Coffiest, il beverone sostitutivo del pasto che arriva dalla Silicon Valley

27 Agosto 2020

I pasti sostitutivi, che si tratti di beveroni o barrette, sono ormai noti a tutti e la scelta si fa sempre più ricca. Il loro successo aumenta senza soluzione di continuità, naturalmente fra coloro che vanno sempre di corsa e sono disposti – o costretti – a rinunciare ai piaceri della buona tavola. Il mercato in questione è florido e lo dimostra l’ascesa di un prodotto che sostituisce non il pranzo e neppure la cena, bensì la colazione: Coffiest.

Dalla Silicon Valley con furore

Qualche anno fa Rob Rhinehart, giovane – e nerd – ingegnere di Atlanta, coffiest è stato inventato come sostitutivo veloce della colazione ha inventato il Soylent, un bibitone che sostituisce appunto un pasto completo ed è composto da acqua e sostanze nutrienti (carboidrati, zuccheri, proteine e grassi). Molti nutrizionisti hanno concesso la promozione e il Soylent ha conquistato la California, in particolar modo i manager della Silicon Valley, per poi diventare famoso in tutti gli Stati Uniti e in Canada. Nel 2016 il vulcanico Rob ha alzato il tiro, mettendo a punto un’altra bibita che mira a scalzare il connubio cappuccino-cornetto. Il Coffiest ha impiegato un po’ di tempo a carburare, ma adesso sta diventando la nuova mania degli Usa e se gli affari continuano così, non ci vorrà molto prima che approdi anche in Europa.

La composizione

La ricetta precisa del Coffiest resta segreta, per motivi facilmente comprensibili. Però sappiamo che ha un sapore dolce e contiene 150 grammi di caffeina nonché un sapiente mix di vitamine, minerali, grassi, carboidrati, olio di alga e proteine della soia; queste ultime donano al prodotto una consistenza cremosa, che ricorda proprio quella del cappuccino. Per attenuare gli effetti collaterali della caffeina, Rob ha aggiunto anche 75 mg di  L-teanina, un aminoacido non proteico naturalmente presente nelle foglie del tè verde.

Gli effetti

Proposto in una bottiglietta bianca e nera dal design essenziale e raffinato, il Coffiest promette di fornire tutta l’energia di cui c’è bisogno per cominciare la giornata al meglio e far svanire il rischio di improvvisi attacchi di fame precedenti al pranzo. Rob e il suo team assicurano anche che non si avverte alcun senso di ansia e agitazione e che anzi la bibita in questione “favorisce il rilassamento senza sonnolenza e persino migliora le prestazioni cognitive”. Chi di voi lo sceglierebbe come sostituto di un caffè fumante e un cappuccino appena sfornato?

I Video di Agrodolce: Cevice croccante