Si può congelare la mozzarella?

28 Aprile 2021

Situazione tipo: vi hanno regalato un paio di chili di mozzarelle fresche, ne avete consumate un po’ a pranzo e ora non sapete che fare con il resto. puoi congelare la mozzarella, se sai come farlo Una parte le avete regalate, un’altra l’avete conservata in frigo, magari con l’acqua di governo, poi alla fine vi siete arresi, perché hanno perso freschezza, consistenza e sapore in soltanto un paio di giorni. Che ne dite di pensare di congelarle? A questa frase, anche nel 2021, i puristi della mozzarella leveranno gli scudi. Già riporla in frigo è un insulto –  si consuma a temperatura ambiente, ancora meglio se calda – figuriamoci metterla a decantare nel ripiano più freddo del nostro elettrodomestico. Eppure, la mozzarella è avanzata e questo è un dato di fatto. Non può di certo andare sprecata. Quindi sì, siete autorizzati a congelarla: ecco come farlo bene.

  1. Come congelare la mozzarella. L’operazione è tanto semplice quanto è però essenziale seguire un paio di accortezze. Nonostante in merito esistano diverse scuole di pensiero, la prima è quella di procedere al congelamento senza acqua di governo. E due sono i motivi fondamentali: meno acqua è presente, più lo scongelamento successivo riporterà la mozzarella vicino alle sue proprietà organolettiche originali, soprattutto in termini di elasticità della pasta. Inoltre, è certamente uno spreco di energie provvedere a congelare anche l’acqua, visto che non solo ci vorrà più tempo per farlo, ma ce ne vorrà anche altrettanto per riportarla successivamente al suo stato liquido. Uno spreco totale in termini di energia e qualità.
  2. Porzioni ridotte. La seconda accortezza è quella di congelare il prodotto in credibili porzioni di consumo. Che variano a seconda del nucleo familiare – singolo, coppia, famiglia – e cui è buona norma adeguarsi: se si conservano le mozzarelle tutte insieme, infatti, una volta tirate fuori dal congelatore saranno impossibili da dividere. Dunque, a seconda della taglia, provvedete a riporle separatamente. Se sono enormi potete anche tagliarle, ma sarebbe bene non intaccarne la compattezza esterna, onde evitare dispersione di liquidi e perdita di consistenza.
  3. Quali tipi di mozzarella si congelano meglio. Potenzialmente tutti i tipi di mozzarella sono congelabili. Più in generale, lo avrete capito, meno liquido contengono più è facile che, una volta scongelate nuovamente, assomiglino al prodotto di partenza. Quando è tagliata, infatti, una mozzarella di bufala rilascia più liquido rispetto a un fiordilatte, dunque se congelata e scongelata perde molte delle sue capacità. In questo caso è bene pensare prima, allora, a come riutilizzarla in seguito. Ve lo diciamo noi: possibilmente cotta, per esempio come farcitura di un crostone, in modo che le caratteristiche perse non si notino troppo. Più facile da congelare, anche questo ormai vi sarà chiaro, sono i prodotti asciutti, come le mozzarelle e i fiordilatte da pizza – meno acquosi – e tutti quei prodotti anche da supermercato venduti senza liquido nella confezione. Benissimo quindi le mozzarelle a panetto, i bocconcini e le ovoline. Attenzione, invece, alla burrata: da fuori sembra una mozzarella (ne condivide la lavorazione con pasta filata), ma mozzarella proprio non è. Il ripieno di stracciatella non è granché idoneo all’operazione di congelamento/scongelamento, perché perde sapore e totalmente consistenza.
  4. Quanto si conserva la mozzarella congelata. Come per altri alimenti, anche la durata delle mozzarelle congelate avrà un limite di consumo massimo intorno ai 6 mesi. È buona norma – ma questo vale per tutti i contenitori e buste che riponiamo nel freezer – scrivervi sulla confezione la data di congelamento.
  5. Come scongelare la mozzarella. Come si procede a congelare la mozzarella lo abbiamo visto, è molto chiaro. Ma come fare, poi, quando ci servirà di nuovo? Il consiglio, quando si provvede al successivo scongelamento della mozzarella, è quello di garantire un minor shock termico possibile al prodotto. Passandolo quindi dal freezer al frigorifero. Anche se questa operazione richiede più tempo di uno scongelamento a temperatura ambiente, il procedimento garantirà alla mozzarella di somigliare quanto più possibile al suo stato originario.