Tradotto per voi: 7 trucchi che i professionisti usano per fotografare il cibo

30 Settembre 2020

L’articolo originale “7 weird and unexpected things food photographers do to make their shots look perfect” di Rachel Hosie compare su Insider. Un breve elenco di trucchi che i professionisti usano per fotografare il cibo: l’abbiamo tradotto per voi.

  1. Lasciate il pollo crudo e spennellatelo con la vernice. La maggior parte delle persone sono ben consapevoli del fatto che può essere molto pericoloso cuocere poco il pollo. Questa è in realtà una tecnica usata quando se ne arrostisce uno da fotografare, non da mangiare. Secondo il fotografo Atkinson la cottura insufficiente della carne mantiene l’aspetto paffuto, mentre un pollo completamente cotto spesso si rimpicciolisce e appare raggrinzito. Il pollo cotto per i servizi fotografici, infatti, risulta spesso immangiabile.”Viene poi di solito rosolato con una varietà di miscele tra cui vernice, caramello, salsa Marmite e persino lucido per stivali“.
  2. Mettete in colonna i pancake con i pezzi di cartone. I pancake fatti in casa raramente sono belli come quelli che si vedono sui libri di ricette. Secondo Atkinson questo è dovuto al fatto che sono spesso impilati con cerchi di cartone nascosti tra i pancake, dando a ogni frittella uno spazio extra che gli permette di apparire leggero e soffice, invece che piatto e sodo.
  3. Usate l’olio del motore invece dello sciroppo d’acero. Se avete mai provato a scattare la foto perfetta ad un pancake, sapete bene che avete solo una frazione di secondo per catturare la pioggerellina di sciroppo d’acero prima che sia assorbita e scompaia allo sguardo. I professionisti, tuttavia, non usano affatto lo sciroppo d’acero, ma l’olio del motore.”La maggior parte dei fotografi di cibo in realtà usa l’olio di motore per catturare la pioggerellina sui loro pancake, perché non si assorbe“, ha detto Atkinson. “Se usate la frutta, provate a tenerla in posizione con gli stuzzicadenti in modo che sia ben bilanciata sui pancake“.
  4. Aggiungete il detersivo dei piatti alla birra. Anche se sembra invitante, quella rinfrescante birra spumosa probabilmente non ha un sapore così buono come sembra, ed è colpa di un ingrediente imprevisto. “Per ottenere una spillatura perfetta, i fotografi alimentari spesso aggiungono una piccola spruzzata di detersivo prima di versare la birra, per ottenere più schiuma”, sostiene Atkinson.
  5. Nei cereali mettete la colla invece del latte. Il latte non è quasi mai usato quando si fotografano i cereali, perché fa sembrare il cibo molliccio. L’alternativa è molto meno attraente o commestibile: la colla.”I professionisti usano raramente il latte nelle ciotole, quasi sempre usano la colla“, ha detto Atkinson. “Questo perché aiuta a bilanciare i biscotti o i cereali. Il latte tende a far affondare il cereale e ad inzupparlo, mentre la colla tiene il cereale sulla superficie e lo mantiene croccante e più fotogenico“.
  6. Sotto a una tazza fumante mettete un panno caldo bagnato. Cercare di ottenere l’inquadratura perfetta e invitante di una bevanda calda può richiedere un po’ di tempo, e spesso quando ci si arriva è già fredda. Come deve comportarsi dunque un bravo fotografo? La risposta, secondo Atkinson, è creare l’illusione di una bevanda fumante utilizzando un panno caldo e umido nascosto. “Mettete un panno bagnato nel microonde e poi sistematelo dietro la vostra bevanda per ottenere un pennacchio di vapore in più, che aggiungerà un’atmosfera davvero invitante allo scatto“.
  7. Spennellate la carne di olio. La carne è uno dei cibi più difficili da rendere appetitoso in una foto. Ma c’è un semplice trucco per renderla più succosa e invitante: spennellarla con l’olio. “Il trucco è quello di avere sempre lo sfondo e l’ambientazione pronti prima di togliere la carne dal forno e assicurarsi che la luce sia ad un’angolazione tale da cogliere la trama dell’ambiente“, ha detto Atkinson.”La carne si fotografata fresca appena uscita dal forno, perché non appena comincia a perdere calore, inizia a raggrinzirsi e a perdere la sua consistenza. Se lavorate con carne più fredda, provate a usare un pennello da pasticciere per aggiungere un po’ d’acqua calda o di olio vegetale, che gli restituirà la sua naturale lucentezza. Questo vale anche quando si fotografano gli hamburger“.

Traduzione a cura di Paola Porciello.

I Video di Agrodolce: 4 contorni di patate