Vino, birra e cibo? L’abbinamento ve lo indica la App

6 Luglio 2020

Immaginate di essere a casa o al ristorante e di voler abbinare vini o birre ai piatti che vi apprestate a gustare. A meno che non siate provetti sommelier e altrettanto esperti in materia birraria, la soluzione migliore è affidarsi a Combivino. un'app per accostare sapientemente cibo e vino e birra e cibo Si tratta di un’app gratuita e made in Italy, realizzata da Portale Chef, grazie alla quale è possibile effettuare combinazioni tra 1.500 alimenti con 500 tipi di vino e, da qualche settimana, anche con 76 stili birrari. Nessun algoritmo. Gli accostamenti sono stati curati da esperti in carne e ossa, come la sommelier Federica Zevi, che si è occupata degli abbinamenti con i vini, mentre a quelli brassicoli ci ha pensato Salvatore Cosenza, degustatore di birre e food writer (da tempo firma di Agrodolce), che ha coinvolto i colleghi dell’Unione Degustatori Birre, associazione che si impegna da anni in corsi ed eventi in tutta Italia.

Il primo passo è stata la selezione degli stili birrai, che sono stati classificati per gusti dominanti. – racconta Salvatore Cosenza – Poi abbiamo abbinato ogni portata, valutandone l’affinità e il contrasto, tenendo conto delle note aromatiche e gustative prevalenti, oltre alle caratteristiche tattili. Non mancano però gli accostamenti più sorprendenti, volti a creare sensazioni terze, frutto appunto dell’unione tra cibo e birra. Siamo ancora poco avvezzi a pasteggiare con le birre, specie al ristorante, ma dal punto di vista organolettico esse presentano una grande versatilità. Per noi degustatori di birre non esistono cibi tabù; i vari stili birrari riescono a coprire la gamma completa dei sapori, mentre quella degli aromi è estremamente ampia e variegata.

Alessio Papasergio, ideatore di Portale Chef e Combivino, spiega gli obiettivi del progetto: “La nostra App si propone di guidare l’utente verso una perfetta degustazione, lasciandolo libero di sperimentare e scegliere cosa bere in base ai propri gusti o alle proprie preferenze. Per fare ciò, dopo la sommelier Federica Zevi, abbiamo deciso di coinvolgere anche Salvatore nel progetto perché oltre ad essere uno dei massimi esperti di birre artigianali in circolazione, ha competenze e passione per quel che riguarda il buon cibo.” L’implementazione degli abbinamenti birrari ha reso ulteriormente appetibile Combivino agli occhi degli appassionati, come confermato dal numero dei download che ha superato quota diecimila.

I Video di Agrodolce: Naked cake