12 e-commerce di cibo etnico per trovare quell’ingrediente che cercavi

20 Aprile 2021

Con i gusti che cambiano, le cucine di frontiera degli chef e e la crescente commistione di tradizioni culinarie di Paesi lontani, mettere nel carrello soia, berberè e Vegemite è un attimo. Se il tempo di curiosare tra gli scaffali manca, vi suggeriamo noi qualche e-commerce in cui fare incetta di prodotti tipici di altri Paesi, provare spezie mai conosciute e aggiungere alle vostre stoviglie bacchette, ciotoline e altri strumenti imprescindibili.

  1. Sugoi Mart. Per gli amanti del Giappone, esistono pochi siti in grado di catapultarvi nell’universo colorato e cartonato del paese dei manga come Sugoi Mart, una grande vetrina dove trovare non solo snack, bevande e ciotoline, ma anche ninnoli, gadget, cosmetici, giochi e prodotti per la casa. Nato come spin-off di Japan Crate, dedicato agli abbonamenti per pacchi sorpresa di snack giapponesi, anche Sugoi punta sulle buste sorpresa come le edicole degli anni ’90, e va alla grande.
  2. Domechan. Sempre in tema Giappone, un altro ottimo fornitore è Domechan. Grande la scelta tra alghe per il sushi e riso in differenti varianti, dolci, farine per tempura, bevande e birre, the verde e sake, ramen e noodle oltre a svariati kit da cucina, pentole cuociriso e friggitrici. Dal paese del Sol Levante arrivano anche yukata, tabi, kinchaku e altre varianti di borselli, accessori di abbigliamento e ventagli. Oltre allo shop on line, che garantisce spedizioni in partenza entro 48 ore, c’è anche uno shop fisico a Piacenza.
  3. Zenmarket. Anche Zenmarket punta su Sol Levante e Corea: sito tutto italiano che nasce da un piccolo negozio di Milano in zona Bande nere e guarda al mercato italiano. Si trovano la classica oggettistica commerciale, come ciotole, maneki neko, bacchette e simili, ma i prodotti più interessanti sono gli strumenti per cucinare, come le cuociriso, le piastre per takoyaki e i cestelli per la cucina al vapore. Per chi è a dieta, vastissimo l’assortimento della pasta di konjac – noodles, penne e fettuccine a base di alga.
  4. Kalinkashop. Prima tre negozi tra Milano, Bergamo e Verona, poi una vetrina on line che consegna in tutta Italia: oggi Kalinka tratta alimentari, bevande e affini di provenienza russa, ucraina, moldava e baltica. Il cuore dello shop sono conserve di verdure e sottaceti, pesce salato ed affumicato, ravioli vari come vareniki e pelmeni, oltre ovviamente a vodka russa e caviale fresco, nero e rosso. In abbinamento, potete scegliere anche tra DVD in originale e matrioske.
  5. Greek Flavours. Se il bisogno di un sorso di retsina non può attendere il prossimo giro a Creta, Greek Flavours potrebbe fare al caso vostro. Come recita il disclaimer, porta a casa il sapore del mito: olive, pita, miele, tahine, dolmades e loukoumi insieme a ouzo e vini delle isole, senza dimenticare feta, yogurt e halloumi. Per chi dovesse aver poi dimenticato di fare un pensiero al rientro delle vacanze, la sezione idee regalo offre decine di varianti in tema tazze dai toni bianchi e blu e una discreta selezione di cosmetici.
  6. Richmond’s. Il sito per chi cerca un po’ di tutto, ma soprattutto alimenti made in UK. Richmond’s, che nasce una decina di anni fa, ha di tutto un po’: cibo, bibite, oggettistica, detersivi, cestini da picnic, giochi da tavolo, bento, set da tè e presine ispirate al volto della Regina Elisabetta. Il fatto che si trovino la Marmite, la melassa di melograno e la Coca-Cola alla ciliegia diventa quasi secondario.
  7. AlterAfrica. Tutta la cucina dell’Africa in un sito, o almeno questo sarebbe l’obiettivo. Se superate lo scoglio linguistico – il sito è in francese – vi si apriranno le porte dei più disparati ed interessanti prodotti africani disponibili in spedizione. Dalle bibite ai tè, dagli infusi passando per qualche rum, dalle spezie alle salsine, gran parte dei prodotti provengono dal commercio equo e solidale, con cui il sito è partito nel 2004. A queste si aggiunge una lunga lista di prodotti di cosmetica, sia per uomo che per donna, un po’ di aromaterapia e una coloratissima sezione dedicata alla bigiotteria. Bonus per la ricerca di prodotti per regione e sapori.
  8. Tutte le spezie del mondo. Da piccolo laboratorio con sede a Milano a punto di riferimento per chef e gourmand di tutto lo Stivale: Tutte le spezie del mondo è la wunderkammer dei profumi e degli aromi di livello. Lo shop on line non è da meno quanto a mix di spezie, pepi, peperoncini ed altre piccantezze, fiori e colori, oltre a sali ed affini. Tutto racchiuso ed etichettato in piccoli pacchettini di plastica salva-aroma. Anche qui kit regalo per ogni gusto e tasca, oltre ad una intera sezione di confettini e ad una amplissima sezione ricette – per mettere in pratica ogni miscuglio possibile.
  9. My American Market. Il posto digitale dove trovare tutto il possibile in fatto di salse, dolci e beef jerky made in USA, anche se recentemente si è aggiunta la sezione canadese – zeppa di qualsiasi prodotto insaporito all’acero, salsa poutine e birrette hipster. Sul lato non food è da menzionare il settore Feste americane, che comprende anche il Thanksgiving, il 4 luglio e i bicchieroni rossi per un pool party di tutto rispetto.
  10. AmericanCrunch. Tra tutti, forse il sito che meno necessita di presentazioni. Già dai colori AmericanCrunch rappresenta il fulcro del senso di colpa in fatto di zuccheri: una vetrina infinita di snack, barrette, cioccolate, bibite colorate e preparati per torte, pancakes e zuppe. Esistono anche delle box di prodotti misti per quelli indecisi su come farsi del male, e l’immancabile sezione gadget – con una forte prevalenza di prodotti di Harry Potter, famoso maghetto inglese.
  11. Mango con Pina. Visto che di non solo sushi vive l’uomo, diamo spazio anche ai prodotti sudamericani – pur consapevoli che la frutta, qui da noi, non avrà mai lo stesso sapore. Dal 2017 Mango con pina spedisce prodotti come achiote onoto, adobo, aji amarillo, chuchu e chocio, oltre che spezie, succhi di frutta e condimenti. 
  12. MicaTuca. Ultimo ma non ultimo, un sito che vende solo a sorpresa. Obiettivo di MicaTuca, infatti, è quello di far conoscere al pubblico italiano i sapori di altri paesi. Per farlo, spedisce ogni mese un pacco sorpresa, che contiene 7 o 8 prodotti del paese scelto (sia ingredienti base sia snack dolci o salati, spezie, bibite, salse), una scheda di spiegazione, un paio di ricette e una tovaglietta americana serigrafata. Per finire, oltre alla bontà dei prodotti, il progetto finanzia progetti di microcredito legati al food attraverso Kiva.org.