Non solo buona da bere: 5 usi alternativi della birra

28 Maggio 2021

La birra (industriale) non scade realmente. Il tempo può condurre a un’alterazione dell’aspetto e del sapore, alla perdita di alcune caratteristiche organolettiche, e in tal senso c’è differenza fra prodotti artigianali e prodotti industriali. Non esiste, però, alcun rischio riguardante la salute. Fatta questa doverosa premessa, vogliamo spostare il focus su un’altra questione: gli usi alternativi della birra. Che sono diversi e tutti molto interessanti.

  1. Per preparare una pastella light. La birra è l’ingrediente magico per la preparazione di una pastella che permette di ottenere fritture leggere e croccanti. Non occorrono uova e non c’è neppure bisogno di lievito. Semplicemente basta mescolare in un contenitore – con un cucchiaio di legno o lo sbattitore elettrico –  100 grammi di farina 00 (da setacciare), 1 cucchiaio di olio e 130 ml di birra chiara molto fredda. Il risultato dev’essere un composto liscio e omogeneo, senza grumi. Poi si procede come di consueto. Da provare soprattutto con le verdure.
  2. Per schiarire i capelli. Questo è forse l’uso alternativo della birra più conosciuto. Bisogna travasare più volte la birra fino a far sparire la schiuma, questo è lo step chiave anche se un tantino noioso. Dopo di che, la si versa sui capelli e la si lascia in posa per un’ora almeno. Più il tempo si allunga, più l’effetto schiarente risulterà evidente. Infine si sciacqua la chioma con acqua tiepida. L’utilizzo di shampoo è sconsigliato poiché può compromettere il risultato finale. Questo metodo è ottimo per qualsiasi tipo di capelli, fatta eccezione per quelli molto scuri.
  3. Per la cura dei mobili in legno. Questa la sapevi? La birra restituisce lucentezza ai mobili in legno massiccio. E ne ravviva pure il colore, le sfumature. Come procedere? È davvero un gioco da ragazzi: occorre solo inumidire un panno pulito in microfibra con della birra e strofinarlo sulle superfici dei mobili. Tutto qua.
  4. Per smacchiare i tessuti. Ebbene sì, la birra è anche dotata di un ottimo potere smacchiante. Versane un po’ in uno spruzzino, aggiungi dell’acqua (rispettivamente un terzo e due terzi sono le proporzioni), agita in modo energico e poi vaporizza sulla macchia in questione e lascia agire per un’ora circa: che sia di caffè, di olio, di sugo, inchiostro, vino o di qualsiasi altra natura, otterrai un ottimo risultato. Infine, procedi con il normale lavaggio.
  5. Per la cura delle piante. Grazie alla sua stessa composizione, e in particolare alla presenza di vitamine, sali minerali e aminoacidi, la birra si rivela un ottimo fertilizzante naturale. Basta aggiungerne un po’ all’acqua per annaffiare le piante: già dopo qualche giorno, appariranno più rigogliose e forti. Per lucidare le foglie, invece, si utilizzi un dischetto di cotone imbevuto di birra.