Guzzerie, la cucina diventa arte stampata (e sostenibile)

3 Febbraio 2021

Gli appassionati di food lo sanno bene: la cucina rappresenta molte cose, è cultura, è tradizione e racconta molto dello stile di vita dei luoghi in cui è creata. La questione è ancora dibattuta ma nell’opinione di sempre più persone la cucina è una forma d’arte a tutti gli effetti. Guzzerie è un nuovo brand di illustrazioni nato a Milano nel 2020, dalle menti di due giovani milanesi, Francesco Bevacqua e Lorenzo Medici. Il nome Guzzerie deriva da una espressione dialettale milanese: guzzo, che significa sfizioso, qualcosa di davvero gustoso.

Guzzerie è una linea di illustrazioni in stile Pop Art che rappresentano i piatti-icona della cultura gastronomica italiana, come il tiramisù, la carbonara, il limone di Sorrento o la cipolla di Tropea.

Tra le stampe non mancano i cocktail italiani più significativi, come lo Spritz oppure il Negroni.

Tra le illustrazioni anche alcuni piatti stellati, frutto della collaborazione con alcuni chef premiati dalla Guida Michelin, collezione che è certamente destinata a ingrandirsi in futuro.

Guzzerie è sicuramente uno dei progetti artistici legati al food più interessanti di tutto il 2020. L’obiettivo di questo progetto è quello di decorare le cucine di tutto il mondo, in maniera semplice e sostenibile, con i piatti più classici della nostra tradizione. Oltre all’estetica davvero accattivante e di gusto, sono due i fattori che rendono il progetto Guzzerie particolarmente interessante: il prezzo accessibile a tutte le tasche e, soprattutto, l’utilizzo di carta riciclata da agroalimenti e imballi post-consumo e stampata in maniera sostenibile. Teneteli d’occhio.

I Video di Agrodolce: Baccalà alla livornese