La Franceschetta58 di Bottura consegna in tutta Italia

14 Dicembre 2020

Si allarga all’intero territorio italiano il delivery di Franceschetta58, la sorella minore di Osteria Francescana di Massimo Bottura. il delivery di franceschetta58 di bottura arriva ora in tutta Italia Forte del successo del servizio fin dal primo lockdown adesso fa il salto a livello nazionale e alza l’asticella. La sfida? Fare un delivery su misura, innovativo, un do it yourself sempre d’alto livello in linea con l’immagine del gruppo, dalla preparazione dell’ordine alla consegna, il tutto al massimo nelle 72 ore. “Fin dall’inizio ci siamo dati obiettivi ambiziosi in termini di qualità, e quindi abbiamo studiato il modo migliore per far arrivare i piatti semilavorati nelle case dei nostri clienti e permettere loro di divertirsi nel finirli, di giocare un po’ e contribuire all’esperienza, perché mangiare nei nostri locali è una esperienza e il servizio di consegna per come lo pensiamo noi non è solo portare cibo, ma è un modo per farti vivere quella esperienza in casa, in attesa di tornare a mangiare fuori. Ora la scommessa si allarga su tutto il territorio nazionale” ci racconta Enrico Vignoli, braccio destro di Bottura nel management dell’Osteria Francescana e degli altri outlet del Gruppo Francescana.

Menu alla carta e pop-up

Il delivery nazionale Franceschetta58 At Home è seguito direttamente dal gruppo. Un servizio che si sta strutturando per durare e che solo per ora non include Sicilia, Sardegna, Calabria e l’area di Potenza “ma solo per motivi logistici, stiamo cercando un modo” ci spiega Vignoli. La proposta, sempre a cura dello chef Francesco Vincenzi, è alla carta e prevede  attualmente 7 piatti scelti tra i più amati. L’Emilia Burger non manca, così come altri highlight della cucina pop di Bottura, tra cui i Tortellini in crema di Parmigiano Reggiano,  i Fusilli Cavolo Nero, maionese alll’acciuga e pane piccante e la Zuppa Inglese, ma si stanno studiando altri accostamenti, persino con una idea beverage per coccolare il cliente nel dopo pasto.

Il menu delle feste

Le spedizioni partono il martedì o il mercoledì di ogni settimana per ordini ricevuti entro la mezzanotte di lunedì. La spedizione ha un costo di 18 euro ed è gratuita sopra i 150 euro di spesa. “È anche un modo per far conoscere i nostri prodotti e certamente stiamo valorizzando anche altre realtà del gruppo, diversificando la nostra immagine verso un pubblico più ampio” aggiunge Vignoli. Ma non è finita qui, perché continueranno anche a dicembre e a gennaio i pop up di Franceschetta58 su Milano e Roma, realizzati in collaborazione con Moovenda e MyMenu e andati sold out nei mesi scorsi. A questi si è affiancato un Menu delle Feste, ordinabile entro il 20 dicembre per riceverlo a Natale o a Capodanno. Il pricing? A partire da 120 euro per 2 persone (e già promette di andare sold out). E infine c’è anche l’obiettivo di allargare le attività con uno shop online di singoli prodotti.

Reinventare il delivery si può

L’ampliamento a livello nazionale del delivery di Franceschetta58 costituisce anche un bell’esempio di come un gruppo d’eccellenza possa fare scelte pop, a patto che siano in linea con il brand. “Sul delivery le opinioni sono tante e lo dico subito, non è certo la soluzione dei propri conti in questo anno difficile per il settore– dice Vignoli – Sembra semplice ma soprattutto per un brand importante vuole dire studiare e lavorare tanto, investire e avere una squadra solida. Noi per fortuna l’abbiamo, solo da Franceschetta58 ci lavorano in 6 persone ma poi c’è dietro il back office che pensa alle proposte, studia il packaging, altrettanto importante, e la logistica più efficiente”.

Un lavoro che non riuscirebbe senza continuare a mettere al centro i propri clienti. “Far sentire loro profumi e aromi, restituire almeno in parte quello che troverebbero al ristorante, questo cerchiamo, e la risposta dei nostri clienti, anche di quelli nuovi, finora ci ha dato ragione” conclude Vignoli.

  • IMMAGINE
  • Paolo Terzi