Home How to Mangereste un’insalata a base di popcorn?

Mangereste un’insalata a base di popcorn?

di Silvia Fratini

Diventata virale sui social, la popcorn salad della foodblogger Molly Yeh sembra sia parte di una tradizione del Midwest negli USA.

Per sdoganare definitivamente il concetto di salutare da quello di insalatona era necessario un salto nel buio: quello che ha fatto Molly Yeh, editor dello show Girl Meets Farm su Food Network, con una ricetta di insalata che definiremmo quanto meno epica. Una insalata a base di popcorn – popcorn, cioè mais scoppiato, proprio quello in busta, salato e burroso quando fatto bene, unto il giusto e falsamente leggero. 

La ricetta della popcorn salad

Vero è che i popcorn si mescolano con una julienne di carote e sedano, del crescione e dei piselli, per dare alla definizione di insalata qualche appiglio cui attaccarsi per non essere tacciati di incoerenza. La quota proteine arriva dal cheddar, che nella versione di Molly prende la forma di una polvere da versare direttamente sui popcorn, mentre alcune varianti si gettano sul bacon croccante –  un modo facile per corroborare la texture e la sapidità del piatto. Per i più golosi, una manciata di castagne d’acqua cinesi sembra siano una carta vincente.

Il condimento, non bastassero il sale e il burro già presenti, è dato da un sano mix di maionese, sour cream, aceto di mele, zucchero e senape di Digione, tutto vigorosamente mescolato e generosamente distribuito sulla massa bianca. Il crunch della ricetta dovrebbe essere assicurato, se non fosse che il consiglio è quello di consumare la popcorn salad dopo un paio d’ore dalla preparazione, quando i popcorn avranno avuto tempo di assorbire tutto il condimento e di perdere la propria croccantezza a favore di una generalizzata gommosità.

Una tradizione del Midwest americano

Secondo la Yeh, la ricetta si rifà alla tradizione di lunga data della cucina del Midwest, ricca di preparazioni cariche e particolarmente saporite. per alcuni è addirittura opera della lobby del mais, in cerca di nuove idee dopo il lockdown Altre insalate si affiancano a questa per la stessa tipologia di condimento: potato salad, pistachio salad, e macaroni fruit salad sono solo alcune delle più conosciute. Sui social però, dove la ricetta è divenuta virale qualche tempo fa, alcuni hanno voluto vedere il coinvolgimento delle lobby del mais, forse in cerca di qualche nuova idea per l’utilizzo di un prodotto legato all’accoppiata amici + serata cinema – circostanza caduta in disgrazia in questi mesi di lockdown generalizzato.  Altri hanno contribuito all’hype della popcorn salad semplicemente rilanciando il video e commentando – anche solo scandalizzati o profondamente perplessi. Tutto questo non ha fatto che contribuire al dibattito e – piaccia oppure no – alla proliferazione di questo strano mix sulle tavole di mezzo mondo. In fondo, considerando l’assenza di cotture e la facilità di reperimento di ingredienti, questa insalata si presta benissimo ad essere replicata più o meno ovunque e in ogni momento della giornata, dal pranzo al momento di fame nera a tarda serata.

Se è vero che la definizione di insalata sulla Treccani riporta un “piatto, per lo più a base di verdure cotte, talvolta anche crude, carne o altri ingredienti, tagliati e mescolati insieme, conditi con sale, olio, aceto o limone, talvolta con l’aggiunta di maionese”, allora questa strana mescolanza di mais scoppiato e maionese ingentilita dal crescione, per quanto improbabile e inusuale, rientra a pieno titolo nelle insalatone, e sarà magari il piatto vincente per il prossimo picnic

  • IMMAGINE
  • Today
  • People