Insalata Waldorf: i trucchi per farla perfetta

16 Luglio 2020

L’insalata Waldorf è una fresca pietanza made in USA, un’insalata saporita e sostanziosa che può essere un antipasto oppure anche un contorno.
Visto e considerato che la cucina degli Stati Uniti è relativamente recente per ovvi motivi storici, questa ricetta vanta comunque antiche origini.

Storia


Risale agli albori della cucina Nazionale e ne è uno dei piatti cardine. È uno dei piatti più famosi e replicati al mondo, una vera intuizione geniale in fatto di abbinamenti tra sapori e consistenze, in cui gli ingredienti principali sono mele, sedano rapa e maionese.

La paternità di questa meravigliosa invenzione la dobbiamo a Oscar Tschirky, anche detto Oscar The Waldorf, geniale maître d’hôtel, prima del Delmonico’s Restaurant e poi del Waldorf-Astoria Hotel a Manhattan, New York, che ha dato appunto il nome al piatto. Secondo le cronache la Waldorf Salad è stata servita per la prima volta nel 1893, durante un ricevimento privato nell’albergo suddetto. Già nel 1896 è apparsa nel ricettario The Cook Book by Oscar The Waldorf e, successivamente, nel 1928 si annoverava tra le ricette del Rector Cook Book, libro nel quale è ufficialmente inserita la versione con le noci, che entrano così tra gli ingredienti standard. Questa insalata è stata amata da subito negli USA, tanto che addirittura Cole Porter la cita in una sua canzone You’re the Top:you’re the Waldorf Salad, you’re the top!

I trucchi per una waldorf perfetta

La primissima versione, quella del 1893, della Waldorf Salad prevedeva solamente l’uso,La prima versione prevedeva solamente sedano rapa e mela in parti uguali rigorosamente in parti uguali, di sedano rapa e mela e con aggiunta di maionese. Come raccontano le cronache dell’epoca, questa versione ha riscosso un grandissimo successo. Dopo soli pochi anni nella versione ufficiale e definitiva della ricetta sono inseriti i gherigli di noci, che donano al tutto ancora più consistenza e sapore deciso, contrastando con l’acidità degli ingredienti e con la consistenza più morbida e vellutata data dalla salsa. Nelle versioni successive è stata inserita, oltre alla maionese, anche la panna acida, un ottimo legante tra tutti i sapori. La scelta degli ingredienti è importante, confezionare questo tipo di insalata non è una operazione particolarmente difficile, tuttavia va fatta con calma ed accuratezza, trattando delicatamente e con attenzione tutti i vari ingredienti.

  1. La maionese. Per avere una Waldorf perfetta dovrete preparare una salsa Waldorf da manuale. Fate voi la maionese, non è così impossibile prepararla in casa e a livello organolettico non c’è paragone con quella industriale. Per farla utilizzate uova molto fresche e possibilmente pastorizzate. Incorporatela poi con la panna acida e quando condite il tutto aggiungete un po’ di succo di limone.
  2. Le mele. Nella nostra insalata ideale sarà necessario avere mela e sedano rapa in parti uguali, tagliarli entrambi a fettine all’incirca della stessa misura, oppure a julienne. La scelta della varietà di mela è importante e sicuramente varia in base al gusto personale, detto ciò la più adatte sono le mele succose e più croccanti, leggermente asprine e acidule, come le renette, le granny smith o le delicious.
  3. Aggiunte. Per arricchire il tutto potrete anche aggiungere, in stagione, acini d’uva bianca o nera oppure carne bianca di pollo, tacchino o anche coniglio, se vi piace. Ma il consiglio è quello di assaggiarla prima nella sua versione classica, le sperimentazioni fatele dopo.

I Video di Agrodolce: Cheesecake al melone