Aperitivo vegetariano? Ecco i migliori indirizzi su Roma

18 Settembre 2020

I vegetariani capiranno: sarà capitato almeno una volta – e mi tengo stretta – di provare quella sensazione di profonda delusione mista a sgomento davanti a una scelta di stuzzichini da aperitivo che di verde ha solo noccioline, patatine e qualche stick di verdura. i vegetariani all'aperitivo spesso rimangono delusi e senza troppa scelta Se si escludono i posti dove è possibile orientare la propria forchetta in ampi buffet fai da te – situazione che ultimamente non va molto d’accordo con il rispetto del distanziamento sociale – non è raro che ci si ritrovi a spiegare il proprio regime alimentare cercando di trovare il giusto compromesso: focaccia senza salumi, solo formaggi, rustici senza wurstel, insalate di riso senza tonno. E diciamolo, anche a rompere un po’ le uova nel paniere – per usare un eufemismo – al gentile cameriere di turno. Di questi tempi la soluzione è andare sul sicuro, ossia scegliere locali dove l’aperitivo nasce vegetariano (o vegan) e dove l’opzione del buffet si è comunque salvata seppur a scapito di una certa libertà di movimento. Da questo punto di vista Roma sa essere un contenitore estremamente eterogeneo, ma altrettanto dispersivo: andare sul sicuro quando si tratta di mettere le gambe sotto il tavolo – anche per un semplice aperitivo – fa rima con utopia. Ecco quindi una summa dei migliori indirizzi capitolini dove fare un ottimo aperitivo vegetariano senza incorrere in sorprese inaspettate.

  1. Biopolis Caffè (via Dire Daua, 12). Nel quartiere Libia, vicino alla commerciale via Tripolitania, si nasconde – ma non troppo – il piccolo universo di Biopolis che si compone dello Store e del caffè. Dal concept del supermercato dove cercare alimenti biologici e prodotti ecologici, il format di Biopolis si è esteso per accogliere palati vegetariani e vegani dalla colazione fino all’ora dell’aperitivo. Lasciatevi ispirare dalla ricca lista di vini di agricoltura biologica e biodinamica, o dai dissetanti cocktail a base di frutta fresca, spezie e aromi. Da mangiare, poi, non mancano ciotoline di hummus, cereali integrali, proteine vegetali e abbondanti taglieri di verdura.
  2. Il Margutta Vegetariano (via Margutta, 118). Nome tra i più pronunciati e ascoltati, il Margutta Vegetariano è una tappa sempre rassicurante quando si passa per il centro storico della capitale. Oltre a offrire il giusto mix di godimento e relax durante la cena, il Margutta propone tutte le sere dalle 18.30 (escluso il sabato) l’Aperitif Dinner. L’offerta mangereccia spazia dai piatti caldi – tra cui paste e zuppe – agli sfizi finger food, senza tralasciare un’ampia proposta di pinse romane (rigorosamente di gusto vegetariano) tra cui scegliere.
  3. Ops! (via Bergamo, 56). Da Ops! l’aperitivo si costruisce a propria immagine e somiglianza. La filosofia di questo locale, dall’arredamento basic e accogliente, tende ad assecondare le voglie del momento. Basterà prendere il proprio piatto e comporlo scegliendo tra le proposte del ricco buffet. Più che di aperitivo si dovrebbe parlare di una cena light: tra primi, secondi e contorni scegliere richiederà una certa risolutezza. L’unica certezza è che pagherete a seconda del peso del vostro piatto.
  4. Le Chat Noir (via delle Palme, 44). Lontano dal circuito turistico di Roma, Le Chat Noir è un piccolo ritrovo con quel non so che di bohémien che illumina le strade del quartiere di Centocelle. C’è un’atmosfera parisienne che offre comode sedute, lucine colorate e una rilassante selezione musicale. Degno preludio di un aperitivo altrettanto “pensato” e curato nei minimi dettagli: troverete insalatine miste con l’aggiunta di frutta fresca, crostini di tutti i tipi, hummus di carote, e una varietà di mini-sandwich veggie.
  5. Vitaminas24 (via Ascoli Piceno, 40-42). Il dinamismo del Pigneto non si arresta e si arricchisce ancora di indirizzi interessanti. Uno di questi è sicuramente Vitaminas24 che, da piccolo laboratorio take-away con base in via Macerata, ha allargato i suoi orizzonti dando vita ad un vero e proprio bistrot. Il menu si alterna tra proposte completamente vegane e vegetariane mettendo nel piatto solo ingredienti di stagione e di ottima qualità. Inutile dire che l’aperitivo sarà un concentrato di salute, gusto e creatività.
  6. 100% Bio (piazza di Porta San Paolo, 6/a). A un passo dalla Piramide Cestia impossibile non notare questo civico che promette nutrimento biologico al 100%. La scelta si compone di oltre 30 piatti tra cui scegliere: anche qui, la composizione del piatto è lasciata totalmente alle proprie preferenze. Si parte con poco per poi arricchire e aggiungere in modo da non sprecare gli ingredienti. E da bere l’offerta non è da meno con un intero menu dedicato a vini biodinamici, cocktail di frutta e birre biologiche.
  7. Breaking Bread Bistrot (via degli Olivi, 49). Dalla colazione alla cena c’è sempre un posto dove sedersi in questo minuscolo bistrot che ha fatto della produzione artigianale il suo marchio distintivo. Qui tutto è vegan, dalle brioche alle torte fino ai menu completi. Il momento dell’aperitivo non è da meno: verdure, legumi, pinse e abbinamenti ricercati e originali (medaglioni di frutta secca e semi, polpette di quinoa e verdure) non vi faranno di certo rimpiangere i classici taglieri di salumi e formaggi.

I Video di Agrodolce: Sausage roll all’Italiana