Childfood: il libro che insegna la cucina ai bambini tra ricette e inclusione

2 Luglio 2020

Childfood – Recipes for young Coolinary Explorers ha tante anime: è libro, progetto solidale e iniziativa sociale a metà strada tra education ed entertainment. L’autore, Luca Scarcella – giornalista freelance di base a Los Angeles – racconta così ciò che lo ha ispirato nell’intraprendere questa impresa: “Stiamo vivendo un momento storico incredibile dove l’unico minimo comun denominatore è la contaminazione culturale. Sono convinto che un libro che offre ricette provenienti da tutto il mondo possa aiutare ad abbracciare le diversità, creare forti legami, costruire ponti e abbattere i muri del razzismo, dell’ignoranza e dell’intolleranza”.

Ed è per questo che Childfood si rivolge a bambini di età compresa tra i 5 e i 13 anni attraverso una raccolta di 23 ricette realizzate in collaborazione con altrettanti famosi chef di tutto il mondo, tra cui: Massimo Bottura, Gaggan Anand, Dominique Crenn, Vladimir Muhkin, Francis Mallmann e Virgilio Martinez. Si tratta di ricette a prova di bambino, facili da realizzare ma con l’ambizione di avvicinare i più piccoli alla cultura gastronomica raccontando la storia degli ingredienti e delle materie prime.

A rendere il tutto ancora più attraente e stimolante sono le illustrazioni realizzate da nomi di una certa importanza, come: Pascal Campion, Nikkolas Smith – conosciuto per il ritratto di George Floyd a sostegno del movimento del Black Lives Matter – e ancora, Giacomo Bevilacqua e Giulia Rosa.

I bambini, quindi, come veri e propri esploratori culinari, potranno immergersi nei colori e nei sapori di ricette da tutto il mondo scatenando a pieno la propria creatività attraverso disegni, appunti e fornelli. Anche se solo questo basterebbe a rendere Childfood un’iniziativa degna di nota, c’è molto altro. le pagine del libro parlano di cucina ma anche di solidarietà e di inclusione Le pagine del libro infatti parlano non solo di cucina ma anche di solidarietà e inclusione. Lo scorso 16 giugno è stata lanciata una campagna sulla piattaforma di crowdfunding Kickstarter con l’obiettivo finale di raggiungere un finanziamento di 44.000 euro. Pensate che nel giro di poco più di una settimana la campagna ha già superato i 15.000 ed è stata inserita nell’homepage della piattaforma nella sezione dedicata a i progetti che amiamo.

Il ricavato in beneficenza

La vocazione universale di Childfood è ben evidente nella possibilità di ordinarlo in quattro lingue (italiano, inglese, spagnolo e portoghese) con spedizioni in tutto il mondo al prezzo di 32 euro. Tutto il ricavato sarà devoluto per sostenere due importanti cause benefiche: nell’ambito della partnership con Charity Water – per garantire l’approvvigionamento di acqua potabile nelle parti del mondo più povere – ogni cinque libri venduti un bambino potrà godere di acqua pulita. La collaborazione con Share The Meal – progetto del World Food Programme – invece consentirà di donare una minima somma – 40 centesimi di euro attraverso un QrCode (che si trova all’interno del libro, da scansionare con smartphone) – necessaria a sfamare un bambino per un giorno.

I Video di Agrodolce: Pollo fritto al limone