Come scegliere il latte di mandorla giusto per te

7 Settembre 2020

Il latte di mandorla è uno dei latti vegetali più amati, simbolo della nostra tradizione. Anticamente veniva prodotto dei monasteri in Sicilia e, ancora oggi, il suo consumo è molto diffuso nel Sud Italia. La curiosità, la diffusione di intolleranza al lattosio e la crescita dell’interesse verso l’alimentazione vegana stanno facendo sì che questo prodotto sia sempre più diffuso in tutta Italia. un prodotto che ricorda esperienze felici di vacanze al mare e non solo Del resto, come resistere al suo sapore dolce e avvolgente, che ci ricorda esperienze felici e golose come la granita alla mandorla delle nostre vacanze al mare? Il latte di mandorla ha poi un buon contenuto di antiossidanti (tocoferolo – vitamina E) e di grassi insaturi. Si può facilmente preparare in casa seguendo la nostra ricetta, lasciando in infusione le mandorle a freddo, tritandole e spremendole. Se non avete tempo (o voglia) ci sono però anche tanti diversi prodotti già pronti al supermercato e online. Come sceglierli? Quali differenze ci sono tra le varie proposte? Vi raccontiamo le caratteristiche di ciascuno così potrete confrontarli e decidere quale assaggiare per primo. Potrete poi berne un bicchiere, aggiungerlo ai frullati o al caffè freddo oppure a tante altre ricette, come torte, biscotti, budini, creme o pollo speziato.

  1. Granarolo: un gusto delicato e una percentuale di mandorle leggermente più alta della media ovvero il 2,3%. Altra particolarità: le mandorle sono di origine italiana. A livello nutrizionale questa bevanda è quella con il minor contenuto di sale (0,004 g). Poche le calorie (23 kcal per 100 ml) a fronte di un buon contenuto di zucchero (1,6 g) visto che, diversamente da altri prodotti, viene aggiunto agli ingredienti. Si trova sia nel formato da un litro che nella pratica confezione con tre piccoli flaconi da 200 ml l’uno. Il prezzo consigliato è di € 2,99.
  2. AdeZ: il gruppo The Coca-Cola Company è ormai presente sugli scaffali anche con le sue bevande vegetali con il latte di mandorla senza zuccheri aggiunti ma arricchito con calcio, vitamina D e B12. La presenza di mandorla non è alta (2%) ma in linea con altri prodotti simili e al posto dello zucchero viene impiegato come edulcorante i glicosidi steviolici, composti estratti dalla Stevia reubadiana. Forse ne avete già sentito parlare perché in passato si sono sollevati dubbi sulla loro sicurezza ma sia il comitato di esperti in una indagine congiunta Fao e Oms sia l’Efsa hanno dichiarato ammissibile una dose giornaliera di 4 mg/kg peso corporeo/die. Basso è il contenuto calorico (14 kcal per 100 ml) e minimo quello zuccherino (0,1 g). La confezione disponibile ha un formato particolare, 800 ml pari a quattro bicchieri circa, per un costo che si aggira attorno a € 2,89.
  3. Valsoia: l’azienda bolognese famosa per i suoi prodotti a base di soia spazia anche nel mondo delle mandorle con una bevanda anche in questo caso arricchita di calcio e vitamine (B2, B12, D, E). Anche in questo caso la quantità di mandorle è in linea con la media (2%) ma è interessante che nella lista degli ingredienti sia specificato che sono tostate. La seconda materia prima è lo zucchero di canna per un risultato finale dolcissimo (3 g per 100 ml). Il latte di mandorla Valsoia non contiene aromi naturali diversamente dai precedenti citati ed è disponibile in confezioni da 1 litro. Costo a partire da € 2,90.
  4. Alpro: l’ingrediente principe sono le mandorle mediterranee leggermente tostate (2,3%). Anche in questo caso la bevanda è addizionata di calcio e vitamine (B2, B12, D, E). Interessante il contenuto di calcio leggermente più alto rispetto ad altri prodotti simili (125 mg in 100 ml contro 120 mg dei competitor). Tra gli ingredienti è presente lo zucchero (3 g), ma è disponibile anche la versione senza, realizzata, questa volta, con mandorle non tostate che rendono il composto cremoso, naturalmente dolce. Oltre a non contenere zuccheri è anche meno calorico (13 kcal contro 24 kcal). Entrambi sono disponibili in confezioni da 1 litro a partire da € 2,85.
  5. Condorelli: non tutti sanno che l’azienda piemontese famosa per i suoi torroncini prepara anche un latte di mandorla con il maggior quantitativo di frutta secca. Ben 11%. Alto è però anche il quantitativo di zucchero (11,5 g per 100 ml). Se siete attenti alla linea non vi preoccupate perché trovate pure in commercio la versione light con meno mandorle (5,5%), la metà di calorie (44 kcal contro 89 kcal) e di zuccheri (6,8 g). Esiste poi il latte di mandorla Condorelli con l’aggiunta di pistacchi, una golosità per chi ama la frutta secca. Disponibile in versione da 1 litro e da brik da 200 ml con un costo che si aggira attorno ai € 3,20.
  6. Alce Nero: iniziamo ora a esplorare il mondo del biologico a partire da un’azienda che opera nel settore dal 1984. Il latte di mandorla Alce Nero ha caratteristiche uniche. È infatti uno dei prodotti più ricchi di mandorle (6%) e si specifica che si tratta di ingredienti esclusivamente italiani. È senza zuccheri aggiunti ma è addizionato di calcio, non con la presenza di un sale come in altre bevande simili ma di Lithothamnium calcareum, un’alga rossa abbondante sulle coste dell’Irlanda e della Bretagna. L’apporto calorico è più alto rispetto ad altri competitor (42 kcal per 100 g), ma bassissima è la quantità di zucchero (0,2 g). Lo trovate al supermercato in confezioni da 500 ml per un prezzo che si aggira attorno a € 5,68 al litro.
  7. Isola Bio: un buon contenuto di mandorle (5%) biologiche e un ingrediente speciale, lo sciroppo d’agave per addolcire il preparato con indice glicemico inferiore al classico saccarosio. Non contiene emulsionanti, aromi, stabilizzanti ma sono quattro semplici materie prime: acqua, mandorle, sciroppo e sale marino. Interessante è poi la varietà perché potete trovare la variante senza zucchero, la delizia di mandorle arricchita di calcio (grazie all’alga Lithothamnium calcareum), la bevanda con mandorla e avena, mandorla e cocco oppure mandorla e riso. La versione classica e quella senza zucchero sono disponibili da 1 litro o nel pacco da tre brik da 200 ml ciascuno. Costo: € 3,90.
  8. Ecomil: golosa è pure la scelta che offre questo marchio che si trova nei siti e nei supermercati specializzati nel biologico e in farmacia. Si può infatti spaziare dalla bevanda vegetale di mandorla naturale o senza zucchero, biologiche o meno, arricchita di calcio (alga Lithothamnium calcareum), alla vaniglia e al cacao. Buono il contenuto della materia prima principe (6%) che insieme ad acqua, succo d’agave e maltodestrine di mais completano la ricetta. Si possono trovare nei formati da 200 ml, 500 ml e 1 litro con prezzi che si aggirano attorno ai € 3,60 al litro.
  9. Valdibella: si torna alla tradizione con questa bevanda preparata con sole mandorle siciliane biologiche (8%) e acqua, seguendo un’antica ricetta. Il contenuto calorico è più alto della media (61 kcal per 100 ml), ma basso è l’apporto zuccherino (0,3 g) non essendoci zuccheri aggiunti. Per chi ama la dolcezza ne esiste una versione dolcificata con sciroppo d’uva, sempre biologico e di origine siciliana. È disponibile solo nel formato da 1 litro. Prezzo consigliato: € 4,95.
  10. Fattoria della Mandorla: restiamo nel Sud Italia con un’azienda pugliese che si trova all’interno del Parco Nazionale dell’Alta Murgia e da quattro generazioni coltiva la mandorla di Toritto, cultivar “Filippo Cea”. Tra i suoi prodotti non poteva mancare il Mandolat, un preparato solubile per la preparazione del latte di mandorla. Come? Basta aggiungere acqua tiepida o fredda. Sarete poi voi a decidere se aggiungere zucchero, miele, stevia, succo d’agave, cacao, cannella, ecc e cambiare magari ricetta ogni giorno. L’azienda offre due prodotti: il preparato con mandorla pelata o il Mandolat integrale, con il 75% di mandorla pelata e il 25% di mandorla solo sgusciata, dal sapore più intenso. Entrambi i preparati sono biologici e disponibili nelle confezioni da 80, 400 e 1000 grammi. Prezzo a partire da € 4,71.
I Video di Agrodolce: Cannoncini al cioccolato