Gli eventi collaterali di Vinòforum 2020 a cui non mancare

16 Settembre 2020

Non di solo vino e buon cibo vive la nuova edizione di Vinòforum 2020, dall’11 al 20 settembre al parco Tor di Quinto a Roma. Accanto alle proposte delle oltre 600 cantine e dei 31 chef con i propri temporary restaurant ci sono infatti anche alcune degustazioni gratuite, che abbinano sigari con vini e distillati, ma anche caffè e food revolution.

Gli abbinamenti del sigaro

Ogni sera, allo stand 1, il Club Amici del Toscano propone due laboratori di degustazione e abbinamento sigaro toscano e vino o distillato. Solo 16 i posti disponibili, da prenotare direttamente in manifestazione, con due turni, uno alle 20 e uno alle 22.

16 settembre appuntamento con Casale Mattia e il Modigliani, insieme al Casale Mattia Spumante, Frascati, Rampazzu, Syrah. Ore 22 c’è Segnana, con una degustazione ancora da definire. Giovedì 17 è il turno dei vini naturali di Vinàmica, abbinati al Modigliani:  SanRosè 2018 – TerraQuilia (metodo ancestrale sboccato – sangiovese 100%); N.6 2017 – VNA (metodo ancestrale non sboccato – pinot noir 100%); Cruasè 2013 – Pietro Torti (metodo classico – pinot noir 100%). Alle 22, invece, Distilleria Nonino: il sigaro Toscano 1492 si gusta con Amaro Nonino, Grappa di Moscato, Grappa Antica Cuvée. Il Consorzio del Prosecco Doc è l’host del primo appuntamento del 18 e del 19 settembre: in degustazione il Toscanello Velluto e il Toscanello Bianco con tre etichette Prosecco Doc. Ancora da definire il secondo appuntamento di entrambi i giorni, così come quelli del 20.

Conosci il produttore

Lo stand 11 dello spazio eventi è invece il luogo in cui è possibile degustare e conoscere direttamente i produttori vitivinicoli, con un posto – prenotabile gratuitamente anche sul sito fino a esaurimento posti – da riservare almeno 15 minuti prima dell’inizio dell’evento. Il 16 settembre con il nuovo sito di vendita vino Stappato.it e la degustazione di una selezione di vini: Lancestrale 2019 – Col di Corte – Marche, Sant’Ansovino 2018 Marche Igt – Col di Corte – Marche, Sereno e Nuvole 2019 Vermentino Toscana Igt – Dianella – Toscana, Chianti Riserva 2016 Docg – Dianella – Toscana, Ribolla Gialla 2018 Collio Doc – Gradis’ciutta – Friuli, Friulano 2018 Collio Doc – Gradis’ciutta – Friuli. Per chiudere una sorpresa dello chef Gabriele Muro di Adelaide al Vilòn. Alle 21.30 Where dreams have no end…l’esaltazione dello Chardonnay in terra friulana: il Dreams di Jermann.

17 settembre ancora da definire nel primo appuntamento, mentre alle 21.30 si parla di intensità aromatica e grandi vini bianchi da invecchiamento: La cifra stilistica di Kellerei Terlan, eccellenza altoatesina. Cooming soon anche l’appuntamento delle 19.45 del 18, quando alle 21.30 si parlerà del potenziale evolutivo dei grandi vitigni autoctoni del Lazio firmati Casale del Giglio. Sabato 19 è il tempo del Brunello di Montalcino Poggio alle Mura Banfi, mentre alle 21.30 si parla della magia della Borgogna con Giancarlo Marino. Ancora da definire, invece, gli appuntamenti della chiusura di domenica 20 settembre.

Il caffè

Altro evento collaterale da non perdere sono le degustazioni di caffè con Caffè Hausbrandt agli stand 27/28. Dieci i posti disponibili, da riservare direttamente durante la manifestazione. Si inizia alle 21 il 16, il 17, il 18 e il 20 settembre – con cenni storici sul caffè, botanica della pianta, quindi definizione e parametri dell’espresso e gestione e regolazione degli equipments. Il 19 settembre è invece tempo di masterclass di degustazione del caffè arabica, insieme all’arte della miscelazione e della tostatura di Hausbrandt, con estrazione e degustazione di un blend premium.

Food revolution

Ultimo, non certo per importanza, l’appuntamento con il caviale al Calvisius Caviar Lounge, con un menu preparato dai migliori chef, così come quello con l’oliva all’ascolana DOP abbinata ai migliori vini marchi. Per concludere con i dolci siciliani de Il Catanese.

I Video di Agrodolce: Patate al forno