15 strumenti che ti faranno evitare disastri in cucina

17 Settembre 2020

La cucina è un luogo magico, un luogo dove regna la creatività, ma anche la tecnica. Dove basta poco per trasformare un piatto in un capolavoro o… in una tragedia. E questo può succedere a tutti, sia allo chef della domenica sia a quello più esperto. L’errore è sempre dietro l’angolo ma ci sono dei trucchi per evitare il peggio, sporcare meno e divertirsi di più. Quali sono questi trucchi? I giusti utensili. Scopriamo allora i 15 strumenti che ti faranno evitare disastri in cucina.

  1. Forbici per la pizza. Simpatiche e pratiche, un accessorio sottovalutato ma utilissimo per evitare di tagliare cartoni, spargere pomodoro ovunque o, ancora peggio, rovinare la guarnizione. Con queste forbici taglierete e servirete i vostri spicchi di pizza in un attimo e senza difficoltà. Ci sono persino quelle con paletta incorporata che possono essere utilizzate anche per torte, frittate, ecc…
  2. Sputa noccioli. Buonissime le ciliegie ma che fastidio i noccioli! Magari volete conquistare la donna/l’uomo della vostra vita a tavola e l’evacuazione di quel pallino legnoso non è proprio sexy. Per fortuna esiste lo sputa noccioli o snocciolatore, utile per le ciliegie ma anche per olive. In questo modo non solo sarà più facile gustarsi questi frutti al naturale, ma anche sfruttarli in cucina in tante ricette, dai fagottini ricotta e ciliegia al filetto alle olive.
  3. Filtro per il lavandino. Capita di avere un piatto o una pentola sporca di cibo, pezzetti che rischiano di intasare il lavandino o semplicemente provocare cattivi odori. C’è una soluzione? Assolutamente sì ed è il filtro per lavandino. È un oggetto economico, che si applica e si toglie facilmente. Si trova sia in acciaio che in silicone, anche in colori diversi.
  4. Timer. Quante volte si lasciano per sbaglio le cose nel forno o sui fornelli fino a farle bruciare, attaccare o scuocere? E dire che basta un semplice timer per risolvere il problema. E mentre la nostra ricetta cuoce noi possiamo dedicarci ad altro e tornare a vedere come è la situazione allo scadere del tempo. C’è chi imposta questa funzione semplicemente sul cellulare e chi compra uno strumento apposito. La versione classica è quella a forma di uovo, ma oggi ne esistono di forme e colori diversi e ci sono pure quelli digitali che calcolano sia i minuti che i secondi.
  5. Assorbitore di etilene. La soluzione perfetta per avere frutta e verdura fresca più a lungo e preparare tanti deliziosi manicaretti senza sprechi. Si inserisce la scatolina con il filtro nel frigorifero e i nostri prodotti si conservano per alcune settimane in più rispetto al solito. Questo perché lo strumento intrappola l’etilene, un ormone di origine vegetale responsabile della maturazione. Alcuni frutti, come le mele, le banane o i pomodori, contengono infatti dosi elevate di questo componente anche dopo esser stati raccolti e velocizzano la maturazione di ciò che hanno attorno. Catturando l’etilene si evita questo processo. E se proprio avete bisogno di far maturare qualcosa velocemente chiudetelo in un sacchetto di carta insieme a una mela e il gioco è fatto.
  6. Reggimestolo. Sembra un vezzo, soprattutto oggi che il mercato offre prodotti sempre più colorati e divertenti, ma non è così. Avere un mestolo sempre a portata di mano è utilissimo ed evita problemi più complicati da risolvere come un sugo che si è attaccato al fondo della pentola. A volte per pigrizia, non sapendo dove metterlo, evitiamo di usarlo ma la soluzione c’è. In passato si usavano oggetti in ceramica, anche finemente decorati. Belli, ma poco funzionali perché ingombranti e facili da rompere. Meglio puntare sulle ultime novità ovvero piccoli strumenti in silicone che si appoggiano al bordo della pentola in modo da minimizzare gli spostamenti di un mestolo o di un cucchiaio pericolosamente sporco. E poi si lava tutto in lavastoviglie senza problemi.
  7. Indicatore per la cottura delle uova. Cucinare è facile come cuocere un uovo sodo? Ma anche no! Basta pochissimo per sbagliare la cottura e portare in tavola un altro tipo di preparazione, l’uovo barzotto, con il tuorlo ancora morbido, oppure dal contorno verdastro perché troppo cotto. E un uovo troppo cotto non è facile da digerire. Meglio allora sfruttare questo indicatore che cambia colore a seconda del livello di cottura. Basterà metterlo nel pentolino contemporaneamente alle uova così da avere un riferimento il più preciso possibile.
  8. Termometro per la carne. Anche quando si tratta di carne basta qualche secondo di distrazione per portare in tavola una bistecca troppo al sangue oppure esageratamente cotta con il rischio che sia dura e poco gustosa. Come fare per risolvere il problema? Con un pratico termometro a inserimento o a sonda, che raggiunge il cuore del nostro cibo e ci permette di orientarci sui tempi di cottura. La bistecca di manzo al sangue, per esempio, deve avere una temperatura di circa 50° C mentre il petto di pollo di 75° C. E si può sfruttare anche per il pesce perché, quando è troppo cotto, tende a sfaldarsi.
  9. Stampini in silicone. Dimenticate teglie unte e bisunte o torte che si rompono perché rimangono attaccate alla tortiera! Grazie al silicone, materiale oggi ampiamente usato in cucina, potrete impiattare i vostri dolci grandi e piccoli senza problemi. Offre un’ottima antiaderenza, resiste alle alte temperature, garantisce una cottura uniforme, si lava facilmente ed è molto flessibile quindi potrete arrotolare i vostri stampi e recuperare spazio in cucina.
  10. Frusta per impasto. Chiamato anche Pastry Blender, è un oggetto in acciaio che permette di impastare a mano con ottimi risultati. Quali sono i vantaggi? Per esempio nella preparazione della pasta frolla o della pasta brisèe si riesce a incorporare perfettamente il burro alla farina senza il rischio di scaldarlo con il calore delle mani. Il tutto in meno tempo e senza sporcarsi le mani. Può essere anche utile per schiacciare alcuni alimenti come frutta e verdura o preparare salse granulose, come la guacamole, senza il mortaio.
  11. Contenitore per la cottura in microonde. Tanti cibi possono essere cotti al microonde facendoci risparmiare tempo e, spesso, garantendo un sapore più intenso e genuino. Ci possono però essere degli inconvenienti perché l’acqua può montare rovinando la cottura e sporcando la base. Ecco che allora ci salvano la vita questi contenitori. Meglio scegliere quelli in vetro, materiale resistente, che non lascia residui e che è trasparente, elemento che permette di controllare a colpo d’occhio la cottura degli ingredienti. Esistono poi contenitori per la cottura a vapore per il microonde, per la cottura della pasta o del riso, per grigliare o sterilizzare. E la comodità è anche che questi recipienti possono essere usati pure per conservare i nostri alimenti in frigorifero. Un solo investimento per diversi usi.
  12. Fogli di rivestimento per frigorifero. Si tratta di lamine adesive facili da applicare e da rimuovere che permettono di mantenere il frigorifero più pulito e di evitare la contaminazione tra cibi diversi. Ne esistono alcune tipologie che possono semplicemente essere lavate in lavastoviglie così da avere uno spazio sempre in ordine e sicuro. Solitamente hanno un certo spessore che permette una maggior circolazione dell’aria e quindi una conservabilità più lunga per frutta e verdura.
  13. Imbuto. Semplice ma utilissimo in tante situazioni diverse. Pensate, per esempio, a come è più facile travasare un liquido con questo strumento oppure versare una marmellata fatta in casa nell’apposito barattolo. Il procedimento viene fatto più velocemente e c’è un minor rischio di sporcare tutta la cucina. Ne esistono di vari tipi: l’imbuto pieghevole occupa meno spazio. Quello in silicone è facile da pulire e resiste bene alla temperature, sia quelle molto calde che molto fredde. Quello con il dosatore permette di versare il giusto quantitativo di impasto garantendo uniformità alle nostre creazioni. Può essere utile anche per decorare e guarnire in modo preciso le nostre ricette.
  14. Tagliere da cucina pieghevole. In questo modo è impossibile che ci sfugga qualche ingrediente e possiamo essere più meticolosi nelle nostre preparazioni. E poi, si sporca meno così possiamo concentrarci su altro. Spesso, tra l’altro, si tratta di uno strumento polifunzionale, usato anche come cestino portaoggetti, mini lavello o ciotola per sciacquare in modo pratico e veloce le verdure e la frutta sotto l’acqua corrente.
  15. Cutter da dito. Quanto sono scomode certe confezioni da aprire? E quanto tempo ci fanno perdere… magari, esasperati, cerchiamo di forare la pellicola con un coltello oppure di strapparla brutalmente, rischiando di rovesciare o disperdere parte dell’ingrediente sul piano di lavoro. Se vogliamo lavorare bene in cucina sfruttiamo le potenzialità del cutter da dito, piccolo e maneggevole. È rivestito in silicone e composto da una lama in ceramica che vi permetterà di aprire velocemente pacchi di pasta, confezioni di salumi e formaggi, ecc.

I Video di Agrodolce: Costine di maiale con BBQ