Home Mangiare Ristoranti I migliori delivery in provincia di Milano (e Monza)

I migliori delivery in provincia di Milano (e Monza)

di Maria Angela Silleni

Abiti in provincia di Milano o di Monza e vorresti ricevere a domicilio piatti di qualità? Ecco i nostri delivery preferiti nella zona dell’hinterland.

Il delivery a Milano è ormai una realtà che affianca cucina etnica e italiana, locali nati per l’asporto e ristoranti che si sono dovuti reinventare nel corso del 2020. la città metropolitana di milano è vasta e ricca di opportunità delivery Molti locali consegnano nel raggio di un paio di chilometri o nei confini del comune – ma Milano non finisce alla circonvallazione, e neanche alle tangenziali. A fare bene i conti, la maggior parte di chi lavora, studia o orbita attorno al capoluogo lombardo risiede in realtà nelle decine di comuni della città metropolitana e della provincia di Monza e Brianza: un territorio che comprende oltre quattro milioni di persone. E in questo periodo molti di loro, proprio come coloro che abitano nella parte interna dei confini cittadini, desiderano ricevere la cena a casa. Fortunatamente, anche in provincia, le possibilità di delivery sono parecchie.

  1. Al Garghet, ristorante di tradizione meneghina e lombarda, ha sede proprio ai confini dell’area urbana, fra i campi del Parco Agricolo Sud. Per questo le consegne, gestite direttamente dal ristorante, raggiungono molti comuni della zona, da Assago a San Giuliano. Fra le proposte che è possibile ricevere dal martedì alla domenica ci sono classici più o meno rivisitati: per citarne solo qualcuno, coteleta del Garghet, osbus in gremolada, brasaa cont la pulenta, risottin saltà e risott di sciur. 
  2. Tradizionali sono anche i piatti della trattoria San Filippo Neri, che dalla cucina di viale Monza raggiungono i comuni a nord-est di Milano, da Sesto San Giovanni a Segrate. La carta si allarga alle tradizioni lombarde e italiane, come i pizzoccheri alla valtellinese, il tonnato della casa con insalata russa, i lessi misti con salsa verde e mostarda. 
  3. Italiane ma più creative le proposte del Liberty, il ristorante gestito dallo chef Andrea Provenzani: il menu varia di settimana in settimana, ma può comprendere piatti come la tarte tatin di scalogni al vino rosso, gorgonzola e noci o i tortelli arrosto ripieni di carciofi gratinati. Le consegne sono gestite direttamente dallo staff del ristorante e possono raggiungere tutta la città di Milano e i comuni confinanti.
  4. Anche il menu di 142 Restaurant, gestito da Sandra Ciciriello, cambia ogni settimana; oltre a piatti come la zuppa di ceci, la tartare di fassona e i calamari ripieni con verdure di stagione comprende due brevi sezioni dedicate al pescato del giorno e alla pasticceria. Il delivery si effettua su prenotazione nell’area metropolitana, inclusi i comuni della Brianza
  5. Dedicato ai comuni brianzoli è anche il progetto Ultimo Tocco, la dark kitchen (un ristorante privo di sala) ideata dai food designer Paolo Barichella e Mauro Olivieri. I piatti sono consegnati a Monza, Lissone, Muggiò, Desio e Vedano Brianza, e richiedono sempre un ultimo passaggio in padella. In questo modo, secondo gli ideatori del progetto, è possibile gustare a casa risotti, lasagne, cene complete degne di uno chef.
  6. A ovest di Milano è invece possibile imbattersi nei locali e nei fattori di The Kitchen Delivery. The Kitchen è una piccola catena di ristoranti con sedi a Casorezzo, Galliate e Magenta, che ha deciso di puntare sui prodotti della valle del Ticino. I tre ristoranti hanno offerte leggermente diverse: tutti propongono pizza, panuozzi e birre artigianali, ma il locale di Galliate aggiunge hamburger e cotolette di tacchino, e quello di Casorezzo completa con il pulled pork.
  7. Nelle stesse zone si può ordinare dalla birreria Il Porco, con sede a Corbetta. Molte delle proposte del locale sono a base di birre o di maiale (da segnalare la pils Porcovid), ma oltre allo stinco e alla porchetta il menu comprende anche fish & chips, polenta e baccalà, sidro, idromele e ippocrasso. 
  8. Per chi preferisce completare da solo la cottura della carne, in tutta l’area metropolitana (ma anche più distante) è possibile ordinare e ricevere le preparazioni de Il Mannarino, macelleria milanese apprezzata soprattutto per le bombette pugliesi. Le spedizioni possono comprendere anche arrosticini, tagli pregiati e kit completi per la grigliata, ma anche piatti di gastronomia come trippa, vitello tonnato, pollo alla cacciatora o cannoli siciliani (da riempire a casa con i pistacchi e la crema di ricotta, fornita nel sac à poche). 
  9. A nord di Milano non mancano le proposte giapponesi: Yoji, con sede a Sesto San Giovanni, è un punto di riferimento per chi cerca tartare di qualità e preparazioni alla piastra come il pollo teriyaki, i takoyaki di polpo e persino le okonomiyaki con pancetta, polpo e gamberi o ingredienti vegetariani. 
  10. Shiki è una nuova apertura in zona Garibaldi, a Milano, con focus su tradizioni giapponesi e sulla cultura pop degli anni Ottanta e Novanta. Le sue consegne raggiungono i comuni a nord-est di Milano, da Sesto San Giovanni a Segrate: uramaki, sashimi, tartare e di nuovo okonomiyaki. 
  11. Mu Delivery è una nuova cucina, nata proprio in questi giorni per ottimizzare l’attività di delivery di Mu Dimsum e Mu Fish. Baozi, ravioli, maki e nigiri vengono preparati con un pizzico di creatività nella cucina di Mu Fish a Nova Milanese: da lì il delivery raggiunge tutta la città di Milano, ma più in generale ogni indirizzo che si trovi nel raggio di 20 km
  12. Ordinando con un giorno di anticipo, nell’hinterland è possibile ricevere nel fine settimana anche le preparazioni della Bentoteca, il locale ideato dallo chef Tokuyoshi appositamente per il take away e per il delivery. La carta comprende bento di alta qualità, composti da yakitori, onigiri e molto altro, e anche una ricca selezione di bottiglie italiane. 
  13. Un’altra buona scelta per una cena fusion di alta qualità è Wicky’s. Il ristorante di Wicky Priyan, con sede in corso Italia a Milano, consegna infatti in un raggio di 15 km, superando i confini cittadini con i suoi menu degustazione e le Wicky’s box, che comprendono assaggi di nigiri, maki o anche carne. 
  14. In provincia, come a Milano, non mancano le proposte per la pizza. A Monza consegna Era Pizza, che propone le pizze gourmet di Ivan Gorlani, farcite con presidi Slow Food e prodotti biologici. La carta comprende pizze pop dai sapori classici e pizze gourmet con abbinamenti più insoliti, come la Gustosa con tartare di fassona e funghi di stagione e la Gamberi e Passion Fruit, arricchita con burrata e polvere di acaj.
  15. A Garbagnate Milanese e Cassina Nuova si trovano le due sedi della Baita dei Sapori del Sud, specializzata in pizza napoletana. A casa si possono ordinare classici come la Verace, con pomodoro e mozzarella di bufala, o le tanto apprezzate pizze cremose, come la Costiera con datterini gialli, filetto di tonno e crema di cipolle caramellate e la Nocina, con vellutata di noci, provola e speck.
  16. Se la sera non avete più voglia di mettervi ai fornelli e abitate nel comune di Abbiategrasso, ma anche Albairate, Cassinetta, Robecco, Cascinazza, Ozzero, Casterno, Casorate, Caselle e Morimondo, i ragazzi di Birra del Parco sono a vostra disposizione. Il microbirrificio funziona anche da cassa di risonanza per le realtà locali, quali caseifici, macellai, fruttivendoli… tutto grazie alle loro proposte, come gli squisiti e generosi panini.
  17. Pizza, panuozzi, panzerotti, focaccia burger e molto altro sono il punto di forza del Searson Pub, un locale particolare situato a Premenugo, una frazione di Settala. Le consegne arrivano fino a Caleppio, Lucino, Rodano e Vignate.
  18. Altra pizza napoletana consegnata a casa è quella di Reginè, a Paderno Dugnano. L’impasto lievita per ben 48 ore e viene poi condito con ingredienti che richiamano i sapori del sud, dai pomodori San Marzano Dop all’aglio rosso di Nubia, dall’olio extravergine delle valli trapanesi alla salsiccia di maialino nero casertano. 
  19. Carta più semplice, ma non per questo più povera di soddisfazioni è quella di Mo Pizz, che consegna a Legnano e dintorni. Anche in questo caso la base è la pizza napoletana: si possono scegliere classici rivisitati con ingredienti come il caciocavallo e i pomodorini confit, o pizze più creative come l’Autunno con speck, noci e miele.
  20. Pizza napoletana, fritti croccanti e ottimi dessert arrivano a casa vostra se abitate a Melegnano: i ragazzi di 081 Pizzeria portano personalmente a casa le ordinazioni a domicilio. La qualità è alta e la resa delle pizze (e non solo) anche una volta arrivate a casa è notevole.
  21. Monza può godere del fine dining a base di cucina di mare de Il Moro, locale storico che si è organizzato intelligentemente per un delivery di lusso. La famiglia Butticé inoltre ha inaugurato da poco un bistrot in città, riconvertito in questo periodo in gastronomia di quartiere: Atrattoria. Le consegne sono effettuate direttamente dal personale dei ristoranti.
  22. Per concludere un pasto – o per una merenda, o anche per un compleanno casalingo – non può mancare il dolce. Pavè, dal suo laboratorio di via Felice Casati a Milano, consegna torte, brioche, panettoni ma anche pane, cioccolato e spumante in molti comuni del milanese, indicando inoltre le migliori modalità di conservazione.
  23. Nei dintorni di Seregno, Cogliate e Monza è infine possibile farsi consegnare a domicilio, il mercoledì e il sabato, le vaschette dell’Albero dei Gelati. La gelateria è in attività dal 1985, ma è negli ultimi anni che Monia, Fabio e Alessandro hanno deciso di concentrarsi su ingredienti di alta qualità e su creazioni originali. Fra le specialità che si possono ordinare si trova così la vaschetta “anno dopo anno”, con sei particolari gusti di gelato che raccontano storie di passione, di studio e di vita.