Alcolici: sapete quali sono i più calorici in assoluto?

9 Ottobre 2020

Che sia quando usciamo con gli amici o quando prepariamo una cenetta romantica in casa, spesso non prescindiamo da un buon bicchiere di vino, un boccale di birra o un cocktail a fine serata. Le bevande alcoliche sono infatti parte delle nostre abitudini alimentari, ma comportano certamente dei rischi, tra cui un elevato apporto di calorie del tutto gratuite, vuote cioè, che non apportano elementi nutritivi e che influiscono sul nostro peso.

Le calorie dell’alcol

Nel fegato l’ossidazione di 1 grammo di alcol etilico (o etanolo) genera circa 7 kcal, contro le 4 di carboidrati e proteine le circa 9 dei grassi. Dodici grammi di etanolo corrispondono a quella che viene definita Unità Alcolica (UA), unità di misura standard in molti Paesi – tra cui l’Italia – che consente di indicare la quantità di alcool assunta con una bevanda. Nel nostro Paese corrisponde a un’unità alcolica un bicchiere di vino di media gradazione, una lattina di birra di media gradazione, un bicchiere (80 ml) di aperitivo a 18°, un bicchierino (40 ml) di superalcolico a 36°.

Quante ne beviamo

Ma a quante calorie corrisponde davvero tutto questo? Un calcolo piuttosto semplificato moltiplica il numero 7 (le calorie di 1 grammo di etanolo) per la quantità assunta, ma la questione non è così semplice, perché mancano tutte le altre calorie aggiuntive che coesistono con l’alcool nelle varie bevande, basti pensare a tutti gli ingredienti presenti nei cocktail. Una lista di alcolici, che tiene conto anche di questi ultimi, è stilata nelle linee guida Inran ed è calcolata sulla misura standard di un’unità alcolica. Vediamo quindi quali sono le effettive calorie degli alcolici.

I più calorici

Secondo i dati forniti dall’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione tra i prodotti più calorici troviamo la piña colada (secondo ricetta): un  bicchiere da 100 ml ha 10 grammi di alcool e sprigiona 174 kcal. A seguire la birra doppio malto (8 gradi): 200 ml corrispondono a 12 grammi di etanolo e a 1 unità alcolica e apportano circa 170 kcal. Un bicchierino da 75ml di vino come il porto e altri aperitivi (20°) corrispondo a 115 kcal. Simile – 113 kcal – l’apporto di circa 75 ml di vino dolce (come il vermouth).

bourbon whisky

Di una caloria più in basso la porzione standard di daiquiri (secondo ricetta): 1 bicchierino da 60 ml corrisponde a 14 grammi di alcool e 112 kcal. Alto anche il livello degli amari sopra i 35°: 1 bicchierino, cioè 40 ml, oscilla tra le 92 e le 126 kcal. Così come quello di brandy, cognac, grappa e whisky (40°): 40 ml corrispondono a circa 90 kcal. Analogamente vodka, gin e rum: 40 ml corrispondono a 83 kcal. Spumante e champagne non sono da meno: un bicchiere da 125 ml corrisponde a 99 kcal.

Vino da pasto

Un bicchiere di vino che alza 13,5°, pari a 125 ml, corrisponde a 13 grammi di alcool, con 91 kcal. Quando i gradi scendono a 12 scende di un grammo anche il contenuto di alcool, con conseguente abbassamento delle calorie: diventano 84 per bicchiere. Scendendo ancora di un grado, cioè a 11, il contenuto di alcool scende a sua volta (sempre 11) e con lui ancora le calorie: stavolta sono 77.

I meno calorici

Se proprio non potete farne a meno scegliete una birra normale, cioè da circa 4,5°: 1 lattina da 330 ml di birra corrisponde a circa 100 kcal, con un contenuto di alcool pari a 12 grammi. In proporzione, una piccola chiara (200 ml) è il prodotto con meno calorie: poco più di 80 in totale. Mezzo bicchiere di vino con gradazione 11 è ben tollerato. Buono anche il sake, a patto di non bere tutta la bottiglia: 1 bicchierino da 40 ml contiene 8 grammi di alcool e ha circa 54 kcal. In chiusura, scegliete amari che abbiano una gradazione più bassa, tra i 23° e i 30°: un bicchierino da 40 ml corrisponde a 9 grammi di alcool, pari a circa 25 kcal.

I Video di Agrodolce: Il sapore del successo