Come pulire la tua moka: tutti i trucchi da seguire

22 Febbraio 2021

Più si utilizza e più il caffè viene buono. La filosofia che sta dietro la riuscita di una bella tazzina nera e fumante sta nell’utilizzo ripetuto e frequente della vostra caffettiera preferita. bisogna averne cura per assicurare un gusto e un aroma impeccabili È proprio per questo che la moka diventa una specie di coperta di Linus: una volta scelta, sarà lei ad accompagnare tutte le nostre pause caffè, senza lasciarci neanche in occasione di traslochi o cambi di casa stagionali. A questa attività di consumo continuo e ripetuto non corrisponde però un’uguale leggerezza sul fronte della pulizia: la moka, infatti, richiede cure particolari per prevenire non solo eventuali incrostazioni, ma anche per assicurare un gusto e un aroma eccezionali. Vediamo tutti i trucchi per mantenere la caffettiera sempre perfettamente pulita e splendente.

  1. Pulire la parte esterna. Partiamo dalla parte più semplice, ossia le superfici esterne della vostra moka. Per pulirle in modo efficace, senza rovinarle creando abrasioni, vi basterà una spugna morbida (o un panno) e un goccio di aceto di vino bianco diluito in un bicchiere di acqua calda. Passate il panno su tutta la superficie insistendo sulle parti più annerite, come l’estremità inferiore. In questo caso, potrete utilizzare anche dell’aceto puro (non diluito in acqua) o un cucchiaino di bicarbonato per un maggiore effetto sbiancante.
  2. Pulire le parti interne. La caffettiera, anche la più basica, si compone di numerose parti interne: tra filtro, serbatoio e guarnizioni, ogni componente richiede un’attenzione particolare. Il filtro è l’elemento che più di altri tende a sporcarsi e ad attirare residui di caffè. Per pulirlo dovrete immergerlo in un contenitore di acqua bollente con un cucchiaino di bicarbonato e lasciarlo in ammollo per circa 30 minuti. Risciacquatelo sotto acqua corrente avendo cura che tutti i forellini siano perfettamente liberi (in caso contrario aiutatevi con uno stecchino). Quanto al serbatoio, riempitelo di acqua, aggiungete qualche goccia di aceto di vino e bianco e un pizzico di sale. Mettetelo sul fuoco e portate a bollore per qualche minuto: in questo modo il calcare dal fondo salirà completamente in superfice. Arriviamo alla parte più fastidiosa, ossia le guarnizioni. Già dopo una sola caffettiera tenderanno a impregnarsi di residui bruciati di caffè. Per eliminarli con facilità passate un panno imbevuto nell’aceto puro e poi risciacquate sotto acqua corrente.
  3. Come avere sempre una moka impeccabile. Oltre alla pulizia giornaliera e a quella approfondita di circa una volta alla settimana, la moka richiede anche una pulizia mensile utile a prevenire la formazione di ruggine ed eventuali incrostazioni. Procedete in questo modo: una volta al mese smontate la vostra caffettiera e immergete ogni singolo pezzo in una bacinella di acqua calda con dell’acido citrico. Lasciate in ammollo per circa mezz’ora, quindi risciacquate e preparate un caffè a vuoto in modo da eliminare qualsiasi residuo prima della preparazione successiva. Un altro accorgimento da osservare nel caso non abbiate intenzione di utilizzare la moka per un lungo periodo è quello di inserire nel serbatoio un paio di zollette di zucchero: questo metodo è l’ideale per prevenire la formazione di cattivi odori legati alla formazione di umidità.
  4. Gli errori da evitare. Ma veniamo a ciò che non dovete assolutamente fare. Per prima cosa, non pulite mai la caffettiera con il sapone: le sostanze chimiche e il profumo contenuti nei detergenti potrebbero intaccare il materiale e lasciare un retrogusto davvero poco piacevole. Per lo stesso motivo, non mettete mai la moka in lavastoviglie ma dedicatevi sempre a una pulizia manuale e poco invasiva. Per prevenire la formazione di cattivi odori e muffa, inoltre, è fondamentale che asciughiate perfettamente la caffettiera: non mettetela quindi a scolare nel lavapiatti ma asciugatela con un panno asciutto. Chiudetela e sistematela in un luogo fresco e privo di umidità.
I Video di Agrodolce: Crema fritta