I consigli per non sprecare il gelato di Too Good To Go e Grom

22 Luglio 2020

Per quanto buono e irresistibile, anche il gelato può subire il triste destino della pattumiera, se in eccesso. Si calcola che ogni anno vadano sprecate 400 tonnellate di gelato e prodotti caseari (dati: Segrè e Falasconi, 2011). Per combattere questo crimine, Too Good To Go e Grom si sono alleati per una missione: non lasciare andare #neancheuncucchiaino. L’applicazione che permette agli utenti di acquistare le Magic Box con una selezione a sorpresa di prodotti e piatti freschi rimasti invenduti a fine giornata, ha unito le sue forze con quelle della prima catena di gelaterie in Italia a sbarcare sulla piattaforma per combattere lo spreco di gelato.

Le Magic Box Grom saranno il mezzo per salvare creme e sorbetti invenduti nei 40 punti vendita della catena, presenti nelle maggiori città italiane. Da Milano a Torino, da Firenze a Venezia, si potrà ordinare la scatola misteriosa e godere a sorpresa di gelati, biscotti e tutti gli altri prodotti Grom. In più, le due aziende hanno messo a punto alcuni consigli che ci permetteranno di non sprecare #neancheuncucchiaino di gelato. Si può fare tutto comodamente a casa, non serve nemmeno la gelatiera. Basta solo un pizzico di creatività.

  1. Il fondo del barattolino. Quei due centimetri di gelato sul fondo del barattolo sembrano fatti apposta per scatenare immani sensi di colpa. Non sono la parte più invitante, ma buttarli via ci sembra un crimine. Secondo Too Good To Go e Grom la soluzione sta in una parola: snack. Basta lasciar congelare bene e sfilare il barattolo, aiutandosi con un coltello fino a quando non rimarrà solo il gelato. Lisciare le due parti con la lama e cospargerle di granelle (o di crema – non calda – al cioccolato). L’ultimo tocco è posizionare lo stecco da passeggio. Vi chiederanno tutti dove nascondete lo chef privato in casa.
  2. Farcire i dolci. Quelle due malefiche cucchiaiate abbandonate sul fondo della vaschetta, in freezer, non sarebbero in grado di soddisfare da sole la voglia di dolce che ci può assalire in ogni momento della giornata. Ma potrebbero sortire ancora il loro fascino se combinate con una golosa torta paradiso, un banana bread o una crostata. Il più invitante dessert invernale vive così la sua stagione estiva.
  3. Il pairing con la frutta di stagione. Se il gelato è il re dell’estate, allora la frutta è la sua regina: fresca e delicata, è la protagonista delle tavole estive. Unita al gelato diventa il migliore dei dessert, da gustare durante un pranzo all’aperto o per una merenda sfiziosa. Si può anche creare un finto gelato fatto in casa, salvando la frutta troppo matura dal cestino della spazzatura. Basta mettere i frutti in freezer per qualche ora e poi, una volta congelati, frullare il tutto.

Teniamo molto alla sostenibilità delle nostre gelaterie e del nostro operato. Siamo quindi orgogliosi di essere la prima catena di gelaterie italiane a fronteggiare la lotta allo spreco alimentare insieme ad un partner come Too Good To Go, – commenta Sara Panza, General Manager di Grom – È un passo importante, che vuole essere soltanto uno degli step per affrontare attivamente lo spreco“.

In questo momento di ripartenza e riapertura delle attività commerciali è per noi importante mettere a disposizione dei nostri partner uno strumento come Too Good To Go, che può rendere i processi più facili e immediati e allo stesso tempo fare la differenza in termini ambientali, sociali ed economici“, spiega Eugenio Sapora, Country Manager Italia di Too Good To Go. Il know how di queste due realtà sono a nostra disposizione, tutto concentrato in un app. Basta solo aver voglia di comprare del gelato responsabile. Il resto verrà da sé.

I Video di Agrodolce: Screwdriver