6 trucchi infallibili per aprire un barattolo ostinato

3 Novembre 2020

Magari era quello del sugo di mammà, quello delle melanzane sottolio di padre, quello delle olive che vi ha mandato nonna, fatte apposta per voi e che sognavate da una vita di mangiare. Un barattolo ostinato vi sarà capitato almeno una volta nella vita. E lo state ancora fissando. Se non volete alzare il telefono e chiedere al mittente – mamma, papà, nonna che sia – cosa potete fare per aprirlo, continuate a leggere qui sotto. Tralasciando il fatto che in commercio esiste un apposito strumento di cui siete al momento chiaramente sprovvisti, trucchi da tentare, rubati proprio a loro, ce ne sono a bizzeffe.

  1. Capovolgetelo. Tecnica basic per un primo tentativo, molto valida in caso di barattoli comprati (che quindi potrebbero non essere quelli inviati dalla vostra famiglia) prevede di girare il barattolo di 180° e batterne un paio di volte il fondo con il palmo della mano. Lo avrete visto fare – e fatto – mille volte con la passata di pomodoro, ora sapete perché.
  2. Colpisci il coperchio. Au contraire, se non vi interessa che fine debba fare il coperchio, considerato che è buona norma cambiarlo ogni volta che si appronta una nuova conserva, potete picchiarlo sui bordi, magari con il retro di un coltello, finché le deformazioni non faranno entrare un po’ d’aria. A quel punto potete svitare.
  3. Fai perno. Parola d’ordine pivot – e i fan di Friends capiranno – in buona sostanza fate leva tra il tappo e il barattolo, con i rebbi di una forchetta o con un coltello infilato di piatto. Come per il metodo precedente, mettetevi l’animo in pace: il coperchio non terrà più niente e sarà inutilizzabile.
  4. Un bel bagno caldo. In ammollo in un pentolino o sotto l’acqua corrente (che spreco), lasciate che l’acqua calda faccia la sua magia, dilatando i materiali e allentando l’ostico tappo. Se vi scivola tra le mani aiutatevi con uno strofinaccio o con la pezzetta che usate per i piatti.
  5. Lo schiaccianoci. Se nonna soffre d’artrite e non conosce questo trucco insegnateglielo. Anche per aprire, per esempio, le bottiglie d’acqua. Nel caso del nostro barattolo lo schiaccianoci è valido soltanto per i tappi più piccoli. Una volta stretto intorno al coperchio utilizzatelo come fareste con un normale apriscatole. In caso di tappi più grandi andate a rovistare negli attrezzi e cercate una pinza a becco da idraulico.
  6. Two is megl che uan. Esauriti i tentativi in solitaria? Chiedete aiuto. Posizionate il barattolo su un panno, tenetelo stretto con entrambe le mani e accingetevi a ruotarlo, mentre il vostro salvatore – consorte, compagno, congiunto, coinquilino – procede con entrambe le mani a svitarne il coperchio nel senso opposto. O viceversa.
I Video di Agrodolce: Black Russian