Tutto ciò che puoi fare con il pane a fette

18 Novembre 2020

Pane a fette, pancarré, pane in cassetta: tanti nomi per un solo ingrediente, sempre morbido, versatile e amato da tutti. La sua storia inizia a Torino e non negli Stati Uniti, come molti pensano. secondo la leggenda questo pane sarebbe stato inventato a torino Del resto, è proprio in questa città che è nata anche una delle preparazioni più famose a base di pancarré, il tramezzino. Secondo la leggenda questo pane sarebbe stato creato per fare un dispetto all’ultimo boia di Torino, Piero Pantoni, a metà ‘800. Quello di uccidere le persone, seppur colpevoli di un reato, non era infatti un lavoro molto amato dalla popolazione, che riservava a questi professionisti qualche piccolo dispetto. Per esempio quello di consegnargli il pane girato al contrario, capovolto. Pantoni, stanco di questa situazione, chiese alle autorità di emettere un’ordinanza che vietasse la pratica scortese. I panettieri torinesi però furono più furbi e crearono un pane uguale sia sopra che sotto, dalla forma di un parallelepipedo, simile a un mattone. Ecco il nostro pancarré in cui carré è un francesismo e significa quadrato.

Abbiamo detto che con questo ingrediente tradizionalmente si preparano i tramezzini. Che cos’altro possiamo cucinare? Scopri tutto quello che puoi fare con il pane a fette.

  1. Pizzette: facili e velocissime. Conquisteranno anche i più piccoli di casa! Stendete le fette di pane su una teglia. Condite semplicemente con salsa di pomodoro e mozzarella tagliata a bocconcini. Infornate a 180° C per 10 minuti in modo che il formaggio si sciolga e il pane diventi più croccante. Una volta pronte, condite con un filo d’olio extravergine d’oliva e qualche foglia di basilico fresco e le vostre pizzette veloci sono pronte. Potete arricchire e colorate la vostra ricetta con filetti d’acciuga, tocchetti di prosciutto cotto o würstel, strisce di zucchine grigliate oppure saporite olive nere.
  2. Lasagne: il pane in cassetta è perfetto per realizzare sfiziose ricette in pochi minuti e per rendere molto più veloci preparazioni che altrimenti richiederebbero più tempo e impegno. Abbiamo visto, per esempio, come fare la pizza in 10 minuti. Ma anche le lasagne possono essere preparate senza pasta sfoglia ma creando gli strati semplicemente con le fette di pancarré. Come? Eliminate il bordo che si presenta leggermente più duro e intervallate il pane con salsa al pomodoro densa e tocchetti di mozzarella oppure zucchine grigliate e scamorza, con un ragù di verdure o ancora  prosciutto cotto e fontina. Il nostro consiglio è di evitare condimenti troppo morbidi, come la besciamella, che rischiano di inzuppare e spappolare eccessivamente il pane.
  3. Cannelloni: la ricetta della domenica, dei in pranzi famiglia in allegria e gusto. Non dobbiamo aspettare la prossima riunione familiare per poter godere di questo ricco piatto. Possiamo portarlo in tavola ogni giorno nella sua versione semplificata a base di pane a fette. Appiattite i vostri quadrati con l’aiuto di un matterello e farcite con prosciutto cotto e fontina a cubetti. Arrotolate e disponete i cannelloni in teglia, uno di fianco all’altro. Versate una besciamella o una salsa al formaggio densa e un cucchiaio di parmigiano. Infornate a media temperatura per circa 15 minuti o finché non si formerà una croccante crosticina in superficie. E i vostri cannelloni sono pronti. Potete sostituire il prosciutto con salsa al pomodoro e scamorza, con le verdure grigliate, con i funghi trifolati o ancora melanzane fritte e provola.
  4. Cannoli: un aperitivo sfizioso? Una voglia matta di mangiare qualcosa di buono davanti all’ultima stagione della propria serie preferita? Preparate i cannoli di pancarrè riempiendoli con una crema di ricotta, arricchita da pancetta e un pizzico di pepe nero e godetevi la serata. Se in casa non avete questi ingredienti potete sempre usare come ripieno una mousse di formaggio spalmabile, mortadella e pistacchi o il classico abbinamento pomodoro e mozzarella. Se invece preferite il dolce al salato, farcite i cannoli con la nutella o una crema di ricotta e gocce di cioccolato fondente.
  5. Mozzarella in carrozza: un antipasto tipico della cucina campana, facile da preparare e irresistibile da gustare. E per poterlo cucinare bastano pochi semplici ingredienti: mozzarella, uova, pangrattato e pane, casareccio o a fette. Quest’ultimo è più pratico da gestire. Per preparare la mozzarella in carrozza farcite il pane con il formaggio come se doveste portare in tavola un toast. Passate il tutto prima in una pastella di uova e farina poi nel pangrattato e friggete. Per una preparazione più leggera potete cuocere in forno ad alta temperatura per una decina di minuti. Per rendere il vostro antipasto più sfizioso, invece, aggiungete al toast un filetto d’acciuga, una fetta di prosciutto o di speck.
  6. Pain perdu: se in Campania hanno la mozzarella in carrozza, negli Stati Uniti il French Toast, in Francia si mangia il Pain perdu. In realtà, l’origine di tutti questi piatti sembra sia la stessa ovvero l’usanza diffusa nell’impero romano del V secolo di bagnare il pane raffermo nel latte, passarlo in pastella e infine friggerlo. Un ottimo modo per dare una seconda possibilità al pane non più fresco oppure, ai tempi nostri, per usare il pancarré. Così morbido e spugnoso è perfetto per impregnarsi di latte e uova. Potete poi servire la dolce specialità francese con la vostra confettura preferita, con frutta fresca, una salsa al cioccolato e una pallina di gelato. In inverno non dimenticate di aromatizzare il tutto con i profumi della stagione come cannella o zenzero in polvere.
  7. Salse: il pane è un ottimo ingrediente per accompagnare i nostri piatti di carne, non solo come companatico ma come salsa. Non tutti riescono ad acquistarlo fresco ma è pratico tenere in casa una confezione di pane a fette con cui divertirsi in cucina. Come? Per esempio preparando la pearà, con brodo di carne e midollo, un classico del Natale in Veneto insieme al bollito. Nel Regno Unito, invece, non può mancare a tavola la Bread Sauce, la salsa di pane, latte, burro ed erbe aromatiche con cui accompagnare l’arrosto delle grandi occasioni, specie se di tacchino. Per queste ricette, tradizionalmente si usa il pane raffermo. Vi basterà allora tostare il pancarré per avere a disposizione l’ingrediente giusto per due ottime salse per i vostri piatti di carne.
  8. Avocado toast: il pane a fette sembra nato apposta per i tramezzini. Ma è perfetto per un’altra ricetta, molto in voga in questo momento. Stiamo parlando dell’avocado toast. Si tratta di una preparazione semplicissima, un pezzo di pane arricchito dal frutto esotico. Il nostro consiglio è quello di tostare il pancarré così da creare un piacevole contrasto con la polpa morbida e vellutata dell’avocado. Potete poi aggiungere altri ingredienti per rendere più goloso il vostro spuntino o il vostro pasto. Un grande classico è l’avocado toast con l’uovo sodo o in camicia, ma provatelo anche con i pomodorini secchi, il salmone affumicato, il petto di tacchino, la ricotta, il bacon, il miele o la crema di cioccolato.
  9. Polpette: di pane, di carne, di pesce o di verdure. Non importa quale sia l’ingrediente o il sapore principale, il pancarré è fondamentale per dare la giusta consistenza a questa sfiziosa preparazione e amalgamare al meglio gli ingredienti. Lasciate che le fette di pane si impregnino di latte o di acqua e unitele alle tradizionali polpette al sugo o alle delicate polpette di salmone. Molti preferiscono usare il pangrattato, ma la consistenza del pane in cassetta permette di ottenere una ricetta più morbida, quasi una carezza per il palato. Provate anche le polpette di pane in brodo per scaldarvi con gusto.
  10. Tartine: già pronto tagliato a fette della dimensione ideale per ricavare dei simpatici finger food, magari sfruttando le forme di un coppapasta o delle formine dei biscotti. Ecco che allora un banale pane in cassetta può sorprenderci e offrire un’ottima base per tartine colorate e con sapori diverse. A Natale, per esempio, potete realizzare degli alberelli con mousse di ricotta e spinaci. In estate farcitele con un fresco paté di tonno e capperi, mentre in autunno non c’è niente di meglio che una crema di zucca e pancetta affumicata. In primavera, invece, il pesto di fave con scaglie di pecorino diventerà la vostra tartina preferita. E se avete poco tempo, potete semplicemente spalmare un velo di burro sul pane a fette tostato e aggiungere un filetto di acciuga.
  11. Torta: anche se abbiamo visto che il pancarré è perfetto persino nelle ricette dolci, in questo caso parliamo di una torta salata, l’ideale per un aperitivo, per un pic nic o un buffet freddo. Il tutto con ingredienti che sicuramente avrete in frigorifero, come latte, parmigiano, prosciutto e zucchine. Per la torta di pancarré o torta tramezzino realizzate una base di pane. Unite a strati le altre materie prime e coprite con la besciamella prima di infornare. Potete sostituire le zucchine con i funghi trifolati o con un formaggio filante come la mozzarella o la scamorza. E se non avete molto tempo o avete voglia di qualcosa di più fresco eliminate la besciamella e create semplicemente degli strati di tramezzini con i vostri ingredienti preferiti.
I Video di Agrodolce: Tartelletta con crema salata e prosciutto