Prova questi 10 topping salati per il tuo gelato

8 Luglio 2020

All’ultima Giornata europea del gelato artigianale era stato un tripudio di proposte salate gourmet. C’erano I GrandiFormaggiitaliani di Simone Bonini di Carapina, il gelato al carciofo di Antonio Cappadonia, dopo il gelato salato, provate i topping salati per gelati dolci il sorbetto camomilla e capperi canditi e quello al baccalà con polvere di caffè e croccante di polenta di Stefano Guizzetti, delle gelaterie Ciacco, il gelato all’asparago, quello alla maionese allo zafferano, quello al peperone di Carmagnola di Massimo Grosso. Che oltre a quelli alla frutta ci sia una propensione per i gelati salati, dunque, non è un mistero. E la faccenda si fa più intrigante quando a essere salata non è la crema (o il sorbetto), ma il suo topping. Il contrasto che si crea nella degustazione è molto amato. E più è fantasioso più piace ai clienti.

  1. Non è difficile, dunque, trovare versioni di gelato in una variante più “insaporita”: tra i condimenti più particolari c’è sicuramente il sale in fiocchi – per esempio quello rosa dell’Himalaya o il Maldon.
  2. Una sfumatura di gusto particolare è data anche dall’olio d’oliva, che ben si abbina a limone, vaniglia e altri gusti classici.
  3. Il miele al peperoncino o il solo peperoncino rendono piccante e diversa l’esperienza gustativa del gelato. Tra i gusti maggiormente abbinabili c’è di sicuro il cioccolato fondente.
  4. Se sale e pepe vi sembrano banali, sappiate che uno dei gusti più amati della gelateria LatteNeve di Milano è proprio pistacchio sale e pepe: un abbinamento insolito e davvero riuscito.
  5. Gusti particolari utilizzano come topping le spezie come il rosmarino o il ben più abbinabile zenzero.
  6. Il gelato può essere elevato anche con un trito di pancetta affumicata arrostita, da abbinare allo sciroppo d’acero.
  7. Le patatine fritte, quelle in busta, offrono un crunch e un tocco di sapidità inattesa.
  8. Il 2020, oltre a essere l’anno dei gelati-cocktail, è anche l’anno del ritorno del caramello salato. Lo si trova dappertutto, dai gelati stecco confezionati fino a quelli artigianali in edizione limitata.
  9. Molto semplice, inoltre, è imbattersi nel burro d’arachidi, in purezza: dunque senza zucchero. Provatelo con il gelato al cioccolato o per contrasto con un sorbetto ai frutti di bosco, come fosse una versione fredda dell’americano peanut butter & jelly sandwich.
  10. Se vi capita di fare un salto in Puglia, sappiate che una gelateria ha inventato il gusto Sale, amore e vento: è ispirato all’omonima canzone dei Tiromancino e realizzato con crema di cioccolato fondente, gelato alla mandorla, crema all’arancia e al limone, è glassato con cioccolato fondente. E sopra ha lamelle di mandorla salata.

  • IMMAGINE
  • Food52
I Video di Agrodolce: Strudel di zucca