Senigallia, la piccola grande città gourmet delle Marche in 6 indirizzi imperdibili

1 Settembre 2020

La chiamano la città a 5 stelle. E non solo per il patrimonio storico-artistico. Merito della presenza di due grandi chef stellati: Mauro Uliassi, la città a cinque stelle, merito soprattutto di mauro uliassi e moreno cedroni tre stelle Michelin, e Moreno Cedroni due stelle. Ma Senigallia è una destinazione gourmet a 360 gradi, da scoprire tutto l’anno, con tanti indirizzi da consigliare, tra osterie di mare, gelaterie e pizzerie puntualmente inserite nelle classifiche più importanti. L’Istituto alberghiero Panzini forma ogni anno giovani promettenti che costituiscono la nuova generazione dell’alta cucina. Gli stessi chef stellati locali hanno da tempo lanciato diverse proposte pop, per uno street food gourmet a prezzi accessibili che avvicinano tanti alla loro cucina.

Made in Senigallia

Senigallia è conosciuta anche per l’imprenditorialità creativa in ambito gastronomico. Durante il lockdown è nato Made in Senigallia, un box di specialità dal territorio per il delivery che combina alle golose creazioni di Paolo Brunelli, i prodotti di Moreno Cedroni, i vini e distillati dall’Enoteca Galli e il pane e i lievitati di Pandefrà. A luglio si è tenuta la giornata Senigallia Città Gourmet che ha riunito diversi esponenti del mondo gastronomico, come tappa del Grand Tour delle Marche.

Gli indirizzi top

Per chi fa un giro goloso da queste parti, protagonista di tanti piatti è naturalmente il mare Adriatico, ma anche le Marche dell’entroterra sono ben rappresentate con prodotti unici di carne, formaggi, olio d’oliva, per non parlare poi dei vini. Ecco alcuni indirizzi davvero da non perdere in città.

  1. Gelateria Cioccolateria Paolo Brunelli (via Giosuè Carducci, 7). Una delle gelaterie più note e premiate in Italia. A condurla Paolo Brunelli che, giovanissimo, iniziò a produrre gelato e cioccolata nel laboratorio di Agugliano, riprendendo le antiche ricette di famiglia. Oggi le sue creazioni di creme e cioccolato fanno fare chilometri ai golosi di mezza Italia.
  2. Oltre alla sua gelateria al centro della città appena due mesi fa, Paolo ha aperto il nuovo negozio Brunelli Combo, a Marzocca di Senigallia (via Flaminia, 115): uno spazio di 300 mq aperto dal mattino alla sera che combina – come richiama il nome – le diverse anime dell’imprenditore. Combo è gelateria, pasticceria e cioccolateria. Prendete un caffè specialty di Le Piantagioni di Caffè e la brioscia con gelato.  Da scegliere anche i succhi di Marco Colzani e di Biobacche Toscane.
  3. Mezzometro (lungomare Leonardo da Vinci, 33). Se passate la giornata in spiaggia in città e per pranzo volete rimanere vista sdraio, allora Mezzometro è il posto che fa per voi. I due fratelli Alessandro e Alessio Coppari hanno ricevuto nel 2019 l’Oscar per la pizza italiana, i Pizza Awards Italia, come migliori nelle Marche e tra i top del Paese. In stagione la fila non manca ma ne varrà la pena. La loro pizza su misura al metro e al mezzometro (ma fanno anche la tonda) è a lievitazione mista con pasta madre e lievito di birra, impastate con farina certificata Petra 1 macinata a pietra in purezza. I diversi gusti prendono spunto dai prodotti locali e stagionali. Provate le varianti di Margherite con ingredienti Dop e bio, presentate in un menu a parte. L’opzione di alta qualità gluten free e senza lattosio soddisfa anche chi normalmente non potrebbe concedersi lo sfizio.
  4. La Madonnina del Pescatore (Lungomare Italia, 11). Cedroni nel suo ristorante stellato accoglie i clienti a pranzo e a cena con una cucina fatta di “estro, creatività e assurdo” come lui stesso ha descritto il lavoro sul nuovo menu 2020. I percorsi degustazione vanno alla scoperta dei fondali del Mar Adriatico. Grazie al lavoro del laboratorio, lo chef con il suo team continua la ricerca per esaltarne al meglio le qualità. In sala la moglie Mariella accoglie e dirige con attenta e calda ospitalità.
  5. Anikò (piazza Aurelio Saffi, 10). A Senigallia anche lo street food è stellato. Uliassi nel 2013 ha lanciato  il progetto itinerante del suo Street Food Good. Mentre l’aperitivo stellato (e non solo) si fa da Anikò, nella salumeria ittica firmata da Cedroni in centro. Una proposta diventata un must, che abbina piattini gourmet con un calice di vino o un cocktail. I piattini partono da 12 euro per una porzione e naturalmente il protagonista è il mare. Provate la Bresaola di tonno con  salsa senape e mandorle croccanti o la straordinaria Frittatina ai frutti di mare e uova di pesce volante.
  6. Uliassi (banchina di Levante, 6). A fine 2018 con l’arrivo delle tre stelle Michelin c’è stata la consacrazione del lavoro trentennale di Mauro Uliassi nel suo Ristorante Uliassi sul lungomare di Senigallia: in cucina il suo estro e in sala l’attenta gestione della sorella Catia. Qui il mare Adriatico è esaltato all’ennesima potenza con piatti frutto ogni anno dell’attenta ricerca del suo Lab. Tra quelli proposti nel 2020, per iniziare l’Eclaire di bietola fredda e la Tigella di lardo di polpo; poi la Mazzancolla dell’Adriatico con  spuma di mandorle e caffè; la Sogliola lattuga e bergamotto; il Colombaccio crudo con rape rosse, liquirizia, ciliegie ghiacciate e lavanda. Tra i primi, a far tanto parlare è stata quest’anno la Pasta in bianco, realizzata con burro di aringhe: un gioco di suggestioni su un piatto della memoria, solo apparentemente semplice.

Clicca qui per visualizzare la mappa

I Video di Agrodolce: Cranberry cooler