Home Chef I ristoratori si ribellano e aprono nonostante i divieti

I ristoratori si ribellano e aprono nonostante i divieti

di Marta Manzo

I ristoratori e gestori di locali, categorie danneggiata sempre più da dpcm e decreti, ha indetto una protesta per il 15 gennaio al grido di #ioapro.

Il prossimo Dpcm, previsto per il 16 gennaio 2021, sta delineando nuovamente le regole per bar, pub e locali. Con una nuova tegola, ancora in fase di discussione finale, che dovrebbe prevedere misure ulteriormente più restrittive per bar e ristoranti: divieto di asporto di cibi e bevande a partire dalle 18, eccezion fatta per la consegna a domicilio. Ebbene, dopo mesi di restrizioni e chiusure e dopo le proteste delle ultime settimane, c’è chi non ci sta. Molti tra ristoratori e gestori di locali in tutta Italia contestano la proroga dello stop alle cene e hanno deciso di organizzarsi e sfidare le regole (senza trasgredirle) tenendo aperte le attività.

Tutto è nato da un appello lanciato su Facebook da Maurizio Stara, titolare del pub RedFox di Cagliari, che ha chiesto l’adesione dei gestori di altri locali in Italia: in una sorta di protesta pacifica ha iniziato a pubblicare sui social foto che ritraggono i consentiti 4 commensali seduti intorno allo stesso tavolo (come se dovessero consumare) con gli hashtag #ioapro e #nonspengopiùlamiainsegna. A dimostrare che i locali possono garantire il distanziamento sociale e il rispetto delle regole.

È del tutto evidente – ha dichiarato Roberto Calugi, direttore generale di Fipe Confcommercioche non sono i pubblici esercizi i luoghi del contagio, ma vengono visti come uno strumento per ‘spegnere’ le città e diminuire i movimenti. Non possono essere solo la ristorazione e l’intrattenimento a pagare il costo economico di questo disastro totale“. L’appello sembra aver sortito i suoi effetti, perché da Nord a Sud una nutrita compagine di ristoratori – si parla di 50mila – sta continuando ad aderire alla campagna #ioapro e il 15 gennaio esprimerà il proprio dissenso in questo gesto simbolico. Nonostante i divieti, sempre rispettando le regole e anche a costo di farsi multare.