Home How to Se il tuo lievito di birra è scaduto, usalo in 4 modi diversi

Se il tuo lievito di birra è scaduto, usalo in 4 modi diversi

di Nadine Solano

Se il tuo lievito di birra è scaduto, fresco o secco che sia, non buttarlo ma utilizzalo in 4 modi diversi e sorprendenti.

Il lievito di birra fresco, venduto sotto forma di panetto, ha una data di scadenza che non supera i 10 giorni. Quello secco dura di più, ma si tratta comunque di tempi ridotti; che si accorciano ulteriormente, ovvio, nel momento in cui la bustina è aperta. Chi è solito acquistare questo prezioso ingrediente, insomma, non di rado si ritrova con quantità non utilizzate e non più adatte a un consumo in cucina. La buona notizia è che il lievito di birra scaduto può essere usato in altri modi, vediamo quali.

  1. Maschera per il viso. Il lievito di birra contiene numerose sostanze benefiche: proteine, tutte le vitamine del gruppo B, sali minerali. Sono presenti, sia pur in misura minore, anche in quello scaduto. Di conseguenza usarlo per preparare una maschera idratante per il viso è un’ottima mossa. Basta sciogliere un panetto o mezza bustina in un po’ di acqua calda, aggiungere un cucchiaio di miele e mescolare fino a ottenere un composto omogeneo. Lo si lascia raffreddare per poi applicarlo sulla pelle, servendosi di un dischetto di cotone. Dopo circa mezz’ora, si sciacqua con acqua tiepida. Chi ha la pelle grassa può aggiungere, in fase di preparazione, qualche goccia di limone. 
  2. Impacco per i capelli: Per i motivi di cui sopra, il lievito di birra può essere utilizzato anche per nutrire i capelli. Occorre mescolare un panetto o mezza bustina e mezzo vasetto di yogurt bianco naturale, quindi applicare l’impacco sulla chioma avendo cura di massaggiare le punte per alcuni minuti. Il tempo di posa dev’essere pari ad almeno un’ora, affinché i capelli assorbano tutti i nutrienti. Si procede infine con lo shampoo.  
  3. Fertilizzante per le piante: Il lievito di birra scaduto è un ottimo fertilizzante naturale per le piante, in particolar modo per i gerani e le rose. Il procedimento è di una semplicità disarmante: bisogna solo sciogliere mezzo panetto in un litro di acqua calda, badare che si sciolga perfettamente, far raffreddare e poi annaffiare le piante in questione. Già dopo due o tre volte, appariranno più rigogliose e le foglie saranno più lucide; questo è un efficace metodo anche per stimolare la fioritura. 
  4. Eliminare i cattivi odori provenienti dagli scarichi: capita che gli scarichi della cucina o del bagno emanino un cattivo odore, causa di grande disagio. Non si tratta di un problema di pulizia, le cause sono altre: per esempio il livello di acqua nel water troppo basso, lo scarico parzialmente otturato, l’accumulo di residui organici. In commercio esistono numerosi prodotti specifici, certo, ma molti di essi sono corrosivi e inquinanti. Una valida alternativa è proprio il lievito di birra. È sufficiente versare un bicchiere d’acqua in un pentolino, portarlo a ebollizione, aggiungere un cubetto di lievito e versare il tutto direttamente nello scarico, per poi lasciare agire una notte intera. I risultati saranno sorprendenti.