Trapizzino e Retrobottega si uniscono per creare Lino, il tortellino fritto

26 Gennaio 2021

Sei tortellini, realizzati a mano con farina e uova biologiche, che prima sono farciti con un prezioso ripieno, poi avvolti in una crema di Parmigiano Reggiano. Quindi rigorosamente panati e fritti. Questo è Lino, il nuovo prodotto di Trapizzino che nasce dalla collaborazione con RetroPasta, laboratorio di pasta artigianale di Retrobottega e che, a partire dalla fine del mese, entrerà a far parte del menu di tutti i locali d’Italia.

Il nuovo tortellino fritto mette insieme le capacità imprenditoriali (ormai note) di Stefano Callegari, ideatore di Trapizzino, e quelle di Alessandro Miocchi e Giuseppe Lo Iudice, di RetroBottega.

Abbiamo pensato – ha spiegato Paul Pansera, socio fondatore di Trapizzino – a un nuova proposta da inserire in menu che rappresenti quello che è Trapizzino: collaborazione, divertimento, fantasia. La sintonia che si è creata con Alessandro Miocchi e Giuseppe Lo Iudice è stata immediata: con loro condividiamo l’attenzione maniacale per la materia prima e la voglia di sperimentare. Da qui l’idea di prendere un prodotto storico della cucina italiana, il tortellino classico bolognese, e reinterpretarlo a modo nostro. Lino è un mix di cuore e tecnica che fa il suo dovere: colpisce prima la pancia e poi la testa”.

Lino sarà disponibile sui menu a partire dal 31 gennaio, accanto alle proposte già note di Trapizzino, che prevedono i 5 gusti classici, i 3 del giorno a rotazione, supplì e crocchette e i dolci fatti in casa, primi su tutti il Triplo cioccolato e il tiramisù.