Chimay celebra 150 anni di vita con una birra speciale

13 Maggio 2021

Si chiama Chimay 150 e arriva dal Belgio: è nata per celebrare il primo secolo e mezzo di vita del celebre birrificio trappista ma c’è da scommettere che per gli appassionati di luppolo diventerà presto la tappo verde. La new entry sbarca sul mercato Horeca dal 1 giugno dopo una fugace apparizione nel 2012 in edizione limitata: il successo e i consensi in quell’occasione furono tali da aver alla fine convinto i monaci a metterla in produzione. All’inizio Chimay 150 sarà disponibile in bottiglia da 33 cl poi nel corso dell’anno arriverà anche nel formato tradizionale da 75 cl con tappo in sughero.

Dal colore oro pallido e dalla schiuma bianca e compatta, la tappo verde (10% vol.) si presenta fresca e fruttata. Al naso presenta aromi che ricordano la macchia mediterranea: menta, bergamotto, eucalipto e pure un pizzico di lime. Al palato spiccano le note di rosmarino e chiodi di garofano, con un tocco di zenzero. Il gusto leggermente affumicato e speziato è quello caratteristico delle birre di Chimay. Due i tipi di luppoli utilizzati: Saaz e Hallertau Mittelfrüh, ma come ogni bevanda di successo che si rispetti c’è un ingrediente segreto, una spezia, che conferisce un gusto unico alla tappo verde.

Chimay 150 è l’ultima nata nell’abbazia di Chimay, frutto di un’esperienza di mastri birrai lunga un secolo e mezzo, sempre sotto il controllo della comunità monastica. per l'occasione è stato allestito un percorso di trekking di 10 km nei boschi circostanti A oggi il gruppo Chimay dà lavoro a 250 persone. Il birrificio e l’annesso caseificio devolvono la maggior parte dei profitti all’assistenza sociale sin dalla fondazione: uno dei requisiti fondamentali e irrinunciabili dei birrifici trappisti. La nuova arrivata va ad aggiungersi a: Chimay Dorée, Chimay tappo rosso (Rouge), Chimay tappo bianco (Triple) e a Chimay tappo Blu (Grande Rèserve). In occasione del lancio della nuova birra, dall’Auberge de Poteaupré è stato allestito un percorso escursionistico nei colori della Chimay 150. Un anello di 10 km nei boschi circostanti da poter affrontare durante tutto l’anno. E all’arrivo, c’è da scommettere, non mancherà una bella birra per rinfrescarsi.