How to: cucinare un petto di pollo tenero e succoso

17 Novembre 2020

È l’alimento ideale per un’alimentazione sana e leggera, ma al tempo stesso proteica e saziante: il pollo è una delle carni più consumate e apprezzate grazie al ridotto contenuto di grassi saturi e all’estrema versatilità a cui si presta. Si tratta di una carne ricca di proteine, e fonte naturale di fosforo, potassio e vitamina B3; allo stesso tempo è povera di sodio: un alimento ideale per una dieta sana e bilanciata. Che sia arrosto con le patate o semplicemente servito in insalata, il pollo richiede alcune accortezze durante la preparazione. Il pregio dell’avere una carne magra e tenera lo espone infatti al rischio di asciugarsi – o peggio bruciarsi – con facilità durante la cottura, soprattutto se non si seguono alcuni piccoli ma essenziali accorgimenti. Vediamo allora quali sono tutti i trucchi per ottenere un petto di pollo cotto alla perfezione dalla superficie croccante e dall’interno morbido e succoso.

  1. La fase preliminare: come ottenere fettine sottili e compatte. La riuscita del vostro petto di pollo dipenderà prima di tutto dalla consistenza e dallo spessore delle fettine che dovrete cuocere. Verificate sempre la freschezza delle carni: la pelle deve essere rosa, lucida e umida, e l’odore leggero. Non seguite mai il consiglio ormai antiquato di lavare la carne bianca prima della cottura: il lavaggio contribuisce a diffondere gli eventuali batteri per tutta la cucina. Se avete acquistato un pollo intero e non sapete come tagliarlo nel modo giusto, procedete in questo modo: appoggiate una mano sulla superficie della carne in modo da tenerla ben ferma ed eseguite un taglio per il senso della lunghezza facendo passare la lama liscia e affilata circa 2 cm sotto la vostra mano. Una volta ottenuto lo spessore desiderato, il passo successivo sarà quello di rendere la carne più morbida e tenera possibile. Il miglior metodo per un risultato perfetto è utilizzare un batticarne: coprite le fettine di pollo con della pellicola da cucina e battete in modo uniforme su tutta la superficie, in modo da rompere le fibre interne e rendere la carne ancora più sottile. Dopo aver maneggiato la carne, ricordatevi di lavare accuratamente le mani. 
  2. L’importanza della marinatura. C’è poi un altro trucco che contribuirà a rendere il vostro petto di pollo particolarmente morbido, ossia la marinatura. Il liquido sarà assorbito dalla carne conferendole non solo morbidezza ma anche uno ottimo sapore. Per preparare la marinatura vi serviranno: del succo di limone, olio extravergine di oliva, una manciata di foglie di prezzemolo tritate, sale e pepe. Mescolate il tutto così da ottenere un’emulsione omogenea e iniziate a massaggiare con cura la carne in modo da inumidire l’intera superficie. Versate tutto il liquido sopra la carne fino a coprirla interamente e lasciate riposare in un frigorifero per circa 30 minuti.
  3. Attenzione alla temperatura di cottura. Ma veniamo al momento più delicato, ossia la cottura. Per prima cosa, ricordatevi di togliere il pollo dal frigorifero almeno 15 minuti prima di iniziare a cuocerlo così da evitare qualsiasi shock termico che ne potrebbe compromettere il risultato. Considerate, inoltre, che la lavorazione con il batticarne e il passaggio della marinatura hanno reso la vostra carne ancora più morbida e sottile. Per mantenere questa consistenza anche al momento dell’assaggio, bisogna stare attenti a non prolungare troppo la cottura e a impostare temperature medio-basse. Per monitorare questo aspetto è utile dotarsi di un termometro da cucina: non appena la temperatura interna del petto di pollo avrà raggiunto i 74 °C sarà il momento di toglierlo dal fuoco. Ricordatevi di non appoggiare mai la carne cotta sullo stesso piatto che conteneva la carne cruda.
  4. Coprire il pollo durante la cottura: un trucco infallibile. Un altro accorgimento essenziale per mantenere la carne ben umida e tenera è quello di coprire la padella con un coperchio e procedere in questo modo per i primi 10 minuti di cottura. In alternativa potete avvolgere il petto di pollo in un foglio di alluminio e cuocerlo per circa 5 minuti, così da far penetrare ancora più in profondità il liquido della marinatura. Se nonostante queste accortezze notate una consistenza troppo asciutta, potete aiutarvi aggiungendo durante la cottura qualche mestolo di brodo vegetale o del succo di limone: alzate leggermente la fiamma e, una volta che il liquido si sarà ristretto, proseguite a fuoco medio basso fino al raggiungimento della temperatura ottimale.

In collaborazione con Unaitalia

Il contenuto di questa campagna promozionale rappresenta soltanto le opinioni dell’autore ed è di sua esclusiva responsabilità. La Commissione europea e l’Agenzia esecutiva per i consumatori, la salute, l’agricoltura e la sicurezza alimentare (Chafea) non accettano alcuna responsabilità riguardo al possibile uso delle informazioni che include.