettata finemente (di Tropea o del cipollotto estivo) e del tonno ben sgocciolato. Quindi mescolare, salare, pepare e servire.

I Video di Agrodolce: Papas y chorizo