Peperoni: i 20 modi migliori per cucinarli

13 Maggio 2021

Poche verdure possono annoverare una gamma di sfumature cromatiche come i peperoni: gialli, rossi, verdi o striati, sono l’ingrediente perfetto per conferire un’accesa nota di colore ai piatti estivi. insieme a melanzane e zucchine sono la triade estiva E anche rispetto al gusto non sono assolutamente da sottovalutare con la loro dolcezza e il loro profumo inconfondibile. Utilizzarli raramente, o peggio ancora, non sapere come valorizzarne le caratteristiche, rischia di rendere i nostri menu molto più tristi e incompleti. Insieme a melanzane e zucchine i peperoni rappresentano la triade estiva da sfoderare in mille modi diversi: dalle insalate, alla griglia, a varianti ripiene e cotte al forno. Vediamo insieme quali sono i 20 modi migliori per cucinare i peperoni e renderli così i protagonisti delle nostre tavole.

  1. In padella. Partiamo da uno dei metodi di cottura più inflazionati grazie alla semplicità di esecuzione e al risultato garantito. Pulite i peperoni privandoli delle calotte e dei filamenti interni più duri e fibrosi. Tagliateli a listarelle piuttosto sottili e aggiungeteli a un soffritto di aglio e cipolla. Cuocete a fuoco medio per circa 20 minuti aggiungendo, se necessario, qualche mestolo di acqua. Insaporite con gli aromi che più preferite e servite il vostro contorno leggermente tiepido.
  2. Gratinati al forno. La panatura leggera e croccante a base di pangrattato e la cottura al forno rendono i peperoni gratinati un’ottima alternativa alla più sostanziosa variante fritta nell’olio. Il risultato è altrettanto soddisfacente, con l’unica differenza di poterne gustare ogni volta che si vuole senza sensi di colpa. Se avete problemi di digestione, private i peperoni della buccia – dopo averli cotti in forno – quindi, versate sopra la panatura e proseguite la cottura. Per conferire ancora più profumo al vostro piatto, mescolate il pangrattato con del basilico o dell’erba cipollina fresca.
  3. Alla griglia. Volete organizzare un barbecue in compagnia? Dopo aver pensato alla carne, è il momento di scegliere quali verdure servire come contorno, anch’esse rigorosamente alla griglia. I peperoni si prestano alla perfezione ad abbinarsi con carni saporite e sostanziose. Scaldate per bene la griglia e adagiate le falde di peperone – precedentemente pulite – spennellate con un filo di olio. Cuoceteli a fiamma viva fino a che non inizieranno ad abbrustolirsi. Da ultimo, salate e servite.
  4. Crema di peperoni. Un modo fresco e leggero per servire i peperoni come condimento di un primo piatto o di bruschette e sfizi per un aperitivo informale. Facilissima e veloce, per preparare la crema ai peperoni dovrete semplicemente farli rosolare insieme a uno spicchio d’aglio, unire i pomodori tagliati a pezzetti e lasciarli cuocere fino a che non si ammorbidiscano. A questo punto, togliete dal fuoco e frullate il tutto con l’aiuto di un frullatore ad immersione fino ad ottenere un composto cremoso. Insaporite come più preferite con spezie, un pizzico di sale e un giro di olio Evo a crudo.
  5. Pollo ai peperoni. Un caposaldo della tavola ferragostana che per il suo sapore ricco ed intenso moltiplica le occasioni di prepararlo. La dolcezza dei peperoni esalta alla grande la sapidità del pollo: rosolate il tutto in un ampio tegame, sfumate con del vino bianco e, da ultimo, unite anche della salsa al pomodoro. Fate cuocere a fiamma dolce fino a che gli ingredienti non si saranno ammorbiditi e il sugo avrà creato una cremina piuttosto densa. Servite leggermente tiepido.
  6. Involtini. Le falde dei peperoni si prestano ad essere cucinati sotto forma di involtini al forno e serviti come antipasto sfizioso o contorno originale. Potrete giocare sul ripieno come più preferite: spaziate dai salumi alle verdure, passando per il pesce (come i gamberetti) e non dimenticate di aggiungere un tocco di cremosità con del formaggio a pasta morbida che si scioglierà perfettamente durante la cottura. Per un tocco di sapore in più, completate con una manciata di olive o dei capperi e infornate per 20 minuti a 180°.
  7. Ripieni. Stanchi dei soliti pomodori ripieni con le patate? Provate ad utilizzare i peperoni come alternativa e non ve ne pentirete. Ideali da servire come piatto unico accompagnato da verdure di stagione o – perché no – da patate al forno belle abbrustolite, i peperoni ripieni di riso faranno la gioia di grandi e piccini. Per prima cosa, tostate i chicchi di riso in un soffritto a base di cipolla e burro, iniziate ad aggiungere qualche mestolo di brodo vegetale fino a che il riso non sia completamente cotto. Aggiustate di sale e di pepe e aggiungete della scamorza insieme a del parmigiano grattugiato. Riempite le falde dei vostri peperoni e cuocete in forno caldo a 180° per circa 40 minuti.
  8. Peperonata. Un piatto che profuma di Sicilia e abbina tutti gli ingredienti della dieta mediterranea: peperoni, pomodori, basilico, olio e cipolla. Ciò che vi servirà sarà una padella bella ampia e una mezz’ora di tempo a disposizione per rendere le vostre verdure belle morbide e cremose. La peperonata si sposa bene con secondi di carne o in abbinamento a piatti unici, come una torta salata.
  9. Sott’olio. Per avere sempre a disposizione i profumi e i sapori tipici dell’estate la soluzione sono le preparazioni sott’olio. Dopo aver cotto in forno i vostri peperoni per circa un’ora, lasciateli raffreddare in un sacchetto di plastica, quindi, spellateli e metteteli in barattoli di vetro sterilizzati con chiusura ermetica. Aggiungete del basilico fresco tritato, uno spicchio d’aglio e copriteli con olio extravergine fino ad arrivare a un centimetro dal bordo. Lasciateli chiusi per circa sei ore, bolliteli per circa 30 minuti e la vostra scorta estiva sarà pronta per essere gustata durante la stagione invernale.
  10. peperoni in agrodolceIn agrodolce. Un twist accattivante che rende un semplice contorno di verdure un piatto da sfoderare in occasioni speciali. I peperoni in agrodolce si caratterizzano per l’aggiunta di zucchero di canna e uvetta al resto del condimento a base di olio Evo, sale e cipolla. Per un tocco di sapore in più aggiungete anche delle olive nere denocciolate. Servite i peperoni tiepidi o freddi su crostoni di pane abbrustolito.
  11. Confettura. Una chicca apprezzatissima dagli amanti dei formaggi che potranno sbizzarrirsi con gli abbinamenti più diversi. Seguite il procedimento per realizzare una classica marmellata con l’unica differenza che i peperoni andranno fatti macerare per circa 4 ore in un composto a base di zucchero, aceto bianco, sale e peperoncino. A questo punto, cuocete a fuoco lento fino a che i peperoni non si ammorbidiscano del tutto, frullateli e versate la marmellata in barattoli di vetro precedentemente sterilizzati.
  12. Sformato. Lo sformato di peperoni è una soluzione pratica e veloce se siete alla ricerca di un piatto unico che, pur nella sua semplicità, sia gustoso e ricco di sapore. Pulite i peperoni, sciacquateli sotto acqua corrente e disponete le fettine in una pirofila alternando strati di patate, formaggio, pomodori e altre verdure, come zucchine o melanzane.
    Seguendo lo stesso procedimento, potete creare sformati sempre nuovi scegliendo ingredienti ogni volta diversi.
  13. Al vapore. Senz’altro non è tra i metodi di cottura più comuni per i peperoni, ma possono rappresentare un’ottima soluzione se volete preparare ricette più complesse e elaborate, o semplicemente, aggiungere un tocco di colore alla vostra insalata. Il trucco per conservare la consistenza dei peperoni durante l’ebollizione è quello di tagliarli ad anelli ed immergerli nell’acqua già bollente al massimo per 7 minuti. A questo punto, scolateli e passateli immediatamente sotto l’acqua fredda in modo da bloccare la cottura e renderli croccanti.
  14. Fritti in pastella. Croccanti in superficie e morbidi e succosi all’interno: i peperoni fritti in pastella sono uno sfizio da concedersi almeno una volta nella vita. Preparate la pastella mescolando farina e acqua (meglio se frizzante) fino ad ottenere un composto liscio e privo di grumi. Passate le strisce di peperone in modo da ricoprirle completamente, eliminate la pastella in eccesso e tuffateli nell’olio bollente. Prima di servire ricordate di aggiungere un pizzico di sale.
  15. Gazpacho. In Spagna i peperoni sono i protagonisti di un piatto fresco ed estivo ormai famoso in tutto il mondo: il Gazpacho. Una crema da servire fredda a base di peperoni e pomodori tagliati a spicchi e frullati insieme a spicchi d’aglio e cipollotti freschi. Una volta ottenuto un composto cremoso aggiungete delle foglie di basilico fresco, del succo di limone e un pizzico di sale e di pepe. Mescolate il tutto, quindi, lasciate risposare in frigorifero almeno 15 minuti prima di servire.
  16. Polpettone. Abbiamo già detto che lo sposalizio perfetto vede i peperoni abbinati alla carne: quale ricetta migliore del polpettone per celebrare questo binomio? Seguite i passaggi consueti, ma prima di dare la forma al vostro polpettone create uno strato di peperoni tagliati a listarelle e conditi con un mix di spezie, coprite con della scamorza e avvolgete la carne in questo gustoso ripieno filante.
  17. Plumcake. La versione salata del solito plumcake vi consentirà di aggiungere all’impasto tutta la bontà delle verdure e di esaltarla attraverso l’unione di formaggio, parmigiano e salumi. Come risultato otterrete un valido alleato per pic-nic, brunch o colazioni salate all’americana. In quest’ultimo caso, se volete accompagnarlo a un secondo a base di uova, potete sostituire quelle presenti nell’impasto con dello yogurt bianco magro.
  18. Zuppa. Come servire una verdura estiva in versione autunnale? Preparate questa zuppa e avrete un piatto perfetto da servire quando le temperature inizieranno ad abbassarsi. Iniziate con un soffritto di odori, aggiungete i peperoni tagliati a listarelle e le patate a cubetti. Coprite con del brodo vegetale e fate cuocere per circa 30 minuti. Frullate il tutto e servite con con crostini di pane dorati.
  19. Polpette. Antipasto, contorno o semplice sfizio per scaldare l’appetito in occasione di un aperitivo. Il bello di queste polpette è che potrete personalizzare l’impasto in base ai vostri gusti: aggiungete delle patate e delle uova per renderle più consistenti, o in alternativa, sostituite con della ricotta o del pangrattato. Non dimenticate di inserire del buon formaggio filante. Quanto alla cottura, a voi la scelta tra fritte oppure al forno.
  20. Marinati. Avete dei peperoni arrostiti che vi sono avanzati da una precedente ricetta? Sfruttate l’occasione per marinarli e servirli come delizioso contorno estivo. Ciò che vi serve sono: erbe aromatiche, olio, aceto o limone. Create un’emulsione tra gli ingredienti che più preferite e immergetevi le falde di peperone arrostiti. Lasciate riposare in frigorifero per tutta la notte. Gustateli così al naturale, oppure come ingrediente di una ricca insalata di verdure o di pasta, magari con l’aggiunta di capperi e olive.