Provate l’avena in una veste nuova con l’overnight porridge

19 Agosto 2020

L’avena è un cereale che usiamo poco in Italia, ma è un prodotto degno di nota dal punto di vista delle qualità nutrizionali ed anche piuttosto piacevole da quello organolettico. Questo cereale è infatti riccoLa preparazione a base di avena era già consumata 4500 anni fa di fibre, vitamine, enzimi, minerali (calcio e fosforo) e un alcaloide, l’avenina, dall’effetto tonificante, energetico e riequilibrante del sistema nervoso. Una delle preparazioni più famose al mondo a base di avena è il porridge, il nome è di origine anglosassone ed è, nella pratica, una zuppa di cereali. Le sue radici però affondano in un passato assai remoto, ricette simili di cottura di cereali con acqua o latte risalgono a tempi antichi, basti pensare che la preparazione di porridge di riso in Cina risale a 4500 anni fa, mentre oltre 3000 anni fa, in altre parti dell’Asia quasi certamente si cucinavano porridge con quinoa. Anche in area mediterranea, Africa e Sud America è possibile trovare ricette praticamente uguali.

In estate uno dei modi più gustosi per consumare l’avena è l’overnight oats, che in molti confondono con il porridge, ma Porridge e overnight oats sono simili, ma non ugualiin realtà è un qualcosa di un po’ diverso. Mentre il classico porridge infatti è cotto, può essere consumato caldo o freddo e può essere fatto con diversi cereali, tipo riso, mais, questo tipo di preparazione può essere fatta esclusivamente con avena e viene confezionata totalmente a crudo. Il procedimento è di rara semplicità, il risultato gustoso e molto adatto per una colazione alternativa durante le calde mattinate di agosto. È necessaria solo un po’ di pazienza, perché per avere un buon risultato bisognerà aspettare qualche ora.

Per preparare l’overnigths oats i fiocchi di avena non vanno cucinati ma soltanto messi in ammollo per una notte in frigorifero. La quantità di liquido deve essere pari al doppio del peso dei fiocchi di avena, se preparate 100 g di fiocchi di avena dovrete utilizzare 200 ml di liquido. Il liquido in questione può essere latte oppure, se preferite o siete vegani, latte di soia, latte di mandorla, di riso e via dicendo, secondo il vostro gusto e le vostre preferenze. Il mattino seguente si prende dal frigo la ciotola di overnight e la si guarnisce a piacimento, magari con un po’ di miele e frutta fresca, in estate è possibile sbizzarrirsi con tantissimi tipi di frutta di stagione, in agosto preferite i fichi, le susine o l’uva.

I Video di Agrodolce: Risotto alla monzese