How to: come preparare l’avocado toast ideale

11 Agosto 2020

Quand’è che l’avocado toast è diventato l’indiscusso trend culinario della cucina nostrana? Era il 1993 quando lo chef Bill Granger ha inserito per la prima volta questa creazione nel menu del suo ristorante in Australia. Da quel momento, i Paesi anglosassoni hanno preso al volo questo estroso quanto semplice piatto portandolo sulle loro tavole davvero in qualsiasi occasione. veloce e semplice, si adatta a qualsiasi pasto della giornata Dal brunch al pranzo, fino alla colazione o alla merenda, l’avocado toast è entrato senza che neanche ce ne accorgessimo nella pianificazione dei nostri pasti quotidiani. Veloce e semplice nel prepararlo e ricco di proprietà benefiche – grazie ai grassi buoni contenuti nell’avocado – non ci sono davvero ragioni per resistere a questa tipicità d’oltreoceano. Pur essendo composto da pochissimi e semplici ingredienti, per ottenere un risultato perfetto è necessario acquistare materie prime di qualità, scegliere il pane giusto e sapere riconoscere l’esatto grado di maturazione dell’avocado. Tra pane, cottura e condimenti ecco tutti i passaggi per realizzare un avocado toast a regola d’arte.

  1. Come scegliere l’avocado giusto. Fondamentale è scegliere un avocado che sia maturo al punto giusto. Sia che vogliate schiacciarlo con una forchetta, sia che preferiate disporlo a fettine, dovrete scegliere un avocado non troppo duro che risulti abbastanza morbido al tatto. Ma vediamo come riconoscere l’avocado perfetto. Per prima cosa, soffermatevi sulla buccia che dovrà essere di un bel verde brillante, ma non troppo chiaro. Tastatelo vicino al picciolo: se sarà morbido (ma non molle) allora vorrà dire che l’avocado sarà maturo al punto giusto. 
  2. A questo punto procedete a svuotarlo. Usate un coltellino da cucina con lama affilata e praticate un’incisione verticale intorno al nocciolo centrale, quindi prendete le due metà con le mani e, ruotandole leggermente, staccatele tra loro. Prendete un cucchiaio per prelevare la polpa estraendo il nocciolo con le mani. 
  3. Ricordatevi che l’avocado tende a scurirsi immediatamente, quindi, se non avete intenzione di utilizzarlo subito, conditelo con del succo di limone o mettetelo in una ciotolina insieme al nocciolo che tarderà l’ossidazione della polpa.
  4. Il pane: quale scegliere e come scaldarlo. La consistenza burrosa dell’avocado e la possibilità di aggiungere altri ingredienti – come uova, salmone o verdure – vogliono come base un pane umido dalla mollica compatta. Per preparare un avocado toast perfetto prediligete, quindi, tipi di pane integrale o ai cereali, meglio ancora se utilizzate quello scuro di segale. Fate attenzione a non tagliarlo a fettine troppo spesse – che potrebbero appesantire il gusto e la consistenza del vostro toast – ma attenetevi a uno spessore di circa 1,5 cm. A questo punto, con l’aiuto di un pennello da cucina ungete la superficie con un filo di olio extravergine d’oliva e aggiungete un pizzico di sale. Ora le vostre fettine di pane sono pronte per essere tostate. Potete decidere di usare il forno o la padella: nel primo caso impostate la funzione grill al livello intermedio e grigliate per 3 minuti, mentre nel secondo scegliete una padella antiaderente e lasciate abbrustolire il pane su entrambi i lati per pochissimi minuti.   
  5. Condire e assemblare. Prendete le fettine di pane ancora calde e completate il vostro condimento prima di aggiungere l’avocado. Ricordatevi di non eccedere con la quantità di olio che, unito all’avocado, potrebbe rendere il vostro toast troppo grasso. Arricchite, quindi, con del succo di limone, del peperoncino o dello zenzero fresco. Ora potete decidere se disporre l’avocado a fettine non troppo sottili o schiacciarlo direttamente con una forchetta fino a creare un composto cremoso. Spalmate la superficie del pane in modo omogeneo e completate con un pizzico di sale e le spezie o gli aromi che preferite. 
  6. Ovviamente la versione classica dell’avocado toast può essere personalizzata a vostro piacimento: le varianti più apprezzate prevedono l’aggiunta di fettine di salmone affumicato, uova in camicia, pomodorini, germogli di soia o scaglie di parmigiano. Ma gli abbinamenti possono essere davvero infiniti. 

I Video di Agrodolce: Coda alla vaccinara