Lo yogurt è scaduto? Non buttarlo, usalo così

8 Marzo 2021

Doverosa premessa: numerose analisi hanno dimostrato che lo yogurt possa essere consumato anche dopo la data di scadenza, per un tempo pari a 2-3 settimane. Diminuisce la quantità di fermenti lattici vivi, ma di poco. E, di contro, aumenta l’acidità; solo questo fattore può essere un deterrente riconducibile ai gusti personali. Se si supera la suddetta soglia, buttarlo non è affatto l’unica cosa da fare. Esistono, infatti, diversi modi per riciclarlo.

  1. Maschera e scrub per il viso. Se lo yogurt è bianco, puoi mescolarlo al miele per ottenere un’ottima maschera nutriente da applicare sul viso. Le proporzioni? Per un vasetto da 125 grammi occorrono 3 cucchiaini di miele. Aggiungi qualche goccia di limone, nel caso tu abbia la pelle un po’ grassa; lascia in posa il tutto per un quarto d’ora e poi risciacqua con acqua tiepida. Puoi anche unire dello zucchero (2 cucchiaini) e usare il composto come scrub purificante.  
  2. Scrub per il corpo. Uno scrub adatto invece al corpo si ottiene mescolando 4 vasetti di yogurt bianco, 4 cucchiai di zucchero di canna e 3 cucchiai di farina di avena. Da applicare sulla pelle umida, non a secco
  3. Impacco per i capelli. Versa in una ciotola due vasetti di yogurt, 2 cucchiaioni di olio di mandorle dolci oppure di cocco e un tuorlo. Amalgama con un cucchiaio di legno e applica il composto sui capelli, insistendo più sulle punte. Ecco, questo è un ottimo impacco che nutre e fortifica la chioma. Il tempo di posa dev’essere pari a 20 minuti. Avvolgendo i capelli nella pellicola trasparente si potenzia l’effetto. 
  4. Per lucidare l’ottone. Hai degli oggetti in ottone che hanno perso lucentezza e si stanno annerendo? Passa su tutta la loro superficie lo yogurt scaduto, strofina con una certa energia, lascia poi passare una decina di minuti e rimuovi con un panno morbido e pulito. Il risultato ti sorprenderà. 
  5. Con l’henné. Usi per l’henné per colorare i tuoi capelli? Allora la prossima volta aggiungi due cucchiai di yogurt, prima di procedere come sempre. Il risultato sarà più duraturo e noterai anche che i riflessi appariranno più luminosi e meglio visibili. 
  6. Un toccasana per le piante. Questo trucchetto va bene solo per gli esemplari acidofili, per esempio l’ortensia, l’azalea, la camelia, la calla, il giglio e la magnolia. Versa un vasetto di yogurt in un litro d’acqua e agita con energia, quindi annaffia le tue piante. Non ci crederai, ma lo yogurt così utilizzato è un ottimo fertilizzante.