15 ricette con il miele per addolcire l’autunno che arriva

4 Settembre 2020

Il miele è un prezioso alleato in cucina, valida alternativa allo zucchero. Esalta sapori e profumi, favorisce la conservazione degli alimenti come già sapeva al tempo dei Romani il gastronomo Apicio. il miele è utile anche nelle marinature e nei prodotti lievitati È utile per evitare che vegetali e frutta tagliati si scuriscano: rispetto al limone, spesso usato per la stessa ragione, ha un’aroma meno forte e deciso. Il miele è spesso sfruttato per la sua acidità nella marinatura di pesce o carni crude e grazie alla sua igroscopicità ha la capacità di assorbire umidità e acqua sia nella cottura che nella marinatura. Aiuta la lievitazione, riducendo i tempi di lavorazione. Protagonista in tanti dolci invernali, soprattutto regionali o natalizi (come il torrone o il panforte), quando è servito con il pollo e il tacchino, l’anatra e il maiale rivela un carattere inedito.

  1. Panino con lardo e miele. La semplicità paga sempre in cucina. Ecco quindi che un panino con il lardo ha una marcia in più se si aggiungono una spolverata di pepe e una cucchiaiata di miele di castagno. Si inforna il tutto e poi si serve caldo. Una valida alternativa per chi apprezza il lardo di Colonnata e il miele sono i crostini con la mousse di pecorino e ricotta.
  2. Tonnarelli con salsa al Castelmagno. Il Castelmagno, formaggio cuneese a pasta semidura e stagionato, si presta alla realizzazione di una salsa con miele, frutta secca, rosmarino, pinoli tostati e nocciole. Ottima per condire tonnarelli, spaghetti alla chitarra o tajarin per una ricetta piemontese.
  3. Ravioli con miele e pecorino. Miele & formaggio fanno faville assieme: come un grande classico della cucina insegna. I ravioli con miele e pecorino si dimostrano un abbinamento vincente.  Un cucchiaino di miele di corbezzolo va a braccetto con il ripieno dei ravioli a base di ricotta di pecora, pecorino sardo stagionato, pepe e noce moscata.
  4. Pollo all’arancia. Nel pollo all’arancia il miele, soprattutto d’acacia, smorza la nota speziata. Così la carne bianca resta delicata e non si fa sovrastare. Una soluzione furba, semplice ma dal risultato sicuro, per stupire anche il gourmet più esigente. Una valida alternativa è l’anatra al limone, la cui preparazione è molto simile.
  5. Bocconcini di tacchino. L’impresa quasi impossibile di rendere accattivanti i bocconcini di tacchino riesce grazie all’aggiunta di arancia che conferisce un tocco agrumato, di zenzero per la piccantezza, di panna per la cremosità e di miele d’acacia per bilanciare questa salsa agrodolce.
  6. Maiale al miele. Il maiale al miele è il tipico secondo piatto per il pranzo della domenica. Basta scegliere la lonza, la carne di maiale più adatta per la cottura sia al forno che in padella, e aggiungere uno strato di miele che andrà a formare una croccante crosta. A fare la differenza il tipo di miele: dal gusto deciso del millefiori a quello delicato del castagno. Per chi ama sperimentare da provare quello di limone e zagara.
  7. Gamberi al lardo. C’è un gioco di aromi e contrasti dietro la ricetta dei gamberi al lardo: cucinati al barbecue e guarniti con una salsa di miele, mele e birra si prestano come aperitivo per cominciare il pasto ma, con un’insalata di stagione, non sfigurano anche come secondo piatto, soprattutto a pranzo d’estate.
  8. Pollo al miele. Una tipica ricetta cinese, di facile preparazione. I bocconcini di pollo sono infarinati e poi messi a soffriggere in padella con poco olio. Sono conditi con salsa a base di soia e miele. Aggiungere il pollo con semi di sesamo per un tocco finale ad effetto.
  9. Petto di pollo alla senape e miele. La preparazione del petto di pollo alla senape e miele è abbastanza espressa per quanto riguarda la cottura sul barbecue. Più lunghi i tempi della marinatura: sono necessarie circa 4 ore. Il petto di pollo alla senape e miele va servito ben caldo con l’aggiunta di alcune gocce di ketchup: sono quelle che faranno la differenza.
  10. zucca in padellaZucca in padella. Un contorno fuori dai soliti schemi? La zucca in padella non delude mai, Un ortaggio autunnale il cui gusto si presta ad essere esaltato dal miele e da un mix di spezie: cannella, noce moscata, coriandolo e chiodi di garofano. Per chi apprezza le erbe aromatiche si possono aggiungere salvia e timo oppure rosmarino. Consigliata una noce di burro al posto dell’olio.
  11. Cheesecake al miele. La cheesecake, la torta al formaggio di tradizione americana, è buonissima ma purtroppo molto calorica. Se ne può provare una versione light usando lo yogurt bianco alla greca e il miele al posto di panna e zucchero. Da provare così o con frutta fresca per non avere rimorsi.
  12. Bienenstich. Arriva da Magonza, città tedesca sul fiume Reno la torta Bienenstich: come dice il nome stesso questo dolce trae origine da una puntura che, secondo leggenda, un’ape, attirata dal miele, avrebbe inferto a un cuoco. Un altro racconto vuole che il dolce fosse stato creato per festeggiare la vittoria dei tedeschi contro i nemici messi in fuga da alveari inferociti. Nell’uno e nell’altro caso è il miele protagonista della ricetta.
  13. Seadas. Il dolce dei pastori sardi della Barbagia e del Logudoro. Era consumato in occasione delle feste principali. Le frittelle di grano e strutto vengono farcite con formaggio fresco di pecora e poi guarnite con il miele di Corbezzolo, tra i più pregiati in Sardegna.
  14. Baklava. Strati di frutta secca (noci, pistacchi, mandorle) e cannella cotti in forno. Particolare lo sciroppo usato per guarnizione, a base di miele, zucchero, succo di arancia. Si serve freddo. Un altro dolce tipico ellenico è il kataifi, anche questo a base di pasta fillo, frutta secca e sciroppo di miele ma dalla forma a involtino. Caratteristico per le feste di Natale.
  15. Torta al miele. Dolce senza essere stucchevole, soffice al punto giusto. Può essere realizzata con il miele che si preferisce: da quello di acacia più delicato a varietà dall’aroma più intenso: millefiori, castagno, arancio, lavanda. Si conserva per circa tre giorni: basta tenerla coperta sotto una campana di vetro.

I Video di Agrodolce: Frozen Tropical